29.07.2014 Il giornale dei sogni del Comune di Jesolo - Il blog di Jesolo, il blog di Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

29.07.2014 Il giornale dei sogni del Comune di Jesolo

Rubrica a TuttoTondo > Venti14 TuttoTondo


"Prima Le Persone"
"TuttoTondo"di Claudio Vianello Venti14©
"IL GIORNALE" DEI SOGNI, DEL COMUNE DI JESOLO ( Tante Tasse )

Jesolo 27 Luglio 2014
di Claudio Vianello Venti14©

In questi giorni è in distribuzione alle famiglie della nostra città il giornale dell’amministrazione comunale, un almanacco di tante cose ……… fatte? E soprattutto di moltissimi numeri, (chiamiamole tasse e supposte comunali).
Tralascio l’introduzione del Sindaco, perché, per chi come me fa e/o meglio tenta di far politica, risultano essere le solite parole, belle parole, peccato che siano sempre le solite.
Tralascio le prime pagine e la mia attenzione non può che fermarsi a pagina sei, dove sembra quasi che a Jesolo siano aumentati i residenti e addirittura i  bambini: " Eureka!!!", i numeri : nel 2010 eravamo 25.601 nel 2013 siamo 24.909 unità, ma questo punto lo lascerò come chicca finale.
La pagina sette, ti riserva un Consiglio Comunale di amici, però se vai a spulciare dentro il Consiglio Comunale di Jesolo, ti accorgi che  tra i gruppi di maggioranza è sparito il Popolo della libertà, allora… stropiccio gli occhi e penso: ma se aveva raccolto 2047 voti pari al 18%, e 1424 voti ai candidati, e adesso ? Dove sono andati a finire,gli eletti dai cittadini nelle file del Popolo della Libertà ? Che sia un refuso ? Rileggo meglio e dico "Il Popolo della liberta", ovvero Forza Italia  a Jesolo non esiste più!
Questi transfughi sono passati con Angelino Alfanooooo. Una cosa molto strana, ma la gente di Jesolo che li ha votati lo sa?  E poi, e poi  e poi   ………
Continuo nella lettura di questo libretto dei sogni e chi mi trovo in ottava pagina? Tutta la Giunta in pompa magna e per di più sorridente, che sia il sole che non c’è quest’anno a Jesolo che li rende felici ? Il governo della città, Sindaco e giunta con le missioni e le strategie cittadine, (sarebbe forse una missione sistemare le strade?) Io credo che dovrebbe essere un punto di partenza !
E poi, e poi e poi, arriviamo al riepilogo delle entrate, solamente due pagine più in là della giunta sorridente, ecco il libro dei sogni, pardon delle tasse: l’anno scorso il Comune di Jesolo ha  introiettato 53 milioni di euro e qualche spicciolo, dei quali, 37 milioni e spiccioli di sole entrate tributarie. Perché gli spiccioli, nelle amministrazioni pubbliche locali, non hanno mai valore ?
Leggo e mi salta agli occhi, il taglio dei trasferimenti da  Roma ( Stato) agli enti locali e chiaramente anche il comune di Jesolo  è stato ghigliottinato, ma nella voce Entrate tributarie la differenza tra il 2012 ed il 2013 si nota, eccome si nota,  non sono noccioline, bensì 16 milioni e rotti. Più sotto, continuando la lettura, noto che l’amministrazione comunale giustifica l’elevata entrata, rispetto all’anno prima con la dicitura TARES, " è stato necessario introiettare direttamente nel bilancio comunale anche la tassa rifiuti, che poi sarà liquidata a Alisea per il servizio svolto. Già il fatto che è stato necessario, è riduttivo, perché sempre tasse comunali sono, se poi ci aggiungiamo  l’IMU e quest’anno la TARI e qualche altra tassa, sono o non sono soldi dei cittadini? E allora W le tasse, perché le tasse fanno bene? Ma a chi?
Se in tutti i paesi del mondo il riciclo è un  titolo di guadagno in bianco, l’amministrazione comunale di Jesolo perché fa pagare tutti questi soldi se c’è la raccolta differenziata in città, forse dovrebbero essere premiati quei cittadini che la fanno? O no? Ed invece il comune riciclone ha un importo tale, che la città dovrebbe essere uno specchio.(Sì ma di se stessi).
Continuando nella lettura di questo pseudo libretto dei sogni dell’attuale amministrazione comunale Jesolana, mi soffermo sulle opere pubbliche  finanziate e non ancora avviate, ma a bilancio 2013, per un totale di 1.906.700, un milione novecento seimila settecento ottantuno Euro.
E allora mi chiedo: costoro, per fare un bocciodromo, spendono 476 mila euro consegna prevista: Giugno 2014.
E ancora per la manutenzione di tratti di strade comunali, mettono a bilancio 229 mila Euro.
Non vorrei spingere la lama sulla piaga, ma non si potevano sistemare strade cittadine con i soldi delle bocce?
Tralascio il passaggio delle municipalizzate, che avrebbero bisogno solo di essere tagliate, l’ ha detto la corte dei conti che non servono e sono incontrollabili.
Poi c’è la pubblicità-slogan: I contribuenti… dal dizionario della lingua italiana:
Chi deve, a norma di legge, pagare le tasse … ma se leggo dopo la parola contribuenti: meno tasse per i residenti.
Bla, bla e bla, ancora parole, tante parole, in questo tempo estivo, buttate alla pioggia, visto che, continua a piovere e allora, una volta si diceva piove, governo ladro, e oggi,  cosa dovremmo dire? Forse governo locale, ladro?
La fetta maggiore dei gettiti delle tasse, sì proprio  tasse  dei contribuenti, è versata da chi produce sul territorio di Jesolo, uffici, negozi e attività di vario genere: ma se pagano già IRPEF, ILOR, ecc. ecc. in parole povere  coi numeri pubblicati sul giornalino dei sogni ,gli jesolani che producono pagano al comune di Jesolo  dieci milioni e rotti tra IMU e TARES, poi non lamentatevi se continuate a buttare al vento denari pubblici in manifestazioni inutili, per poi accorgervi tardi che il bilancio ha dei buchi.
Continuo nella lettura: Imposta di soggiorno, e questa che cos’è, un’altra tassa, forse ? Io ho questa sensazione e vorrei sbagliarmi, molte attività ricettivo alberghiere non la fanno pagare al cliente-turista, ma la paga e la versa autonomamente l’albergatore e così, anche tra i molti proprietari di appartamenti che d’estate affittano.
Si vergognano probabilmente di chiedere l’obolo della T…...a di soggiorno al turista?
Possiamo dire che c’è una tassa nuova tutti i giorni?
Le restanti notizie del giornalino sono solo mere illusioni.
E allora, ritorniamo da dove sono partito: i residenti di Jesolo e l’aumento delle nascite.
In questi ultimi dieci anni, gli amministratori comunali succeduti fino ad oggi, avrebbero dovuto portare la popolazione di Jesolo a 29/30 mila residenti, così facendo si sarebbe, forse, avuta la possibilità di vivere di più in città, ma probabilmente non è stata la lungimiranza di chi ha dato il via alla costruzione di 4,5/5 mila nuove abitazioni, per  mera speculazione. La città di Jesolo, in questi anni, avrebbe dovuto crescere e invece, moltissimi nostri concittadini hanno dovuto abbandonare la loro città natia e  trasferirsi in comuni limitrofi, dove il costo delle abitazioni era più appetibile dei prezzi praticati a Jesolo, gli appartamenti erano arrivati a delle cifre stratosferiche! E allora come ha fatto a crescere il numero dei residenti? Semplicissimo è aumentato il numero degli extracomunitari e se noi italiani facciamo attenzione a fare figli, per loro non è, a quanto sembra, un problema. Tutto qua. C’è da fare una specificazione, lo sanno quei politici che governano la città, quanti nostri figli se ne sono andati da Jesolo in cerca di lavoro nel mondo ? Rispondo io per loro! Moltissimi!
Ribadisco il concetto: più case ai residenti, ma a prezzi accessibili. Probabilmente qualcosa non ha funzionato, troppa speculazione e solo per pochi.
Tutto quello che è stato costruito fino a oggi è quasi tutto invenduto, le grandi cattedrali volute dalle amministrazioni precedenti sono ancora lì, quasi tutte vuote.
E coloro che sono oggi al governo, invece di tagliare piangono e poi chiedono nuovi oboli alla città.
Forse è troppo…
L’inciso di questi giorni è dovuto: stanno arrivando le nuove imposte volute e/o non volute, sono sempre imposte, benvenuta TARI, è solo una componente…….

N.B. non ho parlato del problema delle municipalizzate, perché è mia intenzione affrontarlo in un articolo ad hoc.




 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu