30.08.2014 La trasparenza sugli atti pubblici a Jesolo sta di casa - Il blog di Jesolo, il blog di Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

30.08.2014 La trasparenza sugli atti pubblici a Jesolo sta di casa

Rubrica a TuttoTondo > Venti14 TuttoTondo

"TuttoTondo"

di
Claudio Vianello Venti14©


UTOPIA, TRASPARENZA  E… L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI JESOLO
Tanti proclami, tanta ipocrisia e tanto muro di gomma…
…Nessuna vergogna e molta spocchia…


L'ultimo giornalino dell'attuale amministrazione  comunale " prima le persone"  e la Giunta Jesolana, al completo tutta trasparente !

Jesolo 30.08.2014
di Claudio Vianello Venti14©
Se qualcuno di voi volesse conoscere il significato del principio della trasparenza, inteso come «accessibilità totale» alle informazioni che riguardano l'organizzazione e l'attività delle pubbliche amministrazioni, (…), può tranquillamente cliccare sopra a questo link del Ministero dell’Interno della Repubblica Italiana, e continuare a leggere. Belle parole, sì sempre parole, ve la ricordate la canzone di Mina e Alberto Lupo? Parole, parole e parole soltanto parole (..)…………Da quel lontano 1971 di anni ne sono passati, e purtroppo ……(...) questo invece è quanto dice la legge Italiana sulla trasparenza

E se poi volessimo capire meglio, ecco una sentenza dell’Avvocatura dello Stato che chiarisce il concetto di accesso ad un cittadino residente in un comune a cui chiede una delibera del Consiglio Comunale:
La Commissione ha poi risposto ad un cittadino che chiede se il diritto di accesso ad una delibera comunale dell'Ente locale di residenza sia assoggettata al regime giuridico previsto dalla legge n 241/1990 ovvero a quello contenuto nell'art 10 del D.Lgs. n 267/2000, poiché l'Ente acceduto lo ha invitato a specificare l'interesse diretto, (…) leggi la risposta del Governo Italiano all'accesso agli atti…..
Bene. Perché questa premessa? In Italia è sempre così. Le leggi sono i meandri del buio, loro, i politici vedono il lumicino in fondo al tunnel ed il popolo invece? Le leggi in Italia non vengono mai fatte rispettare, in primis da chi dovrebbe rispettarle e per di più spende i nostri soldi, arroccandosi il diritto di negare una richiesta, fatta da un comune cittadino per accedere agli atti amministrativi che dovrebbero essere pubblici, vergogna!
Alla prossima tornata elettorale ce la dobbiamo ricordare la trasparenza di questa maggioranza!
Come spendono e spandono, o forse sarebbe meglio dire: come sperperano i nostri denari, senza poi dare, su eventuali richieste di accesso agli atti, da parte dei cittadini interessati alla vita amministrativa del proprio comune di residenza, una risposta trasparente.
Ecco come si comporta l’amministrazione Comunale di Jesolo, su di una precisa richiesta di accesso a degli atti pubblici, richiesta formale fatta dal sottoscritto, in data 21 Luglio 2014. Il Comune di Jesolo per mano del segretario Comunale Francesco Pucci mi risponde nel giro di pochi giorni, comunicandomi il diniego di accesso per le seguenti delibere di giunta:

- n. 142 DEL 7/5/2013 CONCESSIONE DI UN CONTRIBUTO ECNOMICO ALLA PRO LOCO DI
JESOLO PER LO SVOLGIMENTO DELLA MOSTRA "SCULTURE DI SABBIA - IL RINASCIMENTO
ITALIANO" 15 GIUGNO - 14 LUGLIO 2013;


- n. 174 DEL 1/7/2014 CONCESSIONE CONTRIBUTO ECONOMICO ALLA PROLOCO DI
JESOLO PER L'ORGANIZZAZIONE DELLA MOSTRA "SCULTURE DI SABBIA" DAL 15 LUGLIO
AL 3 AGOSTO NELLE PIAZZE TORINO, BRESCIA, NEMBER E CENTRO STORICO.


Sulla lettera di diniego inviatami, si scrive che avverso il rifiuto si potrà presentare ricorso entro 30gg al Tribunale Amministrativo Regionale.

Credo che simili comportamenti non siano consoni, visto che, l’atto non presenta motivi di segretezza atti a denegare la mia richiesta di accesso alla delibera di giunta.
Vuoi vedere che per conoscere gli importi di spesa per delle attività di semplice amministrazione, il cittadino interessato alle sorti della propria città deve sostenere la modica cifra di 1800 Euro per un eventuale  ricorso al TAR? Spocchia politica o paura che venga scoperchiata la pentola? Perché il diniego all’accesso all’atto amministrativo?
Tutto questo forse perché, da buon cittadino, volevo sapere quanto e come l’amministrazione comunale di Jesolo aveva speso nel 2013, per le sculture di Sabbia (120 mila Euro?... Mi interessava avere l’atto), e confrontarle con quelle spese quest’anno sempre per le sculture di Sabbia (30 mila Euro a scultura per quattro? Ergo 120 mila come il 2013?)… durate, come tutti sappiamo, l’arco di una breve eiaculazione precoce. Molto spesso il politico si lava la bocca con la parola " partecipare "…"studiare" e "imparare" come l’amministrazione comunale di Jesolo spende!  Ed eventualmente sollevare delle critiche in base all’analisi degli atti amministativi comunali.
D’altronde a Jesolo, con il PD la trasparenza sta solo sulla pellicola "Domopak "!!

Documenti da visionare D.Lgs. n 267/2000

DECRETO LEGISLATIVO 14 marzo 2013, n. 33:
Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicita', trasparenza e diffusione
di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni.

Questo l'articolo del D.L.33
Pubblicita' e diritto alla conoscibilita'
1. Tutti i documenti, le informazioni e i dati oggetto di pubblicazione obbligatoria ai sensi della normativa vigente sono pubblici e chiunque ha diritto di conoscerli, di fruirne gratuitamente, e di utilizzarli e riutilizzarli ai sensi dell'articolo 7.



 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu