Articoli vecchi isola pedonale 2012-2013-2014 - Il blog di Jesolo, il blog di Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Articoli vecchi isola pedonale 2012-2013-2014

Rubrica a TuttoTondo > Venti15 Tutto Tondo > Geni & Geni 2015

LA CONFUSIONE È DI CASA A JESOLO TRA LA MAGGIORANZA DI GOVERNO

JESOLO – Zoggia cancella la pista; a rischio la ciclabile tra piazza Marconi e il faro – Tutti perplessi, maggioranza inclusa

Martedì 12 Febbraio 2013,da Il Gazzettino

«Senza pista ciclabile si rischia il caos». È scontro sulla scelta dell’Amministrazione comunale di eliminare la lunga pista ciclabile che collega piazza Marconi con il faro. Alla base della decisione il fatto che la pista ciclabile non sia “legale” e la necessità di legittimare il doppio senso di marcia al trenino che percorre la Ztl. Ma le perplessità su questa scelta non mancano, a partire dalla stessa maggioranza.

«La necessità di togliere la pista ciclabile è emersa in una relazione presentata dalla Polizia locale – dice il capogruppo di maggioranza Mirco Crosera – Tuttavia invito l’Amministrazione a valutare bene ogni possibile scelta, in modo da evitare ripercussioni negative per il nostro turismo». Dai banchi di opposizione a farsi sentire è Christofer De Zotti di “Jesolo Bene Comune”: «Nutriamo forti e motivate perplessità su questa proposta – spiega – che rischia di creare un grave danno di immagine per Jesolo e peggio ancora mettere a serio rischio la circolazione dei ciclisti. L’Amministrazione rifletta con attenzione». Daniele Bison chiede di trovare una valida alternativa: «Perché la gente andrebbe in via Aquileia, strada priva di pista ciclabile e ancora più pericolosa. C’è da chiedersi perché i sindaci che hanno preceduto Zoggia non sono mai intervenuti per correggere quello che sembra essere un assetto viabilistico ai limiti della legge? Temiamo inoltre che questa scelta dia il via a richieste di risarcimento da parte di persone rimaste coinvolte in incidenti».

Critico anche il segretario della Lega Nord ed ex sindaco Francesco Calzavara: «Per tentare di risolvere il problema dei risciò e biciclette serali – dice – si elimina una pista ciclabile, fondamentale per un turismo attento ai temi ambientali, mettendo a rischio anche il mantenimento stesso della Bandiera Blu. In tutto il mondo si cerca di aumentare la viabilità ciclabile a discapito di quella veicolare, a Jesolo si fa il contrario. È una ulteriore dimostrazione della scarsa sensibilità verso il turismo di questa Amministrazione».
Marzo 2013  da il sito http://www.comune.jesolo.ve.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/3978
LA SCELTA È STATA FATTA: LA ZTL NON SI TOCCA
All’unanimità la Giunta ha deciso di rispettare il volere dell’ospite

La riunione di maggioranza di venerdì scorso è stata decisiva per definire le sorti della ZTL a Jesolo.
Dopo varie proposte, tra cui anche la possibilità di aprire al traffico la zona compresa tra piazza Torino e piazza Milano dopo la mezzanotte, la Giunta ha deciso che per quest’anno sarà rispettato il desiderio dell’ospite. Quindi nessuna variazione oraria.

“Siamo tutti consapevoli che l’isola pedonale è un punto di forza della nostra località e siamo tutti orientati ad individuare la soluzione che ne consenta il mantenimento in condizioni di sicurezza - spiega l’assessore alla viabilità e trasporti Roberto Rugolotto -. Quindi, nessun ripensamento sull’orario della ZTL, che continuerà ad essere il fiore all’occhiello di Jesolo”.

Un’isola pedonale più lunga d’Europa, scelta da migliaia di turisti ogni estate, ma non solo. La cosiddetta via Bafile è diventata negli anni la vetrina di numerose manifestazioni ed eventi, capace di attrarre in passeggiata curiosi e famiglie.

Inoltre, dall’indagine promossa dall’amministrazione comunale nel corso dell’estate 2012 è emerso che per l’80% dei turisti intervistati il periodo di chiusura è adeguato ed il 58% ritiene che dovrebbe essere rigorosamente dedicata al passeggio (lo pensa il 64% degli italiani e il 50% dei turisti stranieri che risultano molto meno infastiditi dalla presenza di biciclette e risciò rispetto agli italiani).

“La ricerca ha parlato chiaro – commenta il sindaco Valerio Zoggia – e quindi per quest’anno rispetteremo il desiderio dei nostri ospiti. Qualsiasi sperimentazione che il comune intende avviare serve per cercare di apportare dei miglioramenti nella qualità della vita e del benessere dei residenti e di chi viene in vacanza a Jesolo. Riproporremo anche quest’estate l’indagine sulla percezione della località da parte del turista, cercando di allungare il periodo della ricerca e ampliando il campione, per valutare meglio qualsiasi altra ipotesi”.

Maggio 2014 da il sito http://www.comune.jesolo.ve.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/5493
L’Amministrazione Comunale di Jesolo ha deciso di adottare anche per il 2014 provvedimenti di limitazione del traffico nelle zone maggiormente interessate dall’afflusso turistico.

A tal fine istituisce in alcune aree del litorale Zone a Traffico Limitato (ZTL), nelle quali sono vietate la circolazione e la sosta, per i veicoli a motore e la circolazione per i monopattini e altri veicoli similari. La ZTL è attiva da mercoledì 28 maggio a domenica 14 settembre 2014, dalle ore 20 alle ore 6 del giorno successivo nelle seguenti zone del litorale:

24 Gennaio 2015 da La Nuova Venezia
Ztl e sicurezza in via Bafile Saranno eliminati i parcheggi
JESOLO. Sicurezza in via Bafile e Ztl, il Comune annuncia i prossimi interventi a seguito dei tanti incidenti anche tragici sulla via di Jesolo. Il vicesindaco, Roberto Rugolotto, ha introdotto...

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu