Maggio Venti14 - Il blog di Jesolo, il blog di Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Maggio Venti14

Le notizie della Stampa nazionale > Venti14

SEMPRE LUI, E PURTROPPO NON SI STANCA!
MA COME LUI NEI PALAZZI DELLA LUPA CE NE SONO A BIZZEFFE!



11 Maggio  2014 - DA  "ILGIORNALE.IT"
Berlusconi: "Tornerò in parlamento"
Berlusconi: "Hanno fatto di tutto per escludermi, ma resto in campo". E annuncia: "Tornerò in parlamento entro sei anni"

"Tornerò in parlamento molto prima di sei anni". Silvio Berlusconi non ha alcun dubbio del suo futuro politico.

È, infatti, fermamente convinto che la sentenza Mediaset sarà presto dichiarata ingiusta ed annullata. Ai microfoni dell’agenzia Vista, il leader di Forza Italia non scioglie la riserva su una sua eventuale ricandidatura, ma insiste sull'importante che "la sentenza venga dichiarata per quello che è: infondata". Intanto, però, si impegna a tirare la volata al partito. "Alle Europee un risultato del 20% sarebbe un miracolo - spiega il Cavaliere - appena un punto sotto quello delle elezioni 2013 quando Alfano era ancora con noi. Ma io punto a superare il 25%".

(...) continua a leggere


11 Maggio 2014 - DA  "LIBEROQUOTIDIANO.IT"
Vi racconto io chi è il compagno G e cinquant’anni di mazzette rosse

Non so quale sarà la sorte di Primo Greganti nella sua vicenda giudiziaria odierna. Ma vorrei dire una parola in difesa del «compagno G.». Dalla prima Tangentopoli ha ereditato non soltanto una serie di fotografie di se stesso che oggi stanno su tutti i media. Il lascito più pesante è la convinzione che fosse un cacciatore solitario di mazzette a proprio favore. Avvalorata anche dal silenzio di Greganti che, da militante disposto al sacrificio, rifiutava con tenacia di mettere nei guai il proprio partito, il Pci diventato Pds. In realtà il compagno G. è sempre stato una pulce. Chi incassava le tangenti, in pratica chi rubava, erano le Botteghe oscure. Come dimostrerà la storia seguente.
La storia ha un protagonista ben più forte di Greganti: Eugenio Cefis, il successore di Enrico Mattei alla guida dell’Eni. Cefis era un friulano di Cividale, classe 1921, un pezzo d’uomo alto un metro e novanta. Nel corso della guerra civile, da partigiano autonomo aveva tenuto testa alle bande comuniste di Cino Moscatelli. Era un manager che amava il segreto, l’oscurità, il silenzio. Una regola di vita che mantenne sempre, tranne in un caso. Quando nell’aprile 1993, durante la Tangentopoli numero uno, venne interrogato come testimone dal sostituto procuratore Pier Luigi Maria Dell’Osso. Sentite che cosa raccontò.

(.......)continua a leggere

Jesolo Lido
I numeri del blog

SEMPRE LE SOLITE FACCE, E LA MAGGIOR PARTE SONO ANCORA LI DA OLTRE 30ANNI !
FORSE SARANNO LORO A CAMBIARE LE REGOLE....POSSO DUBITARE!



07 Maggio  2014 - DA  "ILGIORNALE.IT"
Dl Lavoro, arriva la fiducia: i grillini occupano il Senato

Dopo le modifiche in commissione, a Palazzo Madama arriva la fiducia per arginare i 700 emendamenti. I grillini insorgono: "Il governo ha abolito la democrazia". E occupano l'Aula. Seduta sospesa

Il ministro del Lavoro Giuliano Poletti l'ha detto subito: "Ascoltiamo tutti, poi spetta al governo decidere".
Protesta del M5S durante la discussione sul dl Lavoro

La leader della Cgil Susanna Camusso potrà, quindi, minacciare, accusare e denunciare quanto vuole, ma il premier Matteo Renzi andrà avanti sulla propria strada.
Almeno finché avrà i numeri in parlamento. Ma, per ovviare a quest'ultimo problema, il ministro per le Riforme Maria Elena Boschi ha già annunciato a nome del governo l’intenzione di porre la questione di fiducia sul decreto lavoro.
In una intervista a Ballarò Renzi ha replicato a muso duro alle accuse della Camusso. "Il sindacato dovrebbe preoccuparsi di come creare lavoro - ha tuonato - l'attacco della Cgil è triste". Proprio per questo anche davanti ai 700 emendamenti presentati al testo, con la prospettiva di circa trecento votazioni, e alla minaccia dei Cinque Stelle di mettere a ferro e fuoco il Senato, l'esecutivo ha optato per l'ennesima fiducia.

(...) continua a leggere


07 Maggio 2014 - DA  "LAVOCEDIVENEZIA.IT"
Incidente mortale ad Eraclea, Suv invade l’altra corsia e si schianta contro un bus Atvo
L’automobilista del Suv è morto sul colpo, dopo che la vettura, schiantatasi con il bus, è finita nel fossato a destra della strada, ribaltandosi

“Terribile lo scontro avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri in via Fausta, strada che porta a Ponte Crepaldo, frazione di Eraclea (Ve). Un Suv ha invaso la corsia ed è andato a schiantarsi contro un autobus di linea Atvo; nell’incidente ha perso la vita Carlo Borin, 76enne di Jesolo (Ve).
Lo schianto è avvenuto intorno alle 18, quando un autobus dei trasporti orientali del Veneto, diretto verso Caorle, per cause ancora da accertare, si è scontrato con un Suv, proveniente dal senso di marcia opposto, accusato, secondo le prime ricostruzioni, di aver invaso l’altra corsia.
L’impatto è stato dei più tragici. Il Suv, un Land Rover Freelander, a causa dello schianto si è disintegrato, mentre il pullman ha subito un guasto al sistema frenante, incapacitato a fermarsi e proseguito per circa duecento metri sul lato della careggiata, finendo poi fuori strada, ma senza procurare danni all’autista.

(.......)continua a leggere

ED IL GOVERNO VA AVANTI A "BOTTE DI FIDUCIA" PECCATO NON CI SIA LA FIDUCIA DEGLI ITALIANI AL GOVERNO!
PERCHE' NON ELETTO DAL POPOLO


Maghi

07 Maggio 2014 - DA  "UNITA.IT"
Blindato decreto lavoro, chiesta fiducia-Bagarre in Aula, M5S incatenati

Il governo ha preannunciato l'intenzione di porre la questione di fiducia sul decreto lavoro. Lo ha comunicato in aula a Palazzo Madama il ministro per le Riforme, Maria Elena Boschi. La seduta dell'aula è stata sospesa ed è stata convocata una capigruppo che dovrà stabilire il timing del voto di fiducia.
Il testo al decreto Lavoro su cui il governo ha posto la fiducia sarà composto dal dispositivo licenziato dalla Camera emendato con le modifiche approvate dalla commissione Lavoro. I nove

(.......)continua a leggere

 

LA TESTA NEL PALLONE

stanno già correndo...........................................

05 Maggio  2014 - DA  "ILGIORNALE.IT"
Coppa Italia, scoppia la polemica su Genny'a carogna. Il fischio d'inizio deciso dal figlio di un camorrista
Solo dopo 45’ di discussioni con giocatori e forze dell'ordine, il capo degli ultras Gennaro De Tommaso ha dato il suo assenso annuendo visibilmente. I sindacati di polizia contro il Viminale. Gravissimo il tifoso ferito

È stato arrestato per tentato omicidio Daniele De Santis, il 48enne romano, già noto alle forze di polizia, titolare di un esercizio commerciale e sospettato di aver avuto un ruolo di primo piano nel gravissimo ferimento di un tifoso napoletano prima che si giocasse la finale di Coppa Italia, davanti a 62mila spettatori.Lo rende noto la Questura, precisando che si stanno valutando le posizioni di altri che avrebbero partecipato alla rissa. Stando a una prima ricostruzione, pare che De Santis abbia provocato i tifosi napoletani lanciando loro dei fumogeni. Alla violenta reazione dei campani, l’ultrà giallorosso ha risposto esplodendo dei colpi d’arma da fuoco

(...) continua a leggere


05 Maggio 2014 - DA  "ILFATTOQUOTIDIANO.IT"
Finale Coppa Italia, il questore: “Nessuna trattativa con i tifosi sul via alla partita”

Il ministro dell'Interno Alfano conferma la versione e annuncia: "Giro di vite durissimo. Pensiamo a Daspo a vita". La questura: "Ordine pubblico? Ok". La vedova Raciti: "La maglia del capoultrà? Renzi e Grasso erano lì e nessuno mi ha chiamato". Il presidente del Senato: "Ero disgustato, ma sono rimasto per i tifosi per bene". Sacchi: "Resa delle istituzioni ai tifosi". Il Pd: "Sconfitta di tutti". Grillo: "La Repubblica è morta". Intanto all'estero è già diventata la "Coppa della vergogna"

“Nessuna trattativa“. La questura di Roma smentisce le ricostruzioni di tutti i giornali su quei tre quarti d’ora precedenti al calcio di inizio della finale di coppa Italia tra Napoli e Fiorentina, all’Olimpico. “Società, federazione e forze dell’ordine erano tutti concordi sul fatto che la partita si sarebbe giocata” hanno precisato i dirigenti della questura di Roma in una conferenza stampa in cui è stata chiarita la dinamica degli incidenti di ieri, dopo i quali è stato arrestato un ultrà della Roma per gli spari contro i tifosi del Napoli. Ricostruzione confermata dal dipartimento di pubblica sicurezza che ha spiegato come la spola del capitano del Napoli Marek Hamsik e di alcuni funzionari della stessa questura sotto la curva del Napoli fosse necessario per dare informazioni sul sostenitore ferito da colpi di pistola poco prima. Una versione più tardi confermata su Twitter dal ministro dell’Interno Angelino Alfano:

(.......)continua a leggere

"santo subito" e Berlusconi se la ride !!

05 Maggio 2014 - DA  "LIBEROQUOTIDIANO.IT"
Berlusconi alla Annunziata: "Vivo un momento eroico, il destino mi dà la possibilità di cambiare l'Italia"

"Vivo un momento difficile, eroico. Ma diventerò presto un padre della patria, il destino mi sta concedendo la possibilità di cambiare la storia di questo Paese". E' un Silvio Berlusconi sorridente ma determinato quello intervistato da Lucia Annunziata a In mezz'ora, 8 anni dopo l'epico scontro in diretta che finì con l'uscita dallo studio Rai. "Lei ha tentato di non farmi finire i ragionamenti - ha scherzato l'intervistato -, ma questa volta qualcuno l'ho concluso...".
Il deficit democratico - Questa volta è la Annunziata a recarsi a casa del Cavaliere, bloccato dai servizi sociali. "I malati sono una nuova esperienza. Ho sempre aiutato tutti, aiuterò anche loro", commenta il leader di Forza Italia. Ma i temi dell'intervista sono essenzialmente politici. C'è spazio per qualche battuta, come quando Berlusconi assicura che per vincere le elezioni europee non avrà bisogno di accendere ceri alla Madonna: "Io accendo ceri perché ho una Chiesa incorporata ad Arcore".

(.......)continua a leggere

 

EUROPA ! EUROPA ! EUROPA !
SOLO DELLE BANCHE E NON DEI POPOLI



03 Maggio  2014 - DA  "ILGIORNALE.IT"
"L'Europa ci rende più poveri - Andiamo via e staremo meglio"

«Papa Francesco prima di andare a Lampedusa faceva bene a leggersi i libri di Oriana Fallaci.... Non giudico il suo operato, ricordo solo che gli immigrati non vengono in Europa unicamente per cercare la libertà, ma anche per ragioni economiche.
Accoglierli tutti è impossibile sia per un primo ministro, sia per un Papa». Gli amici lo amano, i nemici lo odiano. E molti lo vorrebbero morto. Morto come quel Pim Fortuyn ucciso alla vigilia delle elezioni del 2002 da un pazzo chiamato Volkert van der Graaf. Un pazzo tornato in libertà condizionata - proprio mentre - ieri a L'Aia - Il Giornale incontrava nell'ala più blindata del parlamento il 51enne leader del Partito della Libertà (Partij voor de Vrijheid – PVV) Geert Wilders. Al pari di Pim Fortuyn, Wilders è oggi uno dei più controversi leader della pattuglia di «euroscettici» decisi a trasformare il

(...) continua a leggere


La sede della Croce Rossa di Jesolo
03 Maggio 2014 - DA  "strettoweb.com"
Sicilia, sbarchi continui di migranti: 2mila negli ultimi due giorni

Ancora sbarchi, oltre duemila nelle ultime 48 ore e l’accoglienza dei migranti si fa sempre più problematica. Pieni i centri siciliani, voli charter stanno distribuendo i nuovi arrivati in diverse province del Paese, ma crescono le proteste della cittadinanza. L’Anci parla di “enormi problemi” creati dai flussi, chiedendo al ministro dell’Interno di intervenire. Ed al Viminale prende corpo l’ipotesi di un piano di accoglienza per 50mila, sul modello di quello attuato nel 2011, l’anno record degli sbarchi per le primavere arabe e la crisi libica.
Nel 2014 ci si sta avvicinando ormai a quota

(.......)continua a leggere

"La "Bêtise" DI MONSIEUR MATTEO  PER UN PUGNO DI VOTI"

03 Maggio 2014 - DA  "ILGIORNALE.IT"
I tecnici sbugiardano Renzi: gli 80 euro senza coperture
Il Servizio bilancio del Senato non crede al premier: la lotta all'evasione non basterà a recuperare le risorse necessarie per il bonus

Mancate entrate sottostimate e coperture sovrastimate. Poi, costituzionalità a rischio. Se fosse un esame universitario, gli studenti Matteo Renzi e il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan se ne tornerebbero con il libretto in bianco, nell'esame più importante dell'anno accademico.
Il decreto sul bonus da 80 euro non è piaciuto per niente ai tecnici del Servizio bilancio del Senato. Dubbi su tutte le coperture della misura da 6,7 miliardi. Alcune rischiano di saltare, sotto il fuoco dei ricorsi. Ad esempio l'aumento della tassazione sulla

(.......)continua a leggere

03 Maggio 2014 - DA  "UNITA.IT"

 Coperture al bonus di 80 euro - I dubbi dei tecnici del Senato

Dubbi sulla quantificazione di minor gettito e sul rafforzamento della lotta all'evasione.

Dubbi sia sulla quantificazione di minor gettito pari a 2 miliardi l'anno sia sulla possibilità di verificare il gettito di 2 miliardi aggiuntivi nel 2015 dal rafforzamento della lotta all'evasione. Le perplessità sono espresse dal Servizio Bilancio del Senato nella Nota di lettura sul Dl Irpef che contiene entrambe le misure.
Per i tecnici, riguardo al taglio dell'Irap, «la quantificazione di minor gettito contenuta nella Relazione tecnica, pari a 2.059 mln in ragione d'anno, corrisponde all'8,3 per cento rispetto alle entrate del 2014» e «tale percentuale è sensibilmente inferiore a quanto previsto dalla normativa, dato che le variazioni in riduzione vanno dal 9,52 al 10,53 per cento, a seconda del settore di attività. Per questo motivo, si ritiene che gli effetti di minor gettito derivanti dalle disposizioni in esame possano verosimilmente attestarsi su importi più significativi di quelli esposti».

(.......)continua a leggere

 

CHI LA SPARA PIU' GROSSA!!



01 Maggio  2014 - DA  "ILGIORNALE.IT"
La ricetta del Cav contro la disoccupazione: "Zero tasse per chi assume i giovani"
L'ex premier a Studio Aperto: "La nostra ricetta per lo sviluppo è la detassazione totale delle nuove assunzioni. Zero tasse e zero contributi per chi assume giovani, disoccupati e cassa integrati"

Nel giorno della Festa dei Lavoratori, Silvio Berlusconi prende di mira le molte parole e i pochi provvedimenti dell'esecutivo guidato da Matteo Renzi. "È il Primo Maggio e la sinistra cosa fa?" esordisce il leader di Forza Italia. Poi parte con la ricetta di centrodestra per debellare la disoccupazione incentivando le imprese ad assumere, l'esatto opposto - sottolinea il Cavaliere - di quello che fa il governo: "Solo con la diminuzione delle tasse alle famiglie aumentano i consumi e i posti di lavoro. E Renzi che cosa fa? Aumenta le tasse sulle case e sui risparmi ed esclude artigiani e piccole e medie imprese dalla sua politica economica".

(...) continua a leggere



01 Maggio 2014 - DA  "ILFATTOQUOTIDIANO.IT"
Alfano vs Marina Berlusconi: “Fi storia finita”. Lei: “Contesta coerenza che non ha”

Per conquistarsi quel che resta dell'eredità politica di Berlusconi quelli che dovrebbero essere i delfini diventano pescecani e danno vita a uno scontro lungo 24 ore: "Traditore", "Non dice nulla che evochi speranza", "Lui non tiene in conto il valore di stare dalla stessa parte". E anche le truppe (Cicchitto, Fitto, Saltamartini, la nuova stellina Citino) si cannoneggiano a vicenda. Ma intanto B prepara la nuova offensiva tv: i tg Mediaset, "Virus", "In mezz'ora"

Altro che delfini: per conquistarsi l’eredità politica di Silvio Berlusconi si diventa pescecani. Marina Berlusconi, che dice che di politica se ne occupa ma non troppo, dà del traditore ad Angelino Alfano. Alfano le risponde che la sua è “paura per la fine di una storia”. Deposto il Corriere della Sera – attraverso il quale entrambi se le sono mandate a dire – la primogenita dell’ex Cavaliere controreplica con una notarella di poche righe all’ora di pranzo del primo maggio: “Alfano mi contesta la coerenza a cui lui non dà importanza”. In 24 ore, insomma, dietro gli appellativi di cortesia (“dottoressa Berlusconi”, “onorevole Alfano”) volano gli stracci dentro quello che un giorno – tra un anno dice Berlusconi, nel 2018 dice Renzi – dovrebbe essere il futuro centrodestra.

(.......)continua a leggere


01 Maggio 2014 - DA  "ANSA.IT"
Statali, Renzi: rivoluzione, ma non contro i lavoratori
Premier: tema esuberi non esiste, Cdm su provvedimento il 13 giugno

"Pensiamo che la riforma fatta contro le lavoratrici e i lavoratori abbia le gambe corte". Lo ha detto il presidente del consiglio, Matteo Renzi, nella conferenza stampa al termine del Cdm.
"Siamo oggi molto lieti di poter offrire all'attenzione un ulteriore tassello della sistematica operazione di cambiamento del paese e che sta rispettando tutte le scadenze che ci siamo autoimposti per arrivare ad oggi con la proposta del governo sulla riforma della P.A".

(.......)continua a leggere



 

 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu