22.02.2017 - Jesolo e i cani di Zaia - Il blog di Jesolo, il blog di Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

22.02.2017 - Jesolo e i cani di Zaia

2017

Jesolo 22 Febbraio 2017

Jesolo 22 Febbraio 2017
Foto e filmati di Claudio Vianello ©2017

Dalla serie "il Circo"


Jesolo e i cani di Zaia

Un'immagine di una Domenica qualunque, in spiaggia a Jesolo

Leggo e non mi stupisco più  di quanta demagogia ci possa essere nella politica.
Il governatore del Veneto Luca Zaia, si sente preoccupato per il divieto di lasciare liberi i cani d’inverno in spiaggia a Jesolo. Cani che scorrazzano liberi, e che lasciano i loro ricordi dove ci sono famiglie con bimbi che giocano sulla sabbia, ed "esseri umani" che passeggiano in tranquillità.
Mi faccio solo una domanda: che siano queste le vere preoccupazioni che un " independence governor", debba avere ?
Ricordo, come espresso nell’occasione dal sindaco di Jesolo Valerio Zoggia, che la nostra città ha un problema assai più importante da risolvere da decenni, quello dell’erosione del nostro litorale, che in tutti questi anni anche di governo Zaia, per Jesolo non sia stato fatto assolutamente nulla di definitivo in difesa di questo reale problema. Fino ad oggi soluzioni posticce e temporali.
Dov’era Zaia in questi anni? Dov’era quando spostavano la sabbia con i soldi del Mose,"di Venezia Nuova", dal mare alla battigia e poi con la prima burrasca vedere che tutto il lavoro fatto e soprattutto i denari pubblici spesi per il ripascimento venivano ributtati di nuovo al mare? E oggi scopro che per Zaia, il problema sono i cani di Jesolo per una sanzione elevata ad una signora di Treviso, dalla polizia urbana.
Vorrei ricordare, se se ne fosse dimenticato, che l’entrata in spiaggia dei cani è normata da una legge regionale la 17/2014, che il cane dev’ essere tenuto al guinzaglio di un metro e mezzo di lunghezza e  il padrone deve avere con se la museruola  e soprattutto raccogliere le deiezioni del suo fido.  Ave  Cesare, la legge regionale è stata fatta dal suo governo, ergo, sarebbe ora che a Jesolo la spiaggia venisse rispettata anche da chi ne usufruisce d’inverno. La spiaggia non dev’ essere un campo di addestramento per i cani, ma dovrebbe essere vissuta soprattutto come relax per gli esseri umani. Se poi qualcuno volesse portarsi appresso il suo fido, questi si dovrebbe semplicemente attenersi alla legge. Ed è giusto, che chi non rispetta queste norme, venga sanzionato.
Venga venga Zaia, a farsi un giretto ogni tanto al mare d’inverno in tempi non sospetti, magari facendosi una corsetta sul lungomare e farsi rincorrere da qualche cagnolino, un lupo e/o un pitbull, facendo Lei attenzione a non essere morsicato. Poi ne riparliamo.
È vero, cosa non si fa per attingere qualche voto elettorale d’altronde, il cane ormai è di moda. Se non ce l’hai non ami gli animali, almeno questo e quanto ti senti dire!
Ricordo, che a Jesolo si vota nei prossimi mesi per eleggere il nuovo Sindaco e decisamente la Lega con tutto quello che ha combinato in questi ultimi anni, ha poche chances di farcela, tornerà all’opposizione! Ricordo che con quest’ultimo  pateracchio, si è chiusa definitivamente un’epoca per la lega di Jesolo, al governo della città.
Per quest’ultima tornata elettorale,  si è messa in un grande pentolone dove all’interno si son messi tutti quelli che fino all’altro giorno, si son fatti la guerra. Per onor di cronaca politica,  dentro ci sono: Martin che è stato detronizzato da Calzavara, Bison che è stato mandato a casa da Calzavara e oggi in soccorso di " camera caritatis " arriva anche the governor… Roba da matti.
Questa è l’Italia e/o meglio il Veneto Indipendente!

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu