03.08.2015 Alisea, chi controlla il controllore? - Il blog di Jesolo, il blog di Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

03.08.2015 Alisea, chi controlla il controllore?

Rubrica a TuttoTondo > Venti15 Tutto Tondo > Roba da matti 2015


Due immagini eloquenti sulla situazione dei varchi  nel centro di raccolta e magazzino di Alisea a Jesolo
L'ultima istantanea del 4 Agosto 2015 alle 20.36 qui sotto

Jesolo 03 Agosto 2015
di Claudio Vianello Venti15©



ROBA DA MATTI!!!
La diligenza del buon padre di famiglia lo sancisce il codice civile
- Art. 1768 Codice Civile - Diligenza nella custodia

La breccia o il groviera
Partiamo dal significato delle due parole:
Breccia: Parziale demolizione violenta di opere di difesa, attuata per consentire il passaggio di uomini
Gruviera:
1  Formaggio simile all'emmenthal, a pasta dura con caratteristici buchi
              2  estens.   Difesa o barriera facilmente penetrabile, specifico nel lessico calcistico


Ecco Alisea Spa Via La bassa Jesolo Lido.
Un magazzino per il conferimento di materiali ingombranti e per la raccolta di molte tipologie di rifiuti solidi urbani, compresi quelli speciali "RAEE ".
Inoltre tale sito è il parcheggio degli automezzi della società Alisea Spa
Una volta, questo sito era la discarica dei rifiuti solidi urbani prodotti al Lido di Jesolo.
Si parla sempre più spesso di prevenire, eccola questa parolina magica: pre-ve-ni-re.
Sono anni che raccolgo immagini sugli abbandoni dei rifiuti lungo le vie della città ed i responsabili della società Alisea Spa, spesso, intervengono sui giornali con i loro proclami, del tipo lotta senza quartiere per chi abbandona i rifiuti per le vie cittadine, con le videocamere staneremo chi imbratta e chi abbandona rifiuti ingombranti, e l’ultima delle boutade l’anno scorso con l’acquisto di cinque videocamere per videosorvegliare le zone con in mezzo  l’assunzione degli ispettori ambientali, ergo: sanzioneremo chi imbratta le vie.
Ma il paradosso in Italia è sempre dietro l’angolo. Udite, udite: me ne stavo andando a caccia di immagini lungo il territorio della mia amata Jesolo: in quel periodo ed esattamente il 29 Maggio u.s. c’ erano le nidiate di germano reale, le gallinelle e quelle più spettacolari dei cigni reali che scorrazzavano lungo il fiume con le loro nidiate e tutto d’un tratto mi imbatto in una breccia, che dico, in una serie di varchi e dove? Esattamente dove dovrebbero stare i controllori dei controllati sul territorio. Mi spiego meglio: Alisea Spa vorrebbe stanare chi abbandona i rifiuti speciali e ingombranti sul territorio e poi lei, che dovrebbe avere la diligenza del buon padre di famiglia che fa?  Abbandona il suo deposito di rifiuti ingombranti e rifiuti speciali… tra l’altro è anche il parcheggio dei veicoli per il servizio di raccolta dei rifiuti sul territorio, e ti propone un bel self service … in grande stile… Chiunque può entrare in questo sito che dovrebbe quantomeno essere impenetrabile per la delicatezza dei rifiuti ed invece è "open 24/24hours a day ", non ci sono recinzioni o meglio, è tutto divelto. Ma com’è possibile che nessuno se ne sia accorto… lo grido politicamente: è una sconfitta per tutti i cittadini, o meglio, una vergogna perché, chi dovrebbe accudire il bene pubblico lo abbandona e lo lascia in balia di chiunque voglia penetrarvi ed asportare qualsiasi cosa, tanto paga sempre " Nane Pantaeon"…
Da quel lontano 29 Maggio di giorni ne sono passati ben 68 e oggi 3 Agosto, la situazione è sempre la stessa, non è cambiata, anzi, potrei dire che è peggiorata.
Però, nei mesi scorsi veniva denunciato a mezzo stampa che dei teppisti si erano addentrati nel sito di via La Bassa e avevano bucato diverse gomme degli automezzi in parcheggio.
Niente di più facile, è tutto aperto non servono pass e tantomeno chiavi per entrare in quel parcheggio, chiunque può entrarvi, anzi come si può vedere
dalle mie immagini, entrare è semplicissimo, tra l’altro ci sono anche già taniche e tubi di plastica per eventuali furti di liquidi per autotrazione.
C’è anche l’impianto di depurazione delle acque che butta direttamente l’acqua depurata nel fiume Sile.
Una cosa si chiede normalmente il cittadino comune, quando dei ladri penetrano nelle loro proprietà, come difendersi da altri eventuali effrazioni e furti.
Probabilmente sul pubblico non è così, la dedizione del buon padre di famiglia nel difendere la mera proprietà non esiste, tanto paga sempre "Nane Pantaeon". Ricordo che, sempre nei mesi scorsi, sulla bucatura delle gomme dei mezzi parcheggiati è intervenuto il presidente di Alisea Spa Alias Gianni Dalla Mora, lanciando stralli e proclami, faremo questo, difenderemo quest’altro, interverremmo con questo…Bla, Bla, Bla ed ancora Bla, Bla Bla……
Ma un presidente non dovrebbe forse verificare sul luogo la situazione? Probabilmente e solamente utopia, in Italia forse politicamente parlando l’importante è occupare posti al sole e poi come sempre "Paga,Tasi, o forse Tari"  comunque poi paga il cittadino " Nane, Toni o Bepi" chiunque esso sia…….
Ricordo l’anno scorso avevo fatto un intervento da queste mie pagine gridando: "Al lupo, al lupo "
Eccola la sonora lezione Italiana: Quelli che vorrebbero immortalare i furbetti del rifiuto selvaggio a loro volta se ne fregano di tutto e lasciano abbandonato e … ma guardiamo le immagini ed il filmato … parlano da sole, non servono parole…
Nel mezzo del cammin di nostra vita mi ritrovai per una  selva oscura, ché la diritta via era smarrita. Ahi quanto a dir qual era è cosa dura esta selva selvaggia e…
Sarebbe ora che qualcuno se ne andasse a casa ……….

Correlati
Impara l'arte e mettila da parte 2 Aprile 2014 " i proclami"


3 Agosto 2015
03.08.2015 Centro di raccolta e magazzino di Alisea, chi controlla il controllore?



 
Torna ai contenuti | Torna al menu