contatore visite free

Un - i documenti di Jesolo - I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

La realtà quotidiana senza ipocrisie o casacche di partito
Il Blog di Jesolo
Libera informazione Indipendente
Il disastro della politica locale
Il business della sabbia
Vai ai contenuti

Menu principale:

17.08.2020 - Un governo di cialtroni e il Popolo della Gleba

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in POLITICA ·
Tags: 17.08.2020UngovernodicialtronieilPopolodellaGleba

Il Ministro della Salute Speranza,ha deciso da questa sera dalle 18 alle 6 di tutti i giorni

Ci vogliono sudditi e proni ... Bentornato Popolo della Gleba
(Una figura giuridicamente, che si colloca a metà tra lo schiavo e l'uomo libero.)

Jesolo 17 Agosto 2020
di ©Claudio Vianello
L'ipocrisia della politica italiana. Importano i clandestini positivi al Covid-19 e mettono gli italiani in allarme

Così dal 17 Agosto 2020 sino all’adozione di un successivo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri ai sensi dell’articolo 2, comma 1, del decreto legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito con modificazioni dalla legge 22 maggio 2020, n. 35, e comunque non oltre il 7 settembre 2020, i cialtroni della politica italiana hanno deciso. La colpa come spesso lo scrivo su queste mie pagine è solo di noi Popolo della gleba... Il Governo ha deciso di chiudere tutte le sale da ballo, discoteche e locali all'aperto e al chiuso.
Non c'è più spazio a ulteriori deroghe da parte delle Regioni. Il DPCM non potrà essere modificato concedendo misure meno severe quindi.
A partire da lunedì 17 agosto dalle ore 18 di sera alle 6 del mattino sull'intero territorio nazionale sarà obbligatorio indossare le mascherine anche all'aperto, in tutti i locali aperti al pubblico e anche negli spazi pubblici (piazze, slarghi, vie) a rischio assembramenti, anche di natura spontanea o occasionale.





15.06.2020 - Un nuovo pericolo sulla pista ciclabile di via Bafile

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Amministrazione Comunale ·
Tags: 15.06.2020UnnuovopericolosullapistaciclabilediviaBafile
Un nuovo pericolo sulla pista ciclabile di via Bafile


Two is meglio che one
Jesolo 15 Giugno 2020
di ©Claudio Vianello
I nuovi trabiccoli per la città, voluti dal governo di Conte Casalino & Associated
Già da qualche anno li vedi scorazzare in città. Li reputo, se non si attengono strettamente alle regole, pericolosi soprattutto per gli altri e poi, per quelli che li guidano. Sfrecciano spesso sopra i 30 km orari  per le vie cittadine, ti tagliano la strada in ogni angolo, sbucando da ogni dove. Una cosa è certa, sono degli altri problemi per la polizia locale, quest'ultima poi, non ne aveva già abbastanza di problemi? Invece tak,  te li hanno piazzati come mezzo utile al movimento in città, si proprio loro quelli che cadono dalle cinque stelle.
Questi trabiccoli stanno diventando padroni per le strade cittadine e senza regole. Dopo i risciò sulla pista ciclabile di via Bafile, a Jesolo Lido, eccoli sfrecciare e guidati anche da bambini.
Vi racconto questa: sabato pomeriggio una pattuglia dei carabinieri stava percorrendo un tratto di via Bafile, a una velocità attorno ai 30 km orari. Con il mio scooter li seguivo, di fianco a me a un tratto sfreccia uno di questi trabiccoli, che si mette a gareggiare con la gazzella dei carabinieri per sorpassarla, (cazzo che bravo che sono, avrà detto il guidatore), così in un baleno sorpassa l'auto dei carabinieri, che una volta accortisi lo raggiungono e probabilmente verbalmente  lo redarguiscono, così questo signore ha rallentato la sua folle corsa.
Mi chiedo solo:
1) perchè non rendono il casco obbligatori per questi cosi
2) Perchè non viene fatto l'obbligo dell'assicurazione 3) Sono un vero pericolo per la viabilità così come sfrecciano in città
4) Aspettiamo il morto.
N.d.c.
Le strade italiane si arricchiscono di un nuovo mezzo che prima ancora di riuscire a decongestionare il traffico stradale ha aumentato il numero dei cosiddetti «utenti vulnerabili». Sono circa 25 infatti i casi di incidenti in Italia che coinvolgono monopattini in queste ultime settimane.
Correlati
Clicca sulla foto per ingrandirla e vedere le altre




