Lettera al Presidente AJA 25.08.2012 - Il blog di Jesolo, il blog di Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Lettera al Presidente AJA 25.08.2012

Lettere e Opinioni di Claudio > Le mie lettere ed opinioni 2012 > 3-2012

Jesolo 25 Agosto 2012

Lettera aperta al Presidente dell’ AJA Massimiliano Schiavon.

Gentile Presidente,
anche se non la conosco personalmente la conosco di fama , la reputo una persona intelligente e capace, professionalmente  un albergatore di cui Jesolo ne può solo andar  fiera , averne come lei, posizioni forti per tutelare la Nostra Splendida JESOLO,  assomiglia un pochino al presidente di qualche decina di anni fa, il signor Aldo Giannetti.
Non posso non essere completamente d' accordo con Lei, Presidente Massimiliano, voglioso di tener in palmo della mano la nostra stupenda cittadina Jesolo; però vede , alcune cose in casa propria si dovrebbero vedere.
Leggo dalla Nuova Venezia di oggi che Lei invoca  regole “ Oggi quelle regole sembrano non valere più……… omissis “, le faccio degli esempi eclatanti  sul mondo  “ Alberghi “ a Jesolo e sono convinto che Lei li conosce:

PARCHEGGI: la maggior parte degli alberghi a Jesolo ha pochi parcheggi,  Via Zara, Via Treviso, Via Padova è quasi sempre occupata dalle autovetture dei dipendenti degli alberghi e per di più questi parcheggi pubblici sono bianchi e non a pagamento.
Più di qualche albergo ne usufruisce per mettere le autovetture dei propri clienti.. mi sono sempre chiesto il perché non è stata mai predisposta  la zona blu..
LA RACCOLTA DIFFERENZIATA:  questa a Jesolo Lido sembra un’ utopia, molti alberghi non avendo lo spazio per tenere i bidoni delle immondizie, li spostano lungo la pubblica strada riversando immondizie a iosa in belvedere, e chi invece questi spazi li ha, li occupa per un parcheggio in più e poi  chi ne fa le spese è il decoro cittadino.
Come mai non è stata fatta fino ad oggi la raccolta porta a porta a Jesolo Lido ? in questi 20 anni ? perché i rifiuti prodotti non vengono tenuti nelle aree private ed esposti per la raccolta alla sera per la mattina ?
I PULMANS: lungo la centralissima via e durante le ore della ZTL ( Isola Pedonale) , quante volte abbiamo visto questi pachidermi transitare per le vie, indifferenti del caos che creano, più delle volte bloccando il traffico, scaricando e caricando turisti senza regole !
E qui mi fermo, perché se parliamo di regole, queste devono essere uguali per tutti.

Le riconfermo che la reputo una persona intelligente e capace, ed è per questo che non bisognerebbe farne solo una questione di categoria, ma innanzitutto bisognerebbe guardarsi in casa per prima risolvere i propri problemi e poi discuterne di altri..
Mi ricordo negli anni 80 ,quando andavo per lavoro a Valencia ( Spagna), finito di lavorare alla sera la prima cosa che facevo era quello di scappare nei chioschi in spiaggia per mangiare, dove si respirava un’ aria di festa e diversa.
Dal  1992 al 2011, i cittadini di Jesolo scelsero o meglio votarono degli albergatori alla guida dell’ Amministrazione Comunale di Jesolo, ed è qui che cominciò la lotta di classe, via le discoteche dal centro, via all’ingresso nella zona pedonale di tutti i veicoli (Risciò, pattini, monopattini, elettrici biciclette e chi più ne ha ecc.) eccetto alle autovetture, in pratica un Caos.
Il problema vero è che, la spiaggia deve essere vissuta d’estate e non addormentata, la Nostra splendida spiaggia oggi non è più governata da un albergatore  che bene o male faceva gli interessi di categoria; oggi al comando della città c’è un Sindaco non di parte, che sa vedere ed ascoltare.
Cerchiamo insieme di cambiare e adoperare quello che di più naturale ha Jesolo.
Questo deve essere fatto a Jesolo!
Ed  invece, come periodicamente accade alla fine della stagione: sempre tutti contro gli altri, troppi campanilismi; adesso con la nuova amministrazione è ora di  lavorare insieme e non differenziarsi  tra  quelli belli e quelli brutti.
Jesolo ha bisogno di ordine e regole da poter far rispettare,  e chi non le rispetta, una volta si diceva : peste lo colga !
Oggi nel 2012 deve essere sanzionato, indifferentemente, senza lottizzazioni.
Grazie della Sua  professionalità messa a disposizione della Città Jesolo e buon lavoro Presidente.
Claudio Vianello

 
Torna ai contenuti | Torna al menu