contatore visite free

06/2020 - i documenti di Jesolo - I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

La realtà quotidiana senza ipocrisie o casacche di partito
Il Blog di Jesolo
Libera informazione Indipendente
Quando la politica latita in città
Vai ai contenuti

Menu principale:

29.06.2020 - L' ennesima promessa su JesoloMagica

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Le bugie dell'amministrazione comunale ·
Tags: 29.06.2020L'ennesimapromessasuJesoloMagica


Jesolo 29 Giugno 2020
di ©Claudio Vianello
Era l'unico vero progetto in città, di una vera Archistar Zaha Hadid, peccato che sia morta nel 2016
JesoloMagica, la magia della politica e degli speculatori o pseudo-tali. Forse dopo 10 anni di promesse mancate, sarebbe meglio chiamarli: millantatori?
Erano i primi di febbraio di quest'anno e da qualche giorno, in Italia,  si parlava del Covid-19 (coronavirus), Conte era l'attore principale del momento su tutti i media, predicava quotidianamente dicendo: abbiamo tutto sotto controllo, peccato che poi, sappiamo tutti com'è andata a finire.
In quei giorni anche un provetto Conte,  a livello comunale predicava sui quotidiani: I lavori di Jesolo Magica inizieranno a breve», [....]




27.06.2020 - L'App J.Beach spesi come il buon padre di famiglia, 32 mila euro

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Il buon padre di famiglia ·
Tags: 27.06.2020L'AppJ.Beachspesicomeilbuonpadredifamiglia32milaeuro
L'App J.Beach complicata e si appoggia pure a una piattaforma di terzi Cocobuk

La schermata dell'App J.Beach


Jesolo 27 Giugno 2020
di ©Claudio Vianello
Una App costata agli jesolani 32 mila euro
Sono alcune settimane che provo a prenotare una piazzola in spiaggia a Jesolo, attraverso l'App J.Beach. Da jesolano dovrei poter usufruire gratuitamente e in modo veloce dei servizi in spiaggia. È un' App che di intuitivo non ha nulla, anzi usufruisce dei servizi di un'altra piattaforma, la Cocobuk, per servizi di posti in spiaggia di Bari.
Chiaramente come tutte le cose sul web sei obbligato a dare il tuo permesso ai biscottini elettronici e lasciare  tutti i tuoi dati, altrimenti non puoi continuare la prenotazione. Dimenticavo,  mi si richiede  anche la carta di credito.#robadamatti
Ricordo le dichiarazioni in un comunicato stampa, del sindaco di Jesolo, Valerio Zoggia il 15 di maggio nel lanciare (nello spazio), questa App : “Il primo importante risultato è stato raggiunto. J.Beach sarà il nome che tutti dovranno imparare quest’anno per poter vivere la spiaggia di Jesolo. Una app e una piattaforma web semplice attraverso cui prenotare il posto spiaggia ed essere sicuri di arrivare nella località con uno spazio riservato
Chiunque vorrà trascorrere qualche ora di relax dovrà utilizzare questo sistema. E’ necessario per poter avere una gestione programmata dei flussi e degli accessi all’arenile in relazione a tutte quelle misure che dovranno essere messe in campo per garantire un soggiorno sicuro e tranquillo. Questo primo risultato che nei prossimi giorni vedrà anche i dettagli sul funzionamento dell’app e della sua disponibilità. L’estate 2020 sarà un’estate digitale”.
Dopo tutti questi bla bla e bla ancora, oggi 27 giugno 2020, a parte il costo sostenuto da noi jesolani attraverso le casse del buon padre di famiglia, l'applicazione non funziona come devrebbe esserlo. Detto questo consiglio per chi volesse venire passare qualche ora al mare a Jesolo, prenotate il posto in spiaggia direttamente sulla pagina internet del Consorzio oppure attraverso una telefonata... Questo è tutto. Dimenticavo il costo dell'APP. J.Beach, trentaduemila euro, ovvero trenta per l'app e due per le traduzioni in lingua . Qui roger, passo e chiudo.
Clicca sulla foto qui sotto per guardare tutte le altre foto

Questa mattina davanti all' ufficio noleggio di un consorzio jesolano




26.06.2020 - Distruggere un territorio turistico a suon di condomini

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Amministrazione Comunale ·
Tags: 26.06.2020Distruggereunterritorioturisticoasuondicondomini
Distruggere un territorio turistico a suon di condomini


Jesolo 26 Giugno 2020
di ©Claudio Vianello

Una città che sta diventando un dormitorio dalle migliaia di appartamenti chiusi
Era la fine degli anni 90 e dai banchi della maggioranza del Consiglio Comunale di Jesolo, votavo contro sulle delibere per le nuove destinazioni d’uso in atto per alcuni alberghi che venivano cambiati da hotel ad appartamenti. Ricordo il mio voto contrario per gli hotel Costa Azzurra, il San Francisco e il Santa Lucia. Quest’ultimo poi, era uno dei pochi alberghi che si affacciava sulla via principale, via Silvio Trentin con un ampio e meraviglioso giardino, specialmente nelle sere d'estate.[....]


L'ex hotel Costa Azzurra



23.06.2020 - Le nuove colombaie jesolane

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in #robadamatti ·
Tags: 23.06.2020Lenuovecolombaiejesolane
La politica locale e la devastazione del territorio a discapito della città tutta



Jesolo 23 Giugno 2020
di ©Claudio Vianello
I danni irrimediabili sul territorio sono creati solamente dall'uomo e soprattutto dalla politica
Jesolo, era ora,  così la politica locale potrà dire di aver donato alla collettività-residente,  il loro supermercato in zona centralissima di Jesolo Lido, tutta coltura.
Peccato che,  dove oggi sorge una specie di colombaia, ieri ci fosse parte della Nostra storia, si quella poca che insisteva sul territorio del Lido. La scuola Carducci unico pezzo vero di storia al Lido, nel 2017 è stata rasa al suolo per dar posto a una mera speculazione edilizia.  
Proprio così, nell'unico pezzo di storia  jesolano, oggi è nata un' abominevole "colombaia" con decine e decine di appartamenti destinati a rimanere vuoti, il costo per acquistare una di queste gabbie di circa 60 metri si aggira intorno ai 400 mila euro. Oggi, se vuoi acquistarne una ti fanno pure lo sconto del 10%. #robadamatti.[....]




22.06.2020 - L'ampliamento sulla ZTL dei pubblici esercizi

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Amministrazione Comunale ·
Tags: 22.06.2020L'ampliamentosullaZTLdeipubbliciesercizi
Quando le idee sono degli altri


Jesolo 22 Giugno 2020
di ©Claudio Vianello
Le idee migliori  cadono sempre dal perer (pero)
Finalmente anche Jesolo potrà avere la sua passeggiata con le attività di ristorazione-bar che potranno occupare durante la ZTL (ex zona pedonale) il marciapiede. Non è che l'idea sia  stata azzeccata da questa amministrazione comunale, giammai è accaduto nella storia jesolana e anche questa volta non è una eccezione.
Diciamo, che il DPCM del 18 maggio u.s. giusto per aiutare in zone turistiche,  quelle attività che volessero occupare il suolo pubblico, ha incluso la possibilità via richiesta formale telematica, di dare loro la possibilità di   allargarsi gratuitamente. Cosa che il Comune di Jesolo ha fatto.
Cosa dice il DPCM, innanzittutto con il c.d. Decreto rilancio,  c'è la sospensione del pagamento della TOSAP[....]




21.06.2020 - L'ipocrisia nella politica italiana e il gregge

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in POLITICA ·
Tags: L'ipocrisianellapoliticaitalianaeilgregge
L'ipocrisia nella politica italiana e il gregge


Jesolo 21 Giugno 2020
di ©Claudio Vianello
Le mascherine e la spocchia della politica italiana
Che splendida immagine ieri sera per le vie cittadine di JesoloLido. Sembrava di essere in una serata degli scorsi anni, in piena estate. Perchè se ci pensi dopo tre mesi di arresti domiciliari, eccola la vera voglia di vita, uscire. Migliaia di persone che passeggiano per via Bafile e centinaia di persone in coda per mangiare davanti ai locali. Eccola la vera voglia d'estate 2020, che per noi jesolani vale tutto. Spettacolo, spensieratezza e soprattutto lavoro. Se non fosse stato per le mascherine che notavi portate dalla gente in passeggio, come una borsetta al polso, avresti potuto dire di essere decisamente in estate e lo siamo, [....]




18.06.2020 - L'App che per adesso agli jesolani, è costata 32 mila euro e che non funziona.

