19 Novembre 2014 - Jesolo, Comminate 32 Sanzioni in poco più di un anno - Il blog di Jesolo, il blog di Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

19 Novembre 2014 - Jesolo, Comminate 32 Sanzioni in poco più di un anno

Tutto Oro quello che luccica 2014

Dalla serie" Tutto Oro quello che luccica!! "

di Claudio Vianello Venti14©


Lotta contro abbandono rifiuti: elevati 32 verbali dall’estate ad oggi, grazie al nuovo sistema di controllo, predisposto dalla amministrazione comunale ed Alisea e approvato in consiglio comunale, supportato da telecamere per identificare chi lascia selvaggiamente rifiuti per strada.
(Queste due righe fanno parte del comunicato stampa, lanciato la scorsa settimana dal Comune di Jesolo)


C'è un periodo dell'anno, dove i politici jesolani hanno bisogno di visibilità, questo è l'autunno, quando gli alberi cominciano a spogliarsi e allora… via ai proclami!!


Jesolo, 19 Novembre 2014

Oggi vorrei tornare sull'argomento dell'abbandono dei rifiuti per la strada, da parte di chicchessia a Jesolo Lido. Prendo come spunto l'emanazione, nei giorni scorsi, di un comunicato stampa… (Potrei chiamarlo editto, come si faceva al tempo degli imperatori romani), da parte del Comune di Jesolo. Ebbene, leggendolo, avresti potuto esclamare: EUREKA! Sembrava tanto che avessero trovato la soluzione. E così sui quotidiani locali, via a caratteri cubitali: "ABBANDONO RIFIUTI: 32 VERBALI ELEVATI DALL'ESTATE SCORSA, GRAZIE AL SISTEMA DI VIDEO SORVEGLIANZA PREDISPOSTO DA COMUNE ED ALISEA".
Niente di più falso, mera illusione, fumo negli occhi, solo una piccola inezia, il nulla rispetto alla realtà. Forse pensavano di aver scoperto l'acqua calda con la video sorveglianza. Un po' di vapore acqueo dovuto alle immondizie abbandonate, nient'altro e purtroppo, come sempre, c'è il bisogno di avere un po' di visibilità. Ecco qua, la visibilità e la realtà quotidiana a Jesolo Lido, in un giorno qualunque, attraverso le mie immagini e i filmati,  come sempre, prima di scrivere. Un normale giorno, uno dei tanti 365 gg…52 Set…12 mesi, come si voglia dire… Il 15 u.s. (in un paio di ore, in un sol giorno, secondo voi, quanti abbandoni potrei aver documentato?) Però prima vorrei analizzare l’antefatto, e cioè il comunicato stampa che inizia così: L’assessore all’ambiente Otello Bergamo: «Fenomeno dirompente…Omissis……. Continua a leggere il comunicato stampa.
Sono ormai da diversi anni che sento parlare uno dopo l’altro politici e responsabili, che emulano forse le fiabe con il lieto fine: vissero felici e contenti. Purtroppo a Jesolo non c’è la volontà di debellare il male e acciuffare lo sporcaccione di turno, mi spiego meglio, l’ho sempre detto e continuo a ripeterlo, le telecamere non servono a nulla. Bisogna che le persone vengano acciuffate sul posto e non è difficile, perché le zone di Jesolo che sono oggetto di questi abbandoni selvaggi da parte di persone incivili e che non rispettano la nostra città,
bene o male sono sempre le stesse e probabilmente sono sempre le stesse anche le persone.
MI ricordo che quest’estate l’Alisea, attraverso Jesolo patrimonio aveva fatto installare le telecamere in una zona (Viale Venezia), opposta a quella che normalmente era sozza dalla mattina alla sera e lo scrissi pure a chiare lettere. D’altronde come dice l’assessore di turno, vengono anche da fuori a buttare le immondizie! Certo, ma buttano i sacchetti delle immondizie! Non arrivano con i camion a scaricare materassi, mobilio, cucine intere e altri rifiuti tossici, come i RAEE (Apparecchi elettrici ed elettronici), i pneumatici , le batterie d’auto e spesso anche altri materiali ancora più nocivi alla salute del cittadino. Per non parlare poi di tutti quei materiali ferrosi, che sono oggetto di recupero da parte di qualche ferro vecchio, che non ha nulla a che fare con quelli legali esistenti sul territorio e che hanno i requisiti per poterlo fare.
Volevo ricordare a chi mi legge, che nei paesi del Nord Europa, esistono dei centri di raccolta di tutti i materiali presso i centri commerciali, mi chiedo allora, è così difficile pensare a qualcosa di simile anche da noi ????
Credo che sia molto difficile pensare e amare la propria città, se il fine non è il bene comune, ma la " Cadrega".

Guardiamoci le immagini che seguono…
Su questo link potete leggere il comunicato stampa completo…



Lotta contro abbandono rifiuti: elevati 32 verbali dall’estate ad oggi, grazie al nuovo sistema di controllo, predisposto dalla amministrazione comunale ed Alisea e approvato in consiglio comunale, supportato da telecamere per identificare chi lascia selvaggiamente rifiuti per strada.
(Queste due righe fanno parte del comunicato stampa, lanciato la scorsa settimana dal Comune di Jesolo)


 
Torna ai contenuti | Torna al menu