29.04.2015 Effetto sega - I pini di Jesolo - Il blog di Jesolo, il blog di Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

29.04.2015 Effetto sega - I pini di Jesolo

Rubrica a TuttoTondo > Venti15 Tutto Tondo > Geni & Geni 2015






                                                                                                                       2013                      Trovate la differenza                 29 Aprile 2015
Jesolo 29 Aprile 2014
di Claudio Vianello " Effetto sega"

Era solo lo scorso 14 Aprile, quando Claudio Corazza e Claudio Bassetto, si erano incatenati ai pini cinquantenni di via Ippolito Pindemonte a Jesolo, così facendo volevano evitare lo scempio che poi l’amministrazione comunale jesolana ha messo in atto e cioè il taglio dei 39 esemplari di pino   marittimo esistenti lungo la via.
Da allora di giorni ne sono passati solamente 15 e, l’amministrazione comunale jesolana ha compiuto un totale "Effetto sega" su quei pini, domani saranno segati gli ultimi sei ancora in vita.
Però, in questi giorni la sensibilizzazione cittadina si è alzata e di molto. Dall’ apertura banchetto per la raccolta di firme, posto in via Pindemonte, si sono presentati per firmare contro il taglio, oltre 1500 Jesolani.
Domani sera 30 Aprile alle ore 20.30, noi cittadini di Jesolo abbiamo un’opportunità unica. La convocazione del Consiglio Comunale di Jesolo, che come ultimo punto all’ordine del giorno, l’undicesimo per esattezza, avrà la discussione sul taglio dei pini marittimi di via Pindemonte, presentata dai Consiglieri Comunali di opposizione, eccetto uno. Questi i loro nomi Martin, Pomiato, Buscato, Bison, Campaner, De Zotti e Crosera.
In Consiglio Comunale, sarà presente tra il pubblico anche il professor Stefano Bona dell’Università di Padova e docente per il DIPARTIMENTO DI AGRONOMIA ANIMALI ALIMENTI RISORSE NATURALI E AMBIENTE - DAFNAE. Il professor Bona, fin dal primo giorno della segatura dei pini di via Ippolito Pindemonte, ha dato immediatamente la sua disponibilità per dimostrare che, una soluzione per risolvere il costo della manutenzione dei pini si sarebbe potuta trovare. Il professore Stefano Bona, avrebbe messo la sua scienza a disposizione della città di Jesolo per evitare la segatura dei pini, ed invece voi regnanti jesolani, come dei tori, a testa bassa, avete dato il via alle seghe.
Diciamoci una cosa, non c’è di peggio di un politico "Orbo, sordo e muto" (cieco, sordo e muto). E voi, attuali amministratori comunali di Jesolo, ne siete l’incarnazione politica.
Io sono dell’idea che una decisione così importante per la città di Jesolo, decisione che andava ben oltre le chiacchiere da bar, avrebbe dovuto coinvolgere anche la popolazione, dando la possibilità di dire la propria opinione e, perché no, anche con un voto cittadino di scelta.
Purtroppo, la spocchia che state dimostrando, amministrando questa città sarà vostra testimone, quando verrete cacciati nel 2017.
Il Sindaco in testa, con la sua Giunta, ha dato il via alle seghe, e i nostri 39 pini che esistevano da 50 anni sulla via, sono stati rasi al suolo. Complimenti!
Scriveva Lega ambiente al Sindaco nei giorni scorsi:
Innanzitutto bisognerebbe affrontare il problema con la massima sensibilità e professionalità, per cui si consiglia di interpellare, per un progetto, un professionista e non una semplice indicazione di uffici tecnici o ditte non specializzate del settore.
Tornando a noi, domani sera il professor Stefano Bona ha dato la sua disponibilità, a titolo gratuito, a relazionare in Consiglio Comunale sul problema delle radici dei pini. Secondo il professore, ci sarebbero delle soluzioni per risolvere questa problematica, una volta per tutte, senza eliminare i pini e/o quanto meno sostituendo i pini vecchi con dei nuovi, creando così i presupposti per una Jesolo con delle piante arboree tipiche di paesaggio marino.






 
Torna ai contenuti | Torna al menu