contatore visite free

16.4.2020 - Chi governerà questo paese ridotto in macerie nei prossimi anni - I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

La realtà quotidiana senza ipocrisie o casacche di partito
Il Blog di Jesolo
Libera informazione Indipendente
Il disastro della politica locale
Il business della sabbia
Vai ai contenuti

Menu principale:

16.4.2020 - Chi governerà questo paese ridotto in macerie nei prossimi anni

Una città che cambia 2020
E dopo il coronavirus che ne sarà della classe politica attuale?

Piazza Mazzini a Jesolo, in questi giorni

Jesolo 16 Aprile 2020
di ©Rosario Spina
Chi governerà questo paese ridotto in macerie nei prossimi anni?
Forse può sembrare esagerato pubblicare una foto emblematica quale è, quella che riprende la città martire di Dresda in Germania, dopo il feroce bombardamento alleato, tra il 13 e il 14 febbraio 1945, ma la situazione socio-economica dell’Italia post COVID-19 non sarà migliore.
La mia domanda non è solo provocazione.
In questi giorni le partite IVA si stanno “intascando” i 600 euro, una discreta ed umiliante elemosina a fronte di due mesi di fermo e di un per molto impossibile recupero. Si prevede una disoccupazione da prima crisi del 1929 e anche chi non ha letto uomini e topi di John Steinbeck, sa cosa significa.

Saranno gli stessi incompetenti che ci stanno tenendo chiusi in casa a marcire, gli stessi che hanno reso la sanità un lazzaretto medievale, gli stessi che si spartiscono il paese che prendono onori e stipendi da favola, che riempiono uffici e ministeri di consulenti presi dalle loro famiglie?
Gli stessi che hanno favorito le mafie dei rifiuti che ci avvelenano?
Gli stessi che non hanno vigilato, non hanno visto e nè previsto.
Gli stessi che ci hanno coperto di debiti per i prossimi secoli?
Gli stessi che hanno reso la vita, di chiunque faccia impresa in modo onesto, un inferno in terra?
Gli stessi che ci hanno riempito di immigrati, che permettono a questi ultimi privilegi e libertà che a noi sono negati?
E tanto ancora che tutti voi sapete.
 
Dopo questa crisi, tra le macerie resterà ben poco, troppi perderanno il lavoro, molti la pace e altri la famiglia.
Si salveranno solo i dipendenti dello Stato, i pensionati di lusso e quel 2% ovviamente quei pochissimi ricchi che ancora resistono in Italia.
La massa del paese è composta da una maledetta piccola classe media, quella maledetta classe media già povera per aver combattuto in questi ultimi vent’anni contro ogni abuso e corbelleria, quella classe media composta di partite IVA che si son sacrificate per mantenere le attività, che lo Stato voleva chiuse. Quei commercianti che hanno voluto resistere contro le grandi corporazioni, quegli artigiani che malgrado le truffe e le malversazioni hanno continuato a lavorare il doppio del giusto, per poter far fronte a oneri che avrebbero stroncato chiunque in qualsiasi altro paese.
 
Questo Popolo, oggi povero, questo Popolo si potrà mai risollevare guidato dagli stessi aguzzini immondi che lo hanno portato a stare prono?
Pensateci voi che siete chiamati a nuovi e maggiori debiti, voi che vedrete aumentare le ore per il lavoro, voi che pagate le tasse con un anno di anticipo e in anni come questo, quei soldi non li vedrete e magari vi metteranno pure un prelievo forzoso dai già provati conti o una patrimoniale.
 
No, l’Italia non è stata rovinata da un microscopico virus, ma da gente in carne e ossa, incompetenti, delinquenti, grassatori che vivono protetti dalle stesse forze che dovrebbero garantire la costituzione, ma di fatto la stanno violando. Ricordatevene, voi che plaudite il becero controllo, voi che avete assunto a nemico l’untore dei giardini pubblici, voi che in silenzio vi siete fatti chiudere in prigione, voi che ogni sera ascoltate uno strampalato necrologio e vi si riempie il cuore di una fottuta paura.
 
Ricordatevelo che il vostro Paese è riassunto in quella tragica foto del bombardamento di Dresda del  1945, e voi ci siete dentro fino al collo, in più ci hanno di fatto privato di ogni libertà con un colpo di magia, la costituzione è stata cancellata e un oscuro avvocato gesuita, appoggiato da una claque di “scienziati “di regime, sta governando senza coinvolgere tutto il parlamento.
Ci troviamo nel peggior governo comunista della storia europea. Lo stiamo accettando senza batter ciglio.
Passato il virus, perché state tranquilli che passerà e anche in fretta, dalle vostre finestre vedrete cosa sarà successo nei giorni in cui siete stati morti in casa.
Ma la domanda che vi pongo è la stessa: chi ci porterà fuori dal guado una volta passata la pandemia? Saranno gli stessi che ci hanno tolto l’ossigeno e la vita in questo periodo?
Io, che come molti di voi lavoro e rischio ogni giorno, non sono più disposto a investire ancora un solo minuto della mia vita o un solo euro, più o meno a debito per lavorare con questa classe politica-dirigente.
Deve quantomeno sparire il Nosferatu PD da tutto il Paese e con lui tutto il resto dei cialtroni di questi maledetti venti anni.
Nel caso contrario finirò la mia vita fuori dal mio pur amato devastato Paese.



Immagini del bombardamento della città di Dresda, in Germania, nei giorni tra il 13 e 14 febbraio 1945

Torna ai contenuti | Torna al menu