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Amministrazione Comunale ·
Tags: 18.06.2020L'Appcheperadessoaglijesolaniècostata32milaeuroechenonfunziona.
L'App che per adesso agli jesolani, è costata 32 mila euro e che non funziona


Jesolo 18 Giugno 2020
di ©Claudio Vianello
In attesa per adesso di un flop bestiale? Sperando di no!
Ricordando qualche anno fa la pubblicità che venne fatta per il WiFi jesolano più veloce della luce. Poi si capì che forse non lo era.
Oggi ci risiamo? L'App che avrebbe già dovuto essere attiva fin dalla scorsa settimana, per regolamentare l'afflusso-chiusura di tutta la spiaggia jesolana e rendere le cose semplici ai turisti e/o ai domenicali, per la prenotazione dei posti in spiaggia di questa stagione 2020, forse ha qualche problemino e non funziona ancora.
Dirò di più,  che così com'era stata pubblicizzata la gestione della spiaggia non può essere fatta,[....]  





16.06.2020 - Il simbolo per antonomasia di Jesolo, i pontili

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Amministrazione Comunale ·
Tags: 16.06.2020IlsimboloperantonomasiadiJesoloipontili
La foto del giorno

Quest'anno Jesolo sta diventando zoppa

Jesolo 16 Giugno 2020
di ©Claudio Vianello
Il simbolo per antonomasia di Jesolo, i pontili
Poche parole.
D'altronde era nell'aria da qualche giorno, gli unici divieti che a Jesolo non esistono, sono quelli dell' altezza per il cemento! Famoso detto " Bepi bùta su cemento" (Cit.CloClo)!
Quest'anno nei pontili,  il simbolo per antonomasia della splendida cittadina turistica del Veneto, Jesolo, non si potrà più prendere la tintarella, l'amministrazione jesolana li ha reclusi con le catene, non si passa più.
Sicuramente le studiano di notte con i tecnici di Conte Casalino & Associated






15.06.2020 - 100 anni dalla nascita di Alberto Sordi

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Amministrazione Comunale ·
Tags: Illungomaredellestellejesolano
Il lungomare delle stelle jesolano, annovera tra i suoi nomi anche il grande Albertone nazionale

Il lungomare jesolano intitolato ad Alberto Sordi
Jesolo 15 Giugno 2020
di ©Claudio Vianello
Oggi l'Albertone nazionale avrebbe compiuto 100 anni
Jesolo annovera tra i nomi del suo lungomare delle stelle, anche un pezzo intitolato ad Alberto Sordi (15.06.1920-24.02.2003).
Oggi  l'Albertone nazionale avrebbe compiuto 100 anni.
Il lungomare delle stelle di Jesolo, viene dedicato ogni anno a stelle del cinema, dello spettacolo e dello sport, il primo di tutti fu Alberto Sordi esattamente nella zona del Consorzio Manzoni e correva l'anno 2001.
L'iniziativa del lungomare di stelle la si deve  ad Amorino De Zotti, allora presidente dell'APT e oggi un ottimo imprenditore nel settore turistico-alberghiero. Tra l'APT e l'allora amministrazione comunale governata dal Sindaco Martin Renato,  c'era dell' intesa e così ebbe inizio quest' avventura del lungomare jesolano dedicato alle "stelle". Da allora di artisti e gente dello spettacolo se ne son visti passare per Jesolo, tra questi anche Sophia Loren, Gina Lollobrigida, Mike Bongiorno, Carla Fracci e molti altri.
L'ultima in ordine di tempo è stata Bebe Vio, era il 2017... Dopo di che... Più nulla, il 2018 e 2019 un vero flop, l'amministrazione comunale attuale non riuscì a trovare un nome (artista) disposto a presenziare.
Quest' anno Jesolo ci riprova. La città è  governata sempre  dagli stessi, ormai da otto anni, un manipolo di centristi e sinistrorsi ( PDL-FJ-PD), a cui l'arte piace molto poco, preferiscono il cemento.
Così per il 2020, il lungomare delle stelle jesolano, sarà intitolato ai medici e infermieri, almeno così dovrebbe essere.
In attesa di questo avvenimento mondano,  uno dei pochi per questa stagione colpita dal coronavirus, passo e chiudo.

Clicca su questo link, continua a guardare le altre foto




15.06.2020 - Un nuovo pericolo sulla pista ciclabile di via Bafile

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Amministrazione Comunale ·
Tags: 15.06.2020UnnuovopericolosullapistaciclabilediviaBafile
Un nuovo pericolo sulla pista ciclabile di via Bafile


Two is meglio che one
Jesolo 15 Giugno 2020
di ©Claudio Vianello
I nuovi trabiccoli per la città, voluti dal governo di Conte Casalino & Associated
Già da qualche anno li vedi scorazzare in città. Li reputo, se non si attengono strettamente alle regole, pericolosi soprattutto per gli altri e poi, per quelli che li guidano. Sfrecciano spesso sopra i 30 km orari  per le vie cittadine, ti tagliano la strada in ogni angolo, sbucando da ogni dove. Una cosa è certa, sono degli altri problemi per la polizia locale, quest'ultima poi, non ne aveva già abbastanza di problemi? Invece tak,  te li hanno piazzati come mezzo utile al movimento in città, si proprio loro quelli che cadono dalle cinque stelle.
Questi trabiccoli stanno diventando padroni per le strade cittadine e senza regole. Dopo i risciò sulla pista ciclabile di via Bafile, a Jesolo Lido, eccoli sfrecciare e guidati anche da bambini.
Vi racconto questa: sabato pomeriggio una pattuglia dei carabinieri stava percorrendo un tratto di via Bafile, a una velocità attorno ai 30 km orari. Con il mio scooter li seguivo, di fianco a me a un tratto sfreccia uno di questi trabiccoli, che si mette a gareggiare con la gazzella dei carabinieri per sorpassarla, (cazzo che bravo che sono, avrà detto il guidatore), così in un baleno sorpassa l'auto dei carabinieri, che una volta accortisi lo raggiungono e probabilmente verbalmente  lo redarguiscono, così questo signore ha rallentato la sua folle corsa.
Mi chiedo solo:
1) perchè non rendono il casco obbligatori per questi cosi
2) Perchè non viene fatto l'obbligo dell'assicurazione 3) Sono un vero pericolo per la viabilità così come sfrecciano in città
4) Aspettiamo il morto.
N.d.c.
Le strade italiane si arricchiscono di un nuovo mezzo che prima ancora di riuscire a decongestionare il traffico stradale ha aumentato il numero dei cosiddetti «utenti vulnerabili». Sono circa 25 infatti i casi di incidenti in Italia che coinvolgono monopattini in queste ultime settimane.
Correlati
Clicca sulla foto per ingrandirla e vedere le altre




12.06.2020 - Il bocciodromo di Jesolo è diventato un ex

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Amministrazione Comunale ·
Tags: 12.06.2020IlbocciodromodiJesoloèdiventatounex
Il bocciodromo coperto jesolano, è diventato un ex




Jesolo 12 Giugno 2020
di ©Claudio Vianello
Lo hanno smantellato in silenzio nei giorni scorsi
La bocciofila del ruba mazzetto
Al tempo della sua costruzione era la primavera del 2014, si diceva che fosse stato uno scambio di voti e soprattutto una promessa elettorale. Una cosa è certa, si son spesi quasi 800 mila euro di soldi pubblici. Questo era il bocciodromo coperto di Jesolo, si proprio un manufatto per giocare alle bocce, tutto questo voluto dall’ allora Assessore ai lavori pubblici Otello Bergamo, durante l’amministrazione Calzavara.






11.06.2020 - J.Beach l'app per adesso invisibile

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Amministrazione Comunale ·
Tags: 11.06.2020J.Beachl'appperadessoinvisibile
L'App J.Beach per la prenotazione del posto in spiaggia

Questa è la schermata che ti appare sul sito del Comune di Jesolo
Jesolo 11 Giugno 2020
di ©Claudio Vianello
J.Beach, sempre tardi.
L' importante è parlarne, se poi la paventata App. J-Beach per la prenotazione dei posti in spiaggia a Jesolo, non sia ancora disponibile è un altro problema. Come sempre se non fosse per la buona volontà degli imprenditori jesolani, la spiaggia sarebbe ancora senza ombrelloni.
È tutta la mattina che cerco di scaricare l'App,  per prenotare il mio posto in spiaggia, niente, mi dice che è installata ma non la vedo. Ahimè leggo sul sito ufficiale del Comune di Jesolo, che l'App. sarà ufficialmente disponibile solo dal 13 di giugno. Spero solo che sia veloce, semplice, istintiva e che non faccia la fine di Jesolo Connected... Tutto il resto non conta ... Per adesso non funziona e la spiaggia aspetta.


