contatore visite free

29.05.2014 La Pizzeria Capitan Frank è stata demolita - I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

.
Il Blog di Jesolo
Libera informazione Indipendente
Il disastro della politica locale
.
Vai ai contenuti

Menu principale:

29.05.2014 La Pizzeria Capitan Frank è stata demolita

Amministrazione Comunale > Opere sul Territorio

Jesolo 30 maggio 2014



 

L’ex pizzeria "Capitan Frank", a suo tempo venduta alla  Jesolo Turismo Spa dal Comune di Jesolo, ieri è stata rasa al suolo
Al suo posto potrebbe sorgere un parcheggio pubblico e/o privato?.
I soci della Jesolo Turismo sono: il Comune di Jesolo al 51%, l'Associazione Jesolana Albergatori con il 35%, la Provincia di Venezia con il 10 e l'Ascom con il 4%.


Jesolo 30 maggio 2014

di © Claudio Vianello

E fin qui niente di grave se non fosse che, fin dagli anni 2000 dopo una vertenza tra l’allora inquilino della nota Pizzeria Capitan Frank, in Piazzetta Faro a Jesolo Lido, di voci sul suo destino se ne son fatte tante forse troppe.
Ma c’è un antico aforismo che dice esattamente, a pensar male si
 fa peccato, ma spesso  ci  s'indovina .
E allora facciamo un passo indietro, ed esattamente al periodo in cui ero Consigliere Comunale. In quel tempo il locale era stato dato in gestione  ad uno Jesolano  con un bando pubblico. Da li a poco
scoppiò una lite tra il gestore, la proprietà e il Comune di Jesolo, quest'ultimo intraprese un’azione legale che ebbe fine molti anni dopo con il ritorno della proprietà, al Comune stesso.

Questa pizzeria era ubicata in una delle più belle zone di Jesolo, a ridosso del noto locale Terrazza Mare, avrebbe potuto avere sicuramente un introito continuo per  le casse comunali già da diverso tempo ridotte quasi all’osso, a sentire i politici Jesolani.

Questa zona tra le più ambite e prestigiose  di Jesolo, non avrebbe avuto  sicuramente problemi a trovare un nuovo gestore e/o acquirente ma, come in tutte le storie  c’è sempre l’inghippo.
Nel 2006 si ebbero i primi litigi dai  banchi del Consiglio Comunale di Jesolo, tra le minoranze e l’amministrazione dell’ allora Sindaco Francesco Calzavara,  delfino precedentemente dell’ex sindaco Renato Martin, che nei suoi due mandati passati al governo della città,  tra le file della Lega Nord,  aveva avuto Calzavara come assessore al turismo ed allo sport. Nel 2006 Martin
era  vicesindaco e assessore all’urbanistica.   Calzavara più avanti, deciderà di correre da solo abbandonando il suo amico Martin,  per la corsa da solo al governo della città.
Nel 2006 le minoranze avrebbero voluto che l’ambiente " Capitan Frank" fosse dato in affitto e/o alienato, ma come in tutte le storie legate al pubblico non si seppe più nulla e nel frattempo l’ambiente andò via via degradandosi . Tornò utile solo come  rifugio per qualche extracomunitario sbandato dove passare le notti.
Nel Dicembre del 2011 il Comune di Jesolo tra inviperite opposizioni alienò il " Capitan Frank" alla Jesolo Turismo Spa, anticipandogli 4 milioni e mezzo di €uro che sarebbero serviti per l’acquisto del locale e di tutta l’area pertinente.
In poche parole il Comune anticipò ad una sua municipalizzata, (il Comune di Jesolo deteneva e detiene il 51% della Jesolo Turismo Spa), l’importo per l’acquisto del manufatto e nello stesso tempo si diceva che,  anticipando questi 4 milioni e mezzo, il Comune stesso avrebbe potuto entrare in dissesto finanziario ma l’allora Assessore  al bilancio, oggi presidente del Consiglio Comunale Alberto Carli intervenne immediatamente  tuonando e dicendo, il dissesto finanziario era solo "una falsità inaudita" in poche parole non era vero!
Oggi a distanza di quasi 16 anni dall’ultima gestione, il " Capitan Frank" viene abbattuto e al suo posto si dice che troverà posto un parcheggio ? Che sia poi un parcheggio pubblico e/o che venga dato in gestione al privato non importa; la cosa che reputo gravissima è, che in tutti questi anni un ambiente  posto in una zona  così appetibile di Jesolo, non sia stato sfruttato per portare acqua al proprio mulino. Oggi  verrà demolito per qualcosa che la città non ne potrà più usufruire, se non il privato.
Tutto questo poi in cambio di che cosa, " aria fritta"….e intanto il Comune, poiché privo di denari nelle casse pubbliche aumenta le tasse, le imposte e qualche altro balzello chiamandoli sempre con acronimi vari, in poche parole paga sempre "nane pantaeon".
Posso dire solo questo a livello politico: PDL & PD sono una vergogna , vergogna e  ancora vergogna. Anche questa volta l’evidenza ci dice che, quando la gestione è affidata al pubblico questa va a finire tutte le volte in una perdita, spesso con veri e propri buchi neri … Viceversa, se un ambiente nella fattispecie il Capitan Frank, in una zona di Jesolo così appetibile e prestigiosa, fosse di proprietà privata sicuramente avrebbe avuto un utile.

Per adesso ed in attesa di vedere e capire che cosa ci sarà al suo posto, godiamoci la demolizione.


Torna ai contenuti | Torna al menu