contatore visite free

ai - i documenti di Jesolo - I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

La realtà quotidiana senza ipocrisie o casacche di partito
Il Blog di Jesolo
Libera informazione Indipendente
Elezioni Regionali 2020 - Il mercato delle vacche vergini
Vai ai contenuti

Menu principale:

30.07.2020 - L'ipocrisia delle istituzioni sempre e comunque addosso ai soliti noti

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in POLITICA ITALIANA ·
Tags: 30.07.2020L'ipocrisiadelleistituzionisempreecomunqueaddossoaisolitinoti
Jesolo, 5 e quarantotto del mattino

Un esempio di questa estate in spiaggia

Jesolo 30 Luglio 2020
di ©Claudio Vianello
L'ipocrisia delle istituzioni sempre e comunque addosso ai soliti noti, ovvero a quelli che lavorano

Intervengo sulla situazione delle discoteche di Jesolo, in questo momento oggetto del contendere tra ipocrisie istituzionali e falsità generalizzate sugli assembramenti. Devo dire che,  da quando si è aperta questa stagione estiva 2020, a Jesolo si è visto di tutto e di più.
L’unica cosa che non si è ancora vista, è un focolaio dovuto agli assembramenti dei giovani, cosa che reputo molto remota. Mi spiego meglio: da aprile di quest'anno, con la fase tre, la spiaggia di Jesolo è stata presa d’assalto dai giovani in tutti i fine settimana. Delle distanze, così chiamate dal politico di turno, di sicurezza nemmeno l’ombra. Una cosa è certa,  tutti i casi che si sono avuti a Jesolo di positività al Covid-19 questa estate,  sono il 99% tutti d’importazione. È certo che di assembramenti in spiaggia e un po' dappertutto ne abbiamo visti.
Poi in una notte di fine luglio,  la discoteca il Muretto decide di aprire tra mille attenzioni poste alla sicurezza da parte della proprietà, presente all'apertura c’è addirittura il Sindaco di Jesolo Valerio Zoggia, che vuole vedere di persona. Poi, accade che verso mattina esattamente quello che accade in spiaggia tutti i giorni e notti, succede che i giovani si incontrano nel divertimento collettivo ed è chiaro che non può essere altrimenti, un’ estate senza divertimento che estate è.
E qui ci voleva la discoteca il Muretto, d'altronde in questo paese (p), tra la gente comune ci vuole sempre un capro espiatorio, le istituzioni ci godono e non aspettano di meglio, così per non aver ottemperato alle regole impartite da Conte Casalino & Associated con i vari DCPM, la discoteca incorre in una sanzione di 400 euro e alla chiusura.
N.d.c. i gestori del Muretto comunque avevano già deciso di richiuderla. #robadamatti
Dico solo la mia, visto che tutte le notti fino alla mattina, in spiaggia ci sono assembramenti tra i giovani, cosa facciamo andiamo a sanzionare i consorzi? E ancora, come si fa a vedere solo il proprio naso e non vedere le cose come stanno, cioè vogliamo dare l’ultima mazzata al turismo dei giovani e a tutta la spiaggia di Jesolo?
Poi non ci dobbiamo lamentare se i giovani si sfogano in spiaggia dove vige l’anarchia più totale, tra spacciatori, delinquenza comune e soprattutto non esiste il controllo del territorio, controllo che dovrebbe essere garantito dalle istituzioni attraverso i Prefetti.
Tutto qua…
Vergogna vergogna e vergogna ancora.


Questa mattina al mare




31.7.2019 - Nel Veneto Orientale i pini non piacciono ai politici

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in #robadamatti ·
Tags: 31.7.2019NelVenetoOrientaleipininonpiaccionoaipolitici
C'è da dire solo una cosa: al politico di oggi, il pino non piace!




Jesolo 31 luglio 2019
di ©Claudio Vianello
Quest'oggi vi voglio parlare di 15 pini domestici che nei giorni scorsi sono stati tagliati all'interno dell'ospedale di San Donà di Piave. È inutile cercare il perchè, i pini nel Veneto Orientale, alle varie amministrazioni comunali, non piacciono proprio. Quindi si devono tagliare...
Potrei dire che in autunno ne vedremo delle belle anche a JesoloLido.
Da un libretto edito da Veneto Agricoltura, con la Regione e l'ufficio Scolastico Regionale del Veneto: dove alla prefazione leggo: convinti del ruolo importante che le giovani generazioni rivestono nel garantire al nostro territorio un futuro sostenibile, siamo a proporre nuovamente alle scuole del Veneto, anche per l’anno scolastico 2016-2017, il progetto “Guardiani della Natura”.

Jesolo 31 Luglio 2019 - I pini nel Veneto Orientale non piacciono e vengono tagliati



15.06.2019 - Oltre ai cantieri aperti

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in #robadamatti ·
Tags: 15.06.2019Oltreaicantieriaperti
Oltre ai cantieri aperti in deroga ai regolamenti

Finalmente sono in ferie e mi godo l'azzurro del cielo, o quasi!


15 Giugno 2019
di ©Claudio Vianello
Lui, Stefano figlio di storici albergatori jesolani. Lui che segue le orme di famiglia con un albergo, un'albergo storico e  completamente ristrutturato qualche anno fa.
Quest'anno mi dice: non ne posso più. Sono 3 anni che sto soffrendo per i cantieri aperti che immancabilmente vanno in deroga ai regolamenti e non fermano i lavori come dovrebbe essere in una città di mare, quantomeno nel periodo dove si lavora da maggio a settembre.
In questi anni mi sussurra: " ho perso molti clienti per i rumori,  il cliente che viene in ferie vuole riposarsi, rilassarsi in totale tranquillità e invece quest'anno abbiamo la novità: la ciliegina proprio mi mancava."
Il suo albergo a tre stelle, ha tutti i confort compresa  una bella piscina sulla terrazza, al quarto piano, una chicca per il turista. Quest'anno purtroppo, non lo so se per il colore di una gru che gira e rigira sopra la mia terrazza e sulla testa dei miei clienti belli spapparazzati al sole, ci sono i gabbiani che si posano e chiaramente me li "bombardano" con il guano.
Perdere ancora clienti non è veramente simpatico, visto tra l'altro la stagione com'è partita quest'anno: male.
Non vorrei che per fatti non imputabili a me, i clienti abbiano da scappare, non è giusto e qualcuno dovrