Riccardo Licata - Il blog di Jesolo, il blog di Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Riccardo Licata

Arte > Artisti

Jesolo 20 Febbraio 2014

Riccardo Licata  Torino 1929 - Venezia 2014



Il giorno 19 febbraio 2014
Uno dei più grandi maestri contemporanei Riccardo Licata,  e' morto all'ospedale civile di Venezia all'eta' di 84 anni, da diversi anni si divideva tra lo studio di Venezia e Parigi

Riccardo Licata era nato a Torino il 20 dicembre 192 ed è morto a Venezia il 19 Febbraio 2014. Dopo una breve parentesi parigina, la sua famiglia si trasferisce a Roma, dove rimane fino al 1945. Dal 1946 Licata vive a Venezia. Si iscrive al Liceo Artistico e all’Accademia di Belle Arti di Venezia negli anni compresi tra il 1947 e il 1955. Poi nel 1957 ottiene una borsa di studio dal Governo francese per la sperimentazione dell’incisione a colori e le nuove tecniche, a Parigi in collaborazione con Friedlaender, Hayter e Goetz. Nello stesso anno è chiamato come assistente di Gino Severini all’Ecole d’Art Italienne de Paris. Nel 1961 sposa Maria Battistella, cantante e ricercatrice di musiche rinascimentali, dalla quale avrà nell’anno successivo il figlio Giovanni. È nominato, nel 1961, professore di mosaico alla Ecole Nationale de Paris dove ha insegnato fino al 1995. Gli incarichi prestigiosi si susseguono, così nel 1969 è professore di Arti plastiche alla U.E.R. della Sorbonne, quindi professore di incisione all’Academie Goetz di Parigi e, dal 1972 ricopre il medesimo titolo alla Scuola Internazionale di Grafica di Venezia e all’Ecole Americaine d’Architecture de Fontainebleau. Con vasta esperienza d’arte che lo vede di volta in volta pittore, incisore, mosaicista, scultore, scenografo, inizia ad esporre a Venezia e a Firenze nel 1949 con il gruppo dei Giovani Pittori Astratti. La sua prima esposizione personale si tiene a Venezia nel 1951, seguono oltre 400 personali in 35 diverse Nazioni. Dal 1952 ha esposto alla Biennale di Venezia, alla Biennale di San Paolo del Brasile, di Tokjo, di Pargi, di Lubiana, di Alessandria d’Egitto e alle Quadriennali di Roma, le Triennali di Milano, come pure nei principali Salons parigini. Nel 1985 tiene due importanti mostre a Venezia: “Il segno e il simbolo”, Ca’ Vendramin Calergi, a cura di Giovanna Barbero, catalogo Fabbri Editori; “Riccardo Licata. Mostra antologica”, Fondazione Bevilacqua La Masa, a cura di Enzo Di Martino e Aldo Spinardi, catalogo Fabbri Editori. Nel 1993 ha tenuto una mostra antologica presso il Museo d’Arte Moderna di Ca’ Pesaro, Venezia, catalogo Fabbri Editori, presentazione di Enzo Di Martino. Nel 1996 ha realizzato un gruppo di 71 dipinti su rame, che rappresentano una pietra miliare nella storia di Riccardo Licata, per la mostra “Parigi 1996. I rami”, sede Verso l’Arte Edizioni, che ha pubblicato anche il catalogo omonimo, a cura di Giovanna Barbero. Questo gruppo di opere, ha dato vita in seguito ad altre mostre a Parigi, Roma, Torino. (...) continua a leggere

Alcune opere del Maestro Riccardo Licata

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu