12.06.2014 AAA Cercasi Delatori - Il blog di Jesolo, il blog di Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

12.06.2014 AAA Cercasi Delatori

Rubrica a TuttoTondo > Venti14 TuttoTondo



"TuttoTondo"di Claudio

AGOSTO 2012     APPARE PER LE VIE DI JESOLO QUESTA PUBBLICITA'                                         

Jesolo 12.06.2014

A.A.A. CERCASI DELATORI



Diciamoci francamente una cosa riguardo ad Alisea ed i suoi ultimi 2 presidenti. Chi sono? Fino allo scorso anno ed esattamente fino al 27  maggio del 2013 è stato Renato Meneghel, che da Luglio 2013 è stato nominato presidente dell’ASI Spa Azienda Servizi Integrati, società che gestisce il servizio idrico per 11 comuni del Veneto Orientale, tra la Provincia di Venezia e la Marca Trevigiana (San Donà, Noventa, Musile, Fossalta, Jesolo, Eraclea, Caorle, Torre di Mosto, Cessalto, Zenson, Ceggia). Succeduto a Meneghel, al timone dell’Alisea Spa dal 28 Maggio 2013  è salito, come presidente, Gianni Dalla Mora, (un nome una garanzia), cavalcava gli scranni della politica Jesolana nelle file del partito della Democrazia Cristiana fin dagli anni 90 e da allora, di anni ne sono passati, ma poi è rispuntato come i bucaneve dopo la neve.
Fatta questa premessa politica per precisazione, affrontiamo l’annoso problema dei rifiuti abbandonati per strada lungo le vie del Lido di Jesolo. Non posso dire che di "bidoni" (cassonetti) per la raccolta dei rifiuti lungo tutto il territorio del Lido di Jesolo non ce ne siano, ce ne sono,  forse anche troppi.
Dico solo, fintanto che non sarà effettuata  la raccolta differenziata porta a porta anche al Lido di Jesolo, questo problema non verrà mai risolto, Jesolo Lido rimarrà una discarica per tutti quelli che non vorranno adattarsi alla raccolta differenziata porta a porta come viene fatta ormai da molti anni lungo tutto il territorio di Jesolo Centro( Paese ) e in qualche altra frazione; c’è da dire che durante la stagione estiva arrivano anche i turisti dei comuni limitrofi a scaricare le immondizie a casa nostra. Si dice spesso che Jesolo è un comune virtuoso riguardo la raccolta differenziata. Per quanto poi concerne l’eventuale raccolta dei rifiuti porta a porta anche al Lido di Jesolo, il primo cittadino ci ha tolto ogni speranza, dicendo,  attraverso giornali locali che " si tratta di una eventualità impossibile nell’immediato " ergo non la vogliono fare…. . Chissà mai perché? Amministratori jesolani, affrontatelo una volta per tutte il vero problema dei " furbetti",  facendoci fare la raccolta porta a porta anche al Lido di Jesolo! Questa, signori, è l’unica soluzione per disincentivare i "furbetti" ed io aggiungo, anche gli sporcaccioni del nostro territorio: dovete liberare le nostre strade da questi luridi cassonetti che oramai non esistono più in tantissime città nel mondo.
E’ inutile che continuiate a far proclami e mi riferisco all’ ultima boutade di voi amministratori locali e dello stesso presidente dell’Alisea Spa : Linea dura  di Alisea  con sanzioni e acquisto telecamere, oooooh , mi fermo un attimo. Se ben ricordo ne avevate installata una, in via Equilio l’anno scorso, ad Ottobre 2013, lo scrissi più volte, l’insozzamento del sito dov’ era stata piazzata la telecamera non ha mai visto uno stop e l’abbandono quotidiano dei rifiuti, come dalle mie immagini non si è mai arrestato. Poi, tutto d’un tratto la mattina del 29 Aprile di quest’anno, alle 7,44 del mattino, la telecamera fu smantellata… scrissi allora da queste mie pagine, che secondo me, l’Alisea non poteva e non avrebbe potuto  registrare delle immagini ed usarle, perché la legge sulla privacy era ben specifica sul trattamento delle stesse ed eventualmente solo dei Vigili Urbani e/o una figura finalizzata ed istruita a questa mansione avrebbe potuto e potrebbe  acquisire e visionare le immagini, per poi eventualmente sanzionare qualcuno.
Ergo denari pubblici buttati al vento, ma di proclami dal 2012 ad oggi ne sono stati fatti a bizzeffe  e come i gamberi invece di andare avanti si torna indietro ( vedere le immagini per capire), da quel lontano 2012 quando l’Alisea fece la campagna visiva in Agosto 2012, proprio mentre tutti a Jesolo sono con la testa bassa a lavorare: SIAMO UNA CITTA’ PULITA, DIMOSTRAMELO ANCHE TU…… dopo di che il vuoto come una fossa nell’oceano indiano, il nulla.
Di tanto in tanto un proclama: Maggio 2013, puniremo chi non rispetta le regole. Queste le parole del primo cittadino di Jesolo, Valerio Zoggia.
Fino ad oggi…, e oggi, o meglio l’altro giorno, in conferenza stampa tutta la politica jesolana che conta compresi il Comandante dei vigili urbani  e il presidente dell’Alisea Spa in conferenza stampa a pubblicizzare: linea dura di Alisea  con il progetto " servizi al cittadino" contro i furbetti dei rifiuti. Bene: Amen……
E ci risiamo, invece di intervenire con i fatti si interviene sempre a parole e la città rimane alla finestra a guardare, aspettando i fatti: mi sono appollaiato sul ponte ma non vedo passare nessuno…… sarebbe curioso sapere per i cittadini attenti alla differenziata e a non sporcare il " bene comune" quante sanzioni sono state elevate dall’Ottobre 2013 ad Aprile 2014 in Via Equilio con la telecamera acquistata dall’Alisea!!! Curiosità, solo curiosità, giusto per capire se ci prendono per il culo con i nostri denari.
Adesso ci chiedono di fare i delatori attraverso un’ applicazione con lo smartphone, dice il presidente di Alisea Spa Gianni Dalla Mora: "Auspichiamo che questo nuovo strumento possa contribuire  ad aumentare in ciascun cittadino  maggiore sensibilità per l’ambiente e rispetto del territorio, con l’individuazione e la comunicazione e la comminazione per i responsabili di comportamenti dannosi ed incivili". Sì aggiungo io, adesso noi cittadini che paghiamo il servizio, dovremmo diventare anche degli 007, pardon dei delatori… mi sbaglio, oppure mi sono perso un passaggio?
Vorrei ricordare a questi signori che se vogliono tenersi informati sugli abbandoni dei rifiuti lungo il territorio di Jesolo non servono tante parole e/o chiacchiere, basta alzarsi alla mattina ed iniziare a girare  per le vie di Jesolo Lido. Tutto qua. L’unica soluzione è la raccolta porta a porta anche per il Lido di Jesolo, solo così potremmo dire  stop agli sporcaccioni del nostro" bene comune".
E per quanto riguarda la delazione posso solo ridere !!!! ROBA DA MATTI..........................................................................

Claudio Vianello 2014©


Per dovere di informazione politica,  prima dell'avvento dello skipper, Renato Meneghel alla presidenza di Alisea Spa



Queste alcune situazioni di quanto accadeva tra il 2005 >> 2009 per le vie di Jesolo

MA  PRECEDENTEMENTE  COS'ERA ACCADUTO?
NEL SETTEMBRE DEL 2003 IL SINDACO PARLAVA ALLA STAMPA DI ALISEA IN QUESTI TERMINI:

Il sindaco Francesco Calzavara: «In molti pagavano troppo poco»


Il sindaco di Jesolo Francesco Calzavara contro le opposizioni che lo attaccano per gli aumenti della TIA, "Gli aumenti in percentuale sulla Tia per alcune categorie vanno valutati alla luce di quanto pagavano prima che in molti casi era molto meno".
Il presidente di Alisea, Stefano Gasparetti e l’assessore al bilancio Michele Saramin incalzano le opposizioni e spiegano : "Gli investimenti di Alisea attraverso l'acquisto di moderni automezzi non sono l’origine di tutti i mali, ma costituiscono uno dei perni per l' efficienza della società,  e costituiscono meno del 10% dei costi di gestione annuale dell’azienda. Le varie attività di promozione, sociali e culturali sono pagate con risorse economiche dell’azienda che nulla c’entrano con il denaro pagato dai contribuenti per i servizi di raccolta e smaltimento. Molti esponenti politici e di categoria si sono riempiti la bocca adducendo questi faraonici aumenti e non dicendo, maliziosamente, che per esempio per oltre 2000 attività su 2851 la Tia ha comportato diminuzioni dei costi dal 16 al 64%.
Se paragoniamo i dati con altre realtà come Rimini, Riccione o Cavallino e San Donà, Lignano o Venezia continua Gasparetti in sintonia con l’assessore al bilancio Saramin - vedremo che l’applicazione delle tabelle a Jesolo ha comportato prevalentemente diminuzioni e anche aumenti, ma tra i più bassi rispetto ad altre realtà confrontabili.
Tutto questo grazie ad Alisea che, a fronte dei servizi resi, riesce a mantenere i costi altamente competitivi grazie a sinergie e ad efficienti leve operative». Una risposta tecnica che non spiega però alcuni forti aumenti.
Dopodichè nel Dicembre 2007 a Gasparetti succede al timone dell'Alisea Spa  l'ingegnere Giorgio Marin e l'allora Sindaco Calzavara ribadisce nel passaggio del testimone tra il vecchio ed il nuovo presidente: Omissis......Oggi Gasparetti ha il merito di riconsegnarci una società in piena salute che sarà capace di essere, nel prossimo futuro, protagonista del settore ambientale in tutto il Basso Piave...........
poi,  dopo qualche anno nel 2011  Alisea Spa sarà venduta al  60% a Veritas Spa




02 Aprile 2014
I proclami del Presidente di Alisea non servono




 
Jesolo Lido
I numeri del blog
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu