01.08.2013 Il marciapiede serve - Il blog di Jesolo, il blog di Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

01.08.2013 Il marciapiede serve

Rubrica a TuttoTondo > Venti13 TuttoTondo

Jesolo 01  Agosto 2013

A " Tuttotondo" di Claudio

I MARCIAPIEDI A JESOLO LIDO,IN UNA CITTA' DOVE PREVALE L'ISOLA PEDONALE, NON SERVONO.



E' triste e incosciente ma forse solo ridicolo che, una città che si vanta di avere l'isola pedonale più lunga d'Europa,  poi si accorge che di marciapiedi lungo le traversali che portano sulle vie principali di Jesolo Lido, nemmeno l'ombra, anzi molte stradine hanno il doppio senso di marcia con possibilità di sosta.
Un' esempio per importanza e pericolosità di queste traverse sono: Via Ungaretti, Via Galileo Galilei e Via delle Ninfee, stradine  che sfociano su strade e punti strategici di Jesolo Lido senza fare torto a nessun’ altra zona e strada.
La prima stradina larga poco più di 7 metri, via Ungaretti centralissima priva di marciapiede  con doppio senso di marcia aperta al transito di  qualsiasi tipo di veicolo dove i divieti di sosta e di svolta a destra  non vengono rispettati e fatti rispettare da nessuno. Da quando poi,  hanno costruito le due  torri di Piazza Drago via Ungaretti è divenuta la via più trafficata di Jesolo Lido, in poche parole una stradina da harakiri , se vuoi provare l’ ebbrezza di essere investito, puoi  passeggiare gratuitamente su questa stradina rischierai la vita in ogni momento del giorno.
La seconda stradina larga poco più di 6 metri, Via Galileo Galilei una via che coinvolge una zona importante di Jesolo quella del Villaggio Marzotto, anche questa a doppio senso di marcia, viene praticamente presa d’assalto nei fine settimana dai camperisti, dai turisti dei campeggi di zona e soprattutto dai domenicali,  una stradina con divieto di sosta di 24 ore mai fatto rispettare. Chi si inoltra per questa stradina, via Galileo Galilei per andare in spiaggia ,  cammina  a proprio rischio e pericolo, praticamente rischia quotidianamente di essere investito con le conseguenze del caso.
La terza è una via vicino a Piazza Trieste e Piazza Drago, via delle Ninfee larga anche questa  poco più di 6 metri, anche questa a doppio senso di marcia come le altre due e senza il marciapiede, questa via e adoperata dai turisti e non, che arrivano dalla zona della  stazione degli autobus e dai parcheggi di Via del Carabiniere.   Per chi  fosse diretto  verso l’isola pedonale oggi ZTL è praticamente un passaggio quasi obbligato  per andare sulla via principale ovvero Via Bafile.

E pensare che, potrebbero bastare i soldi che l'amministrazione comunale ha devoluto alla causa di Del Piero e della sua Sidney Football club o poco più,  per mettere in sicurezza queste  vie comunali e forse si eviterebbero incidenti……........... che tristezza, benvenuti nel Caos.
Claudio Vianello


Claudio Vianello


 
Torna ai contenuti | Torna al menu