Clicca sulla foto per vedere le altre



10.06.2020 - Il vero termometro sono i giornali d'oltre confine

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Amministrazione Comunale ·
Tags: 10.06.2020Ilverotermometrosonoigiornalid'oltreconfine
Il vero termometro per gli stranieri in città

Questo l'espositore dei giornali stranieri in questi giorni a Jesolo
Jesolo 10 Giugno 2020
di ©Claudio Vianello
Bla bla e bla ancora in città
A Jesolo, oggi esattamente come ieri, la signora Gianna, storica proprietaria di un' edicola in piazza Marconi mi confida con un nodo in gola " Claudio questi sono i giornali che sono arrivati oggi, da ieri hanno iniziato a consegnarli, rispetto agli anni scorsi il nulla" e ancora " lo vedi questo espositore, negli anni scorsi era già stracolmo".
Ecco, questo è il vero termometro a Jesolo, al di là delle chiacchiere del politico di turno. Sono anch'io della stessa idea, sebbene in città ci sia tantissima voglia di iniziare da parte delle attività e soprattutto di quelle ricettivo-alberghiere, vogliono vedere  i tedeschi , gli austriaci, i russi e molti altri ancora.
Tra l'altro, l'App del Comune sulla gestione degli ombrelloni è in forte ritardo di consegna, si dice che non sarà pronta se non alla fine della prossima settimana. Purtroppo troppe chicchiere e poche certezze nella politica locale come in quella nazionale, gli unici che ci rimettono come sempre, sono le partite IVA e chiaramente i posti di lavoro.
Per poter dire che a Jesolo, sono arrivati gli stranieri la vera certezza è vedere le bancarelle delle edicole piene di giornali e i quotidiani di oltre confine. Questi hanno iniziato ad essere consegnati da parte dei distributori solo nella giornata di ieri. Da ieri infatti, nelle edicole si son viste le prime copie, in quella della signora Gianna, due copie del Bild, quotidiano tedesco il resto è il vuoto come in città... A Jesolo c'è tantissima positività tra i diretti interessati, ma nei fatti molta tristezza di aver già perso molto...


L'espositore dei giornali ancora vuoto



3.6.2020 - Et voilà, c'est plus facile

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Ambiente e Decoro ·
Tags: 3.6.2020Etvoilàc'estplusfacile
Et voilà, c'est plus facile

Questa è la maniera più semplice e veloce di liberarsi dei rifiuti ingombranti, in città
Jesolo 3 Giugno 2020
di ©Claudio Vianello
Settimane e settimane di chiusi in casa e chi più ne ha, più li butta in strada
Oggi dalle tredici e trenta fino alle sedici e trenta, ha riaperto, dopo settimane di chiusura l'ecocentro di via La Bassa, a Jesolo Lido, ed è stato subito caos. Così decine di persone, chiaramente residenti, si son messe tutte in fila all'entrata dell'ecocentro per conferire e  smaltire quei rifiuti ingombranti, collezionati e tenuti in casa durante tutto il periodo del lockdown.
Questo è quello che dovrebbero fare tutti i cittadini, per rispettare la propria città. Qualche nervosismo nell'aria dovuto all'attesa si percepiva, d'altronde si entrava e si entra uno alla volta e soprattutto   le  distanze di sicurezza da rispettare, ma niente di più. Purtroppo questo è il Paese chiamato Italia, è sempre così in tutti gli uffici  pubblici. Andare in posta, all'ufficio delle entrate o in altri uffici trovi sempre coda.
La cosa invece, che trovo  vergognosa e indecente per una città che vuol essere tale, è l'abbandono dei rifiuti ingombranti sulle vie pubbliche.
Ieri Alisea e oggi Veritas, hanno riempito pagine e pagine di un libro di migliaia di pagine lasciate in bianco, dove non è stata scritta nemmeno una riga. Questo libro: "Alla ricerca della soluzione perduta".
In questi decenni ci hanno allietato di tante promesse tra cui  video-sorveglianza, operatori volontari e infine dei controllori dei rifiuti, che controllavano i sacchetti  delle immondizie alla ricerca  di chi non ottempra la raccolta differenziata. Tanti bla bla e bla ancora, tutti chiaramente  pagati da noi contribuenti.
Un grazie agli operatori sul posto, gentili e cordiali..

Clicca sulla foto per vedere le altre





Torna ai contenuti | Torna al menu