30.06.2019 - Un altro pezzo di storia di Jesolo si spegne

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in La nostra storia ·
Tags: 30.06.2019UnaltropezzodistoriadiJesolosispegne
Un altro pezzo di storia di Jesolo, si spegne

Lo storico negozio Priviero, di via Cesare Battisti 13

Jesolo 30 giugno 2019
di ©Claudio Vianello
È sempre così difficile trovare le parole per raccontare di un caro che viene a mancare, qui viceversa c'è qualcosa che viene a mancare. Loro esistevano dal 1884, in via Cesare Battisti 13, a Jesolo Centro, il loro negozio è stato un punto di riferimento per la crescita di Jesolo Centro. Loro i Priviero, come i Minetto, come i Davanzo, come i Pellegrini, come i Pavanello, come i Terreo, come gli Zaramella, come i Danieli, come i Visentin e altri, sono stati " Jesolo", lo hanno creato ed è cresciuto grazie a loro.
Molti di questi hanno visto passare la prima e la seconda guerra mondiale, poi l'alluvione del 1966 e dopo la chiusura dei magazzini Davanzo negli anni '90 Jesolo Centro pian pianino si è spenta. Forse anche per merito della chiusura del centro, una scelta fatta dalla politica negli anni 2000 e di conseguenza la poca turnazione del turista ha fatto si che i turisti in via Cesare Battisti, si son visti sempre meno. Oggi per le calzature Priviero 1884 di Jesolo, era rimasto solo Giorgio a tener duro. È proprio vero come cambiano i tempi. Una volta aprire un'attività era anche felicità, perchè avevi delle soddisfazioni economiche, oggi purtroppo con tutte queste tasse, gabelle e invenzioni quasi quotidiane contro la micro impresa, fino a ieri additata di essere l'unica colpevole del disastro Italia, tenere aperto un negozio credo di poter dire sia da masochisti.
Così anche Giorgio ieri ha salutato tutti, soprattutto il sistema Italia e ha deciso di tirar giù per sempre le serrande e chiudere la partita IVA!!
Peccato...Anche questa è storia.


L'auto che avvisava la Cessata Attività



31.08.2018 - Un balzello amaro

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Tasse, Tasse e poi Tasse ·
Tags: 31.08.2018Unbalzelloamaro
Troppa utopia, tanto grigio e niente lungimiranza



Jesolo 31 Agosto 2018
di Claudio Vianello©
Quest'anno il comune di Jesolo incasserà circa 6 milioni di euro con la "tassa di soggiorno"
Buongiorno a tutti, quest’oggi vorrei raccontarvi come la penso io sull’ imposta di soggiorno jesolana.
Correva l’anno 2013 e a Jesolo, l’attuale amministrazione comunale ForzaItalia-PD, istituiva un nuovo balzello per i turisti che sarebbero venuti a trascorrere le loro vacanze nella nostra città. Da allora le cose sono peggiorate, quest’anno c’è stato addirittura l’aumento del 100% per gli hotel a 5 stelle e poi via via tutti gli altri
Chiariamo subito la cosa, l’amministrazione di allora è la stessa di oggi, e il quesito secondo il mio modesto parere è uno solo.[...]




9.7.2018 - Un gabbiano attacca un colombo

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in varie ·
Tags: 9.7.2018Ungabbianoattaccauncolombo
Attacco in pieno centro di un gabbiano a un colombo

Il momento dell'uccisione



Jesolo 9 Luglio 2018
di Claudio Vianello©
La sequenza delle immagini in pieno centro
Si rimane un po' perplessivi nel vedere un gabbiano che attacca e uccide un colombo in pieno centro. È accaduto ieri sera in piazza Trieste a Jesolo, dove un gabbiano prima stramortisce in volo un colombo,  e poi a colpi di becco lo uccide per mangiarselo..... e se fosse accaduto con un umano, questa cosa dovrebbe far riflettere ?

La sequenza delle immagini



17.06.2018 - Un bimbo di 4 anni e mezzo morsicato in spiaggia

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Igiene ed ambiente ·
Tags: 17.06.2018Unbimbodi4anniemezzomorsicatoinspiaggia
C'è un'ordinanza a Jesolo, la 69 del 26 giugno 2016, da far rispettare
[link:4]
[/link:4]
Poi nella realtà nessuno adopera la museruola dove ci sono delle persone. Tanto il mio cane è buono!


Jesolo 17 Giugno 2018
di Claudio Vianello©
Un bimbo di 4 anni e mezzo morsicato in spiaggia
#robadamatti
E come sempre ad ogni inizio di stagione parliamo di cani. C’è un’ordinanza, la 69 del 26.06.2016 che ne vieta l’entrata in spiaggia lungo tutto il litorale jesolano eccetto per 2 zone libere:
1)      Località foce fiume Sile, settore n. 1 del Piano Particolareggiato dell’Arenile (P.P.A.),metri lineari 20,00 fronte mare lungo limite della scogliera posta sulla sponda sinistra della foce del fiume Sile, senza balneazione consentita, sul limitare dell’area di salvamento; 2) Località foce fiume Piave settore n.30 del Piano Particolareggiato dell’Arenile (P.P.A.), metri lineari 80,00 accesso al mare denominato Via Dragan Cigan limitare dell’area di salvamento verso est, senza balneazione consentita, sul limitare dell’area di salvamento(......)



10.09.2017 - Un posto esclusivo per pochi intimi

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Ambiente e Decoro ·
Tags: 10.09.2017Unpostoesclusivoperpochiintimi

La foto del giorno - Un posto esclusivo in una zona esclusiva di Jesolo

 posto esclusivo per un clochard, esclusivi alberghi e ristoranti






Jesolo 10 Settembre 2017
di Claudio Vianello©

Non c'è da meravigliarsi se la politica locale pensa alla riqualificazione di una zona cittadina. Se poi però, gli unici ad essere gratificati come sempre, sono loro,  gli speculatori,  certamente qualcosa stride. In questa zona di Jesolo, a due passi da piazza Marconi, ci sono diversi alberghi a quattro stelle e il più noto ristorante jesolano a livello nazionale, però c'è anche un problema per i residenti, una clochard che adopera questa zona in centro come sua residenza facendone comunque un problema indecoroso,e soprattutto adoperando i tombini come dei vespasiani alla luce e davanti a tutti, turisti e non. Il problema di checchè ne dica il politico di turno è e rimane comunque ai residenti. Benvenuta  riqualificazione.



Gennaio 2017



Ottobre 2016




16.03.2017 - Un riconoscimento al grande Valter Colbacchini

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in SPORT E ATTIVITA' AMATORIALI ·
Tags: 16.03.2017UnriconoscimentoalgrandeValterColbacchini

Jesolo 16 Marzo 2017 - La foto del giorno
Onore al Prof. Valter Colbacchini. Una vita allo sport di Jesolo

Il Sindaco di Jesolo consegna la targa alla carriera al Prof. Valter Colbacchini


Onore al professore Valter Colbacchini di Jesolo, io lo chiamo più semplicemente il prof.
" Sono io, che devo ringraziare Jesolo... io non sarei riuscito a fare tutto questo senza Jesolo " (cit V.C. 16.03.2017)


Nato nel 1938 da genitori Veneziani, sbarcò a Jesolo nel 1964. In quel tempo a Jesolo,  la parola "sport" era mera utopia. Lui viceversa, ne ha fatto dello sport la sua vita. Da allora di acqua sotto i ponti ne è passata e oggi se a Jesolo esiste lo sport e l’atletica leggera, questa è dovuta soprattutto a lui.
Sono  esattamente 53 anni che insegna sport ai ragazzi jesolani. Con le sue esperienze,

[...] Continua a leggere e a guardare il fimato





9.2.2017 - Un incrocio pericoloso

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Sicurezza stradale 2017 ·
Tags: 9.2.2017Unincrociopericoloso

Jesolo 9 Febbraio 2017 - Le foto del giorno
Lo avevano sistemato qualche giorno fa!
La nostra sicurezza stradale!



Ieri, a distanza di pochi giorni dalla sua sistemazione, l'indicazione stradale è stata abbattuta di nuovo. Che sia sempre colpa dell'automobilista ? O più semplicemente che non si vede, e se si vede è troppo tardi per evitarlo? Così senza la segnaletica, è ancora più pericoloso. Comunque questo incrocio resta pericoloso.


Clicca sulla foto per ingrandirla e vedere le immagini di oggi




27.07.2016 - Un ladrocinio di Stato, il Canone Rai.

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Tasse, Tasse e poi Tasse ·
Tags: UnladrociniodiStatoilCanoneRai.

Un ladrocinio di Stato, il Canone Rai


Queste le facce toste della RAI che percepiscono uno stipendio "da fame", per non fare niente

Il governo del "sior rensi", con una mano dà e sorridendo con il telefonino,  te lo mette là

Se hai più di 75 anni e un reddito annuo superiore ai 6713 euro, non sei esonerato dal canone RAI
Ho scoperto, grazie alla bolletta della luce che  anche mia madre di  92 anni, deve pagare il canone RAI (1a tranche ), grazie al rottamatore di Stato el sior rensi.
Lei, che ha vissuto la guerra, percepisce dallo Stato Italiano una pensione d'oro, settecento euro al mese ca, per un imponibile ISEE pari a 6850 euro
In Italia ci sono viceversa,quelli che si grattano le palle alla RAI, perchè non hanno "il lavoro" ma percepiscono comunque uno stipendio annuo di oltre 200 mila euro..
Voi, pseudo - lavoratori senza vergogna,  dentro al vostro stipendio ci sono anche i soldi di milioni di italiani, che a malapena arrivano a fine mese. Che cos'è la vergogna in Italia?
Grazie per l'ennesima volta,al rottamatore di Stato "el sior Rensi"

Cosa dice il sito della RAI su particolari condizioni per l'esonero dal pagamento?
CASI PARTICOLARI DI ESONERO DEL CANONE RAI


CITTADINI ULTRASETTANTACINQUENNI


I cittadini che hanno compiuto 75 anni, con un reddito annuo non superiore a 6.713 euro per essere esonerati dal pagamento del canone TV possono rivolgersi agli uffici dell’Agenzia per presentare una dichiarazione sostitutiva di richiesta di esenzione.
La richiesta, accompagnata da un documento di identità valido, deve essere compilata sull’apposito modello pubblicato sul sito internet dell’Agenzia.
Chi fruisce dell’esenzione per la prima volta deve presentare la richiesta entro il 30 aprile; per coloro che intendono, invece, beneficiarne a partire dal secondo semestre, la scadenza è fissata al 31 luglio.

Attenzione:
il limite di reddito di 6.713,98 euro per poter beneficiare dell’esenzione è quello attualmente previsto dalla legge.


Alfredo Meocci - È alle dirette dipendenze del Direttore Generale - Compenso 240 mila Euro lordi annui

Gabriele Romagnoli - Corrispondente Responsabile dal Belgio - Compenso 208.781 Euro lordi annui

Carlo Verdelli - Direttore Editoriale per l’Offerta Informativa -Compenso 320 mila Euro lordi annui
Francesco Pionati - Giornalista inquadrato nel Tg1, è attualmente distaccato
presso Rai Com -Compenso 203.673 Euro lordi annui

Eleonora Andreatta - Direttrice Rai Fiction - Compenso 272 mila Euro lordi annui
Carmen Lasorella - Già Vicedirettore di New Media Platforms, in ambito Direzione Digital - Compenso 204.611 Euro lordi annui

BiancaMaria Berlinguer - Direttrice TG3 - Compenso 280 mila Euro lordi annui

Antonio Marano - Presidente Rai Pubblicità - Compenso 392 mila Euro lordi annui
Anna La Rosa - Caporedattrice, alle dirette dipendenze del Direttore di Rai 3 - 240 mila Euro lordi annui
Marcello Masi - Direttore TG2 - Compenso 280 mila Euro lordi annui

Antonio Campo Dall'Orto - Direttore Generale - Compenso 650 mila Euro lordi annui

Mauro Mazza - Progetto sviluppo Pontificato di Papa Bergoglio, nell’ambito della
struttura Rai Vaticano - Compenso 340 mila Euro lordi annui

Mario Orfeo - Direttore TG1 - Compenso 320 mila Euro lordi annui

Monica Maggioni - Presidente - Compenso 270 mila Euro lordi annui
Daria Bignardi - Direttrice TG3 - Compenso 300 mila Euro lordi annui




12.09.2015 - Un pomeriggio di Settembre in giro per Venezia

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Ambiente e Decoro ·
Tags: 12.09.2015UnpomeriggiodiSettembreingiroperVenezia

Un pomeriggio di Settembre in giro per Venezia

Rifiuti abbandonati sopra ad una passerella a Venezia a due passi dalla Basilica di San Marco

Venezia 12 Settembre Venti15©
Immagini di Claudio Vianello

Quando mi si presenta l'occasione, prendo la mia Nikon, il cavalletto e parto da Punta Sabbioni con  la motonave per la città più bella al Mondo, Venezia. Venezia è  a pochi minuti da Jesolo ed è  "nata per la fotografia",con le sue  calli, con i suoi canali dai mille colori, splendidi e splendida la città. Poi, arrivi in Piazza San Marco e ti accorgi che tra tutte quelle migliaia  di turisti che quotidianamente la invadono, ci sono una marea di vandali e barbari che del  rispetto per la città, se ne fregano.... Eccole, queste sono alcune immagini che ho immortalato ieri pomeriggio.




Le immagini in Piazza San Marco ed i venditori di falsi sul Ponte dei Sospiri

Clicca sulle immagini per ingrandirle




Un giorno per le strade di Jesolo 18 Luglio 2015

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Ambiente e Decoro ·
Tags: UngiornoperlestradediJesolo18Luglio2015

NO COMMENT !!! 18 Luglio 2015

Un'immagine esaustiva - Il giaciglio

Jesolo 19 Luglio 2015

Quest'oggi, voglio raccontarvi attraverso le mie immagini, alcuni momenti recuperati in giro per la città. Guardiamoci queste sette istantanee, credo molto eloquenti



In attesa dell'inizio dell'attività giornaliera ci si rilassa




Caposile - Un ponte comunale con il Dazio di un euro per ogni passaggio

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Federalismo e amministrazioni comunali ·
Tags: CaposileUnpontecomunaleconilDaziodiuneuroperognipassaggio

Benvenuti nel Medioevo - Il ponte di Caposile a pagamento

Le tariffe per un ponte di barche, del comune di Musile di Piave

Jesolo 14 Maggio 2014
di Claudio Vianello Venti15© della serie "Va tutto bene"

Provo a fare un’analisi politica dell’argomento che affronterò tra poco e cioè la viabilità che porta a Jesolo. Per sintetizzare il tutto bastano due parole: uno schifo. Perché dico ciò? Bisognerebbe capire cosa la politica, in termini di denaro, si prende da Jesolo e cosa Jesolo prende dalla politica, o forse sarebbe meglio dire, cosa si prende dai cittadini che vengono al mare. Credo di poter dire che Jesolo applica come moltissimi altri comuni italiani, delle gabelle e perché no, dei dazi come nel medioevo. Allora c’erano i feudi, i feudatari e così via, alla fine arrivavano i servi della gleba, vincolati alla terra e alla volontà del padrone, poi si rivoltarono contro ….

(...) continua a leggere e a guardare le immagini





Dove osano i pullman a Jesolo - Un pullman è andato completamente distrutto dal fuoco nella notte

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in VIABILITA' ·
Tags: DoveosanoipullmanaJesoloUnpullmanèandatocompletamentedistruttodalfuoconellanotte

Dove osano i pullman

L'incendio di questa notte lungo la via Bafile


Jesolo 10 Aprile 2015
Che il problema dei pullman, lungo le vie di Jesolo Lido sia un grave problema di viabilità, a Jesolo, lo sanno tutti e anche i muri. Gli unici che fanno gli struzzi, sono gli amministratori locali ... Bastano poche parole, a Jesolo quando iniziano ad arrivare i pullman delle comitive, all'inizio e alla fine di ogni stagione estiva, per Jesolo Lido iniziano i veri problemi di traffico cittadino e soprattutto di totale anarchia per il rispetto altrui. Pullman parcheggiati dappertutto senza regole ( anarchia completa) , ingorghi, pullman con motori accesi fin dalle prime ore della mattina per scaldare i motori (dicono gli autisti) e in attesa, pullman parcheggiati sulla pista ciclabile, in doppia fila con gente che va e che viene sull'asse stradale e molti altri ancora. L'unica cosa che sarebbe da capire politicamente, perchè alle richieste quotidiane da parte dei residenti e che vanno tutte a senso unico, ovvero quelle di dirottare i pullman nei parcheggi comunali, gli amministratori comunali a loro volta non danno una risposta certa.  Perchè i sindaci succeduti in questi ultimi decenni  non hanno voluto o e non vogliono oggi, risolvere il problema? A Jesolo si dice che ci siano le lobbies degli albergatori ? Che sia vero o no, il problema rimane e va risolto. Quest' ultimo fatto grave, di questa notte, ovvero un pullman parcheggiato nella centralissima via Bafile, a due passi dal commissariato di Polizia è andato a fuoco. Questo è solo l'ultimo episodio collegato ai pullman, ultimo di una serie di problematiche quotidiane che incombono sulla località di Jesolo Lido con l'arrivo di questi pachidermi, mezzi che invadono la normalità cittadina, fregandosene del rispetto delle regole stradali. Probabilmente l'incendio di questa notte è avvenuto per un corto circuito . Per adesso, si fanno solo ipotesi. Il mezzo è stato posto sotto sequestro dalle autorità giudiziarie, in attesa dei rilievi. Certo, c'è da dire una cosa: anche questa volta è andata bene per tutta la zona, questo incendio avrebbe potuto avere delle conseguenze più gravi , vista la vicinanza con le  abitazioni.Providenziale è stato l'intervento dei vigili del fuoco intervenuti sul luogo,  che hanno sopraffatto l'incendio evitando altre problematiche. Per onor di cronaca, l'anno scorso nella vicina via Aquileia, un pullman aveva preso un pieno un grosso pino marittimo, creando non pochi problemi alla viabilità.( queste le immagini dello scorso anno)




Articoli correlati  
Bande svedesi 2014 sparito un pullman

Alcuni esempi di parcheggio selvaggio




San Donà di Piave - Incrocio di via Armellina - Il gioco dell’oca? No! Un invito alla morte!!!

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in VIABILITA' ·
Tags: SanDonàdiPiaveIncrociodiviaArmellinaIlgiocodell’oca?No!Uninvitoallamorte!!!

Il gioco dell’oca? No! Un invito alla morte!!!


L'immagine dell'incrocio  e una delle auto coinvolte lo scorso 4 Novembre 2014

di Claudio Vianello Venti14©
C’è una strada che ormai da molti anni è diventata una tra le più trafficate tra i comuni di Jesolo, San Donà e Musile di Piave. Strada che è usata dai residenti di questi comuni, che la transitano quotidianamente per recarsi da un comune all’altro. Negli ultimi anni poi, viene transitata, grazie ai navigatori, da moltissimi turisti, con autovetture provenienti dal casello autostradale di Noventa di Piave. Questa strada potrebbe essere un’ottima alternativa a quelle già sottoposte al caos dei fine settimana estivi, per arrivare a Jesolo. Viene chiamata da noi residenti: strada  di " Ca’ Pirami". (...) continua a leggere e guarda le altre immagini





Torna ai contenuti | Torna al menu