contatore visite free

13.05.2020 - La burocrazia continua inesorabile, questa volta è l'INAIL - I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

La realtà quotidiana senza ipocrisie o casacche di partito
Il Blog di Jesolo
Libera informazione Indipendente
Il disastro della politica locale
Il business della sabbia
Vai ai contenuti

Menu principale:

13.05.2020 - La burocrazia continua inesorabile, questa volta è l'INAIL

2020
L'INAIL pubblica due nuove pubblicazione per le attività stagionali e di ristorazione

Potrebbe sembrare una barzelletta ma non lo è

Jesolo 13 maggio 2020
di ©Claudio Vianello
Covid-19, online i documenti tecnici di Inail e Iss per la fase 2 nei settori della ristorazione e della balneazione
Per il salvamento in mare consultare le norme
Le due nuove pubblicazioni, approvate dal Comitato tecnico scientifico per l’emergenza nella seduta del 10 maggio, puntano a fornire al decisore politico elementi di valutazione sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del virus, con l’obiettivo di tutelare la salute dei lavoratori e dell’utenza.
Garantire la ripresa delle attività, successiva alla fase di lockdown, assicurando allo stesso tempo la tutela della salute dei lavoratori e dell’utenza. È questo l’obiettivo dei due nuovi documenti tecnici sui settori della ristorazione e delle attività ricreative di balneazione pubblicati oggi sul sito dell’Inail, che li ha realizzati in collaborazione con l’Istituto superiore di sanità (Iss) per fornire al decisore politico elementi di valutazione sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del nuovo Coronavirus nella fase 2 dell’emergenza sanitaria.
Uno dei due documenti parla chiaro
Per le pratiche di “salvamento in mare svolta dal bagnino o comunque di primo soccorso nei confronti dell’utenza”. L’Inail invita ad “attenersi alle raccomandazioni impartite dall’Italian resuscitation Council (Irc) nonché dall’European resuscitation council (Erc) nell’esecuzione della rianimazione cardiopolmonare, riducendo i rischi per il soccorritore (nella valutazione del respiro e nell’esecuzione delle ventilazioni di soccorso), senza venire meno della necessità di continuare a soccorrere prontamente e adeguatamente le vittime di arresto cardiaco”. “Pertanto – viene precisato – ogni volta che viene eseguita la rianimazione cardiopolmonare su un adulto è necessario diffondere le indicazioni fornite da Erc e Irc”.

 
Un'immagine della spiaggia di Jesolo, nelle scorse estati

Queste le novità sul portale INAIL per i settori che interessano Jesolo

Scarica il pdf dei documenti tecnici emanati dall'INAIL
Torna ai contenuti | Torna al menu