Lettera al Senatore Maurizio Gasparri - Il blog di Jesolo, il blog di Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Lettera al Senatore Maurizio Gasparri

Lettere e Opinioni di Claudio > Le mie lettere ed opinioni 2012 > 4-2012

Jesolo  13 ottobre 2012
UN SENATORE DELLA REPUBBLICA ITALIANA, CHE DA 20 ANNI SIEDE TRA LA CAMERA ED IL SENATO, IRRIDE UN IMPRENDITORE CHE CON FATICA INVESTE NELLA SUA AZIENDA E SI COMPRA CASA.

Quando la sera dell' 8 di ottobre u.s. partecipai in qualità di ospite, alla trasmissione Quinta Colonna su rete 4 condotta da Paolo Del Debbio, non sapevo chi fossero gli altri ospiti presso lo studio 20 della Fininvest, a Cologno Monzese.
Io mi presentai verso le ore 20,00 e verso le 20,30, iniziarono ad arrivare anche gli altri ospiti.
Il primo ad arrivare, il presidente della Federconsumatori Rosario Trefiletti, sembrava uno di casa ( probabilmente c’è sempre e dappertutto ), il secondo Leonardo Facco,
fondatore di un movimento contro le tasse, il terzo, il consigliere Regionale del Veneto e dal 1980, direttore della CGIA di Mestre, l'associazione sindacale degli artigiani e dei lavoratori autonomi, Giuseppe Bortolussi e ultimo il senatore Maurizio Gasparri presidente dei senatori del PDL al Senato ( è in politica dalla XI, XII, XIII, XIV, XV Legislatura, praticamente dal 1992).
La puntata era imperniata sul problema tasse e fisco,
Lavoratori: dipendenti pubblici, privati o autonomi. Chi sente maggiormente la pressione fiscale e chi evade più tasse? Quanto gravano gli sprechi della politica sulle tasche degli italiani? però credetemi sembrava di stare a dei comizi elettorali, anzichè l’analisi sulle vere problematiche che attanagliano l’ Italia e di chi paga le tasse, e fa fatica  quotidianamente lavorando onestamente.
Una volta che, a seguito delle domande che mi venivano fatte dal conduttore Paolo Del Debbio rispondevo, mi veniva naturale pensare e fotografare attraverso il mio subconscio le altre figure presenti in studio tra gli ospiti e credetemi, vedere un Senatore della Repubblica giocare con il telefonino per 2 ore e mezza, quando all’interno della trasmissione si parlava o quantomeno si provava a parlare  di cose serie che toccavano la popolazione , non è edificante, da lì si capisce perché in Italia c’è la totale indifferenza della classe politica, su veri problemi. E’ come se vivessero su di un altro pianeta.
Tu che vorresti tentare di far capire loro le tue ragioni ed il perchè  stanno uccidendo tutte le aziende e creando disoccupazione quotidiana in Italia, ti accorgi che se la ridono e ti prendono in giro tutti i giorni: in pratica siamo solo carne da macello.
Durante il mio intervento avrei voluto  farmi interprete della classe imprenditoriale, quella delle micro imprese Italiane, spiegando che con una tassazione al 70% circa, le aziende che hanno debiti chiudono definitivamente e quelle che non ne hanno, fanno fatica a tenere aperto, quindi molte, scappano in altri Stati.  
Durante l’analisi sulla mia tassazione , risposi: “ero stato fortunato a comprarmi casa a 32 anni e non ho mutuo” ……. omissis,….poi nell’invettiva dissi “ ve ne dovete andare a casa tutti quanti, rivolgendomi a Gasparri ….. Gasparri invece di sostenere la mia tesi, con spocchia disse” ha comprato la casa  a 32 anni, non ho capito come ha fatto con questi redditi” …omissis.
Questa affermazione da parte di un Senatore della Repubblica Italiana mi ha fatto saltare sulla sedia….. come ? mi dissi! , una persona che da 20 anni siede sui banchi tra Camera e Senato, come può sostenere che non si possa acquistare una casa a 32 anni… probabilmente siamo completamente fusi… se siamo costretti  vedere persone che dovrebbero fare le sorti dell’Italia in queste condizioni, criticare anche chi con grandi sacrifici e mutui ha comperato casa da giovane.…..
Questa è proprio “Onnipotenza” ed è ora che li spediamo a casa a pelar patate….. o a ramazzare le strade perché possano provare il gusto della vita……. come la maggior parte degli Italiani fa…..
Se ne devono andare a casa, hanno stancato … diamogli un aiutino, alla prossima tornata elettorale….


Claudio Vianello

 


 
Torna ai contenuti | Torna al menu