30.05.2013 Niente donne tra gli Steward - Il blog di Jesolo, il blog di Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

30.05.2013 Niente donne tra gli Steward

Rubrica a TuttoTondo > Venti13 TuttoTondo

Jesolo  30 Maggio 2013


A" Tuttotondo" di Claudio
 

Il Presidente Renato Cattai             Gli Steward nella  Stagione 2012

Jesolo: lavoro vietato alle donne, per non offendere i venditori abusivi immigrati islamici.

Se fossimo il 1° di Aprile, potremmo dire: è sicuramente un pesce d’aprile, ma non è così.
Sono tutti forti e maschi, nessuna bella ragazza come nel 2012 .
Sono i nuovi  50 steward che la Federconsorzi di Renato Cattai ( il presidente ), ha assoldato  per "sorvegliare" i consorzi lungo l’arenile di Jesolo quest’anno.
Gli Steward dovrebbero occuparsi anche quest’anno di accoglienza e informazione da dare ai turisti in spiaggia.
Ieri è stato presentato il programma per la stagione 2013, a presenziare in pompa magna  in sala consigliare di Jesolo, il Sindaco Valerio Zoggia, il comandante dei Vigili Claudio Vanin e il presidente della Federconsorzi Renato Cattai, associazione che raggruppa i consorzi dell’arenile Jesolano.
La presentazione del servizio " Steward 2013"  è filata liscia fino a che, il presidente Renato Cattai se n’è uscito con una sequenza poco felice e discriminante verso il sesso gentile:,dice il Cattai: "Nel 2012 le ragazze hanno svolto benissimo il loro compito
, ma abbiamo rilevato che molte volte sono state motivo di tensione con gli immigrati e non certo per colpa delle operatrici ". Abbiamo inoltre notato – sottolinea ancora il presidente  "che il musulmano non tollera di essere rimproverato da una donna. La considera un'offesa, si agita, risponde in malo modo, creando situazioni di tensione".
Sono gravi queste affermazioni fatte in un momento dove quotidianamente le donne vengono prese a bersaglio , direi di più, giust’appunto in questi giorni è stato addirittura coniato un nuovo neologismo " femminicidio ".
Tutto ciò stupisce, se pensiamo che Jesolo Lido è famosa nel mondo per il suo divertimentoe l’apertura verso lo straniero, quindi,  non si capisce il perché a Jesolo si siano prese  delle decisioni poco democratiche e tanto discriminanti.
Questa caduta di classe probabilmente farà discutere moltissimo nei prossimi giorni, e chissà se il presidente sarà costretto a dare le dimissioni ?.
Per il momento speriamo solo che il presidente Renato Cattai possa rivedere questa scelta, sperando solo che, " la scelta"non sia stata presa dall’intero consiglio della Federconsorzi, perché allora, sarebbe ancor più grave.
Per quanto poi concerne gli extracomunitari presenti già in massa lungo l'arenile , la questione è una questione di pubblica sicurezza e quindi, se ne dovrebbero occupare le forze dell’ordine.
A questo punto sorge naturale farsi una domanda: ma gli steward dovrebbero dare informazioni e consigli oh ?

Claudio Vianello

 
Torna ai contenuti | Torna al menu