Le Novità Fiscali 2013 - Il blog di Jesolo, il blog di Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Le Novità Fiscali 2013

Notizie arretrate del Blog > Le notizie dal Blog > Venti13
 


" se chiudono le imprese, aumentano i disoccupati !"
SEMPRE PIU' IMPRESE CHIUDONO QUOTIDIANAMENTE IN ITALIA
INVECE DI AUMENTARE LE DETRAZIONI DI IMPRESA LE RIDUCONO !


LE NOVITÀ FISCALI IN BREVE DELLA SETTIMANA AL 27.10.13

Il Disegno di legge di Stabilità 2014 all'esame del Parlamento, prevede, tra le varie misure, che, entro fine gennaio 2014, un apposito decreto fissi nuovi limiti di spesa per 18 crediti d'imposta. Tra i tagli vi è quello previsto per le imprese che finanziano progetti di ricerca e per le PMI che investono nella ricerca scientifica, le agevolazioni per l'editoria, le nuove iniziative imprenditoriali di cui alla Legge n. 388/2000, l'offerta on line di opere dell'ingegno (software, musica e prodotti editoriali on line), le borse di studio universitarie, l'acquisto di veicoli alimentati a metano e Gpl.
Nel testo del Ddl è stata introdotta anche la deducibilità dell'IMU pari al 20% per le imprese, la cui copertura arriverà dal ripristino (retroattivo) dell'Irpef sulle case sfitte nel Comune di residenza.
Il Disegno di Legge contiene anche il taglio delle detrazioni Irpef del 19% attualmente previste (con limiti di spesa) per spese mediche e farmaci, spese per portatori di handicap, interessi mutui prima casa e spese per intermediazione immobiliare, interessi per prestiti o mutui agrari, assicurazioni sulla vita e contro gli infortuni, spese scolastiche e universitarie e spese per asili nido, spese per attività sportive praticate dai ragazzi (palestre, piscine e altre strutture sportive), spese per addetti all'assistenza personale, spese canoni di locazione sostenuti da studenti universitari fuori sede, spese veterinarie, spese funebri, alcuni tipi di erogazioni liberali. Per tutte queste spese, la detrazione Irpef scenderà al 18% per l'anno d'imposta 2013 e al 17% per l'anno d'imposta 2014.
E’ stato definitivamente approvato il D.L. n. 102/2013, cioè il cosiddetto “decreto Imu", con il quale viene confermata la cancellazione del versamento della prima rata dell'Imu per il 2013. Si tratta dell’abitazione principale e relative pertinenze, esclusi i fabbricati classificati nelle categorie catastali A/1 (di tipo signorile), A/8 (in villa) e A/9 (castelli e palazzi di pregio artistico o storico); gli alloggi assegnati dagli Iacp, dall’Ater o altro ente di edilizia pubblica; gli immobili delle cooperative edilizie a proprietà indivisa adibiti ad abitazione principale dei soci; i terreni agricoli; i fabbricati rurali.
Il Decreto prevede anche altre misure. La cedolare secca sugli affitti con contratti di locazione concordati (cosiddetti “contratti 3 + 2”) scende dal 19 al 15% già a partire dal 2013. Inoltre, il tetto massimo su cui calcolare la detrazione Irpef dei premi assicurativi pagati per il rischio morte e quello di invalidità permanente è ridotto a 630 euro già per l’anno d’imposta 2013, mentre passa a 530 euro a decorrere dal 2014. A decorrere dal 2014, poi, non costituirà più onere deducibile il contributo al SSN sui premi assicurativi di auto e natanti. Numerosi ritocchi sono stati fatti alla disciplina della Tares, in relazione alla quale, tra l’altro, non si applicano per l’anno 2013 sanzioni per versamenti insufficienti se il Comune non ha provveduto ad inviare ai contribuenti i modelli di pagamento precompilati.
In attesa di una circolare, l'Agenzia delle Entrate ha emanato una direttiva sulle sanzioni legate al monitoraggio fiscale dopo le novità della L. n. 97/2013 sul modulo RW. In particolare le sanzioni  ridotte si applicano anche per il passato e non si applica alcuna sanzione per gli obblighi soppressi.
Dal 1° gennaio 2017 la dichiarazione IVA dovrebbe cambiare faccia. La Commissione UE ha ufficializzato la proposta di revisione della dichiarazione IVA in tutti i Paesi dell'Unione europea, con un modello dichiarativo che passa da 586 voci al massimo di 26.

Da" ASSOCIAZIONE ARTIGIANI E PICCOLE IMPRESE DI JESOLO"  

 
Torna ai contenuti | Torna al menu