22.01.2015 - Deiezioni canine lungo la spiaggia. A Jesolo si può! - Il blog di Jesolo, il blog di Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

22.01.2015 - Deiezioni canine lungo la spiaggia. A Jesolo si può!

Rubrica a TuttoTondo > Venti15 Tutto Tondo


Deiezioni canine lungo la spiaggia. A Jesolo si può!

Jesolo 22 Gennaio 2015
"TuttoTondo"di Claudio Vianello Venti15©


"La spiaggia di Jesolo, è una pattumiera signor Sindaco?"

…Mi ricorda un vecchio disco in vinile, tutto strisciato e stanco di suonare sempre la solita litania.
Sono, come più volte ho scritto, morbosamente attaccato alla mia città, Jesolo, forse perché l’ho vista crescere lentamente e me ne sono innamorato, per tutte le sue bellezze che ci circondano. In questi ultimi decenni, Jesolo è stata martoriata e deturpata dalla classe politica di turno, poco lungimirante, succedutasi fino ad oggi. Purtroppo, questa classe politica, ha avuto solo un unico interesse "darla via" come fanno le prostitute, con la differenza che, le prostitute si arricchiscono esentasse e Jesolo viceversa, si è impoverita sempre di più, arricchendo solo pochi, a danno e sulle spalle di tutta la città.
Fatta questa premessa politicamente parlando, vengo al dunque, Jesolo, una terra dai colori mozzafiato quotidiani, forse come poche altre città al mondo, con una natura preziosa da far invidia a chiunque, ma dietro l’angolo si cela sempre un ma!
Questi ultimi due anni di amministrazione comunale sorretta, si potrebbe dire ostinatamente aggrappata, tra il centro destra e la sinistra PDL>PD o viceversa!!! Maggioranza di saltimbanchi e demagoghi. Questa maggioranza, nata tra le file del PDL, FI e PD, votati dalla città come paladini di Berlusconi, passati dalle rive Berlusconiane a quelle di Angelino Alfano (Alfaniani ) NCD. Danni fino ad oggi politicamente ne stanno facendo fin troppi, e la città sta ancora aspettando le promesse elettorali. Come sempre. Aspetta e aspetta ma, per adesso, solo e sempre il solito cemento! Questi ultimi mandati elettorali consegnati ai sindaci che si sono avvicendati fino ai giorni nostri, sono stati e verranno ricordati solo per la " Grandeur pseudo francese, forse  sarebbe meglio chiamarla "Grandezza maniacale ", questi uomini che hanno amministrato Jesolo, la nostra e la mia città, l’ hanno devastata con colate di milioni di metri cubi di calcestruzzo regalati a chiunque avesse voluto investire  a Jesolo. La prima e più brutta colata di cemento, ha devastato l’unico grande polmone di verde che avevamo a Jesolo, la pineta. La seconda, la terza, la quarta ecc. ecc hanno devastato e trasformato il resto della città, con tutte quelle case vuote e invendute che sembrano delle abitazioni per zombi, e forse rimarranno   ancora lì, per qualche decennio, come cattedrali nel deserto. Vorrei tanto sbagliarmi!!! Se avessero potuto e se non fosse intervenuta la salvaguardia, avrebbero probabilmente, cementificato anche la spiaggia e non è detto che non lo facciano, prima o dopo! Tutti i mega interventi fatti a Jesolo, hanno lasciato sul territorio solo fallimenti e grandi problemi, non da ultimo, in questi giorni, il fallimento dell’impresa Eurocostruzioni,  che era una tra le più importanti imprese edili di Jesolo… Ha chiuso, lasciando a casa, tra operai e terziario, qualche centinaio di operai.
Per i politici locali il futuro della città, probabilmente consisteva e consiste ancora nella devastazione del territorio, tutto questo è, quotidianamente, ben visibile sotto gli occhi di tutti noi.
Ma veniamo alla spiaggia di Jesolo con le sue mareggiate periodiche, ogni anno, sempre le solite, da decenni; cambiano i sindaci, ma i problemi rimangono sempre gli stessi. Che ci sia stato qualcuno che avesse voluto e provato ad affrontare il problema di petto con la Regione e/o con le istituzioni? La città non lo sa, la città legge che ogni anno milioni di euro vengono buttati a mare. E questa è l’unica cosa certa, hanno buttato a mare qualche decina di milioni, solo per comperare e spostare la sabbia da una parte all’altra.
La sabbia che è stata usata per il ripascimento della spiaggia fa’, a dir poco, schifo. Detriti da inerti ovunque, una sabbia polverosa che di dorato non ha nulla. Ma da tutto questo "gioco",sicuramente qualcuno ne sarà uscito gratificato.
C’era una volta……  Il consorzio "Venezia Nuova" ed oggi? Non ci sono più i soldi a getto continuo. Il pozzo di San Patrizio si è esaurito… Dopo le inchieste della scorsa primavera, c’erano tutti dentro, dai politici alle imprese, tutti pagavano tutti e oggi? Il giocattolo si è rotto e probabilmente quei soldi sperperati e buttati a mare per il ripascimento non ci sono più. E allora? Qualcosa questi politici che amministrano la città, riusciranno a tirar fuori dal cilindro, come i bravi maghi? O meglio dire: non ci sono più i maghi di una volta! Cosa faranno per la nostra Jesolo?
Ricorderò e ricorderemo sicuramente, questi ultimi due anni di amministrazione comunale sorretta dal PDL-PD!  Non ho mai visto una spiaggia d’inverno così lercia, sporca e piena di rifiuti, lasciati lì da quasi 3 mesi, come cadaveri in stato di decomposizione. In spiaggia, io, ci vado tutti i giorni. Vado a farmi delle camminate sul lungomare o sulla battigia, ma i rifiuti sono sempre lì… Oggi dopo 75 giorni sono ancora lì, ammucchiati , ma sempre sparsi sulla sabbia dorata, di un tempo, di Jesolo.
Non ho ricordi in vita mia di aver visto una spiaggia così in disordine durante i mesi invernali, è sempre stata tenuta in ordine. Nemmeno ai tempi dei sindaci Martin e Calzavara, la spiaggia era ridotta in queste condizioni pietose, oggi è una latrina per cani e sbandati… C’è di tutto, deiezioni canine, feci umane, bottiglie di vetro e di plastica, rifiuti di ogni tipo e chi più ne ha più ne metta, vogliamo dirla tutta? Ma la spiaggia chi la dovrebbe gestire nei mesi invernali? C’è un regolamento di polizia Urbana? chi dovreste sanzionare ? leggiamolo, TITOLO III: Nettezza, decoro ed ordine del centro abitato Articolo 7: Disposizioni generali. Tutte le cose, i manufatti, i luoghi privati, aperti o esposti al pubblico, debbono essere tenuti costantemente puliti ed in stato decoroso dalle rispettive proprietà.
E' vietata qualsiasi forma di imbrattamento, lordamento e/o danneggiamento del suolo.
I trasgressori, oltre ad essere passibili di sanzione pecuniaria, sono obbligati a provvedere alla rimessa in pristino. Articolo 8: Pulizia delle aree date in concessione, ecc. Omissis
Mi chiedo solo una cosa, ma gli amministratori di maggioranza della nostra ridente cittadina balneare, se ne saranno accorti di questo schifo? Perché non intervengono? I sacchettini per le deiezioni riappaiono ogni tanto come miraggi nel deserto. Ma chi di voi, si è accorto di quanti cani tutti i giorni vengono portati in spiaggia e lasciati liberi di correre e di lasciare le loro "cacche" ben visibili a tutti, forse i loro proprietari sperano nelle mareggiate? Alla domenica poi……….Lasciamo perdere, è inutile. Vi dico solo che domenica scorsa c’era un gruppo di cani, circa una ventina, tutti accompagnati dai loro amati padroni in uno spazio di 20 metri, credete che ne abbia visto uno raccogliere quelle "amate cacche". Macché, pura utopia, tanto poi il mare, se le porta via, si! si porta via tutto…
In questi giorni stanno cercando ripristinare la spiaggia passando con i mezzi pesanti, così mi sono chiesto, ma tutte quelle bottiglie di vetro che si rompono sotto il peso di quei pachidermi che passano avanti e indietro, che fine faranno? Dove andranno tutti quei pezzettini di vetro? Ricordo ancora, che l’anno scorso, ci fu una polemica in piena stagione, allorché alcuni turisti finirono sulla stampa per aver rinvenuto dei pezzi di amianto in zona faro e degli altri invece, perché si erano improvvisati, nella zona della pineta, alla raccolta del vetro sparso sulla sabbia.
Vogliamo parlare anche delle dune di sabbia? Uno schifo sotto gli occhi di tutti, anche degli stessi Jesolani, che spesso sento dire " Cossa servie ste dune, ste  mottare de sabion?
È vero, loro chi? La chiamano difesa per le mareggiate, ed è anche vero che ci sono alcune zone senza questi obbrobri! Perché? O tutto o niente! Se servisse…


Qui sotto alcune immagini della situazione in spiaggia. Dalla 1a mareggiata del 7 di  Novembre del 2014  al 21 Gennaio 2015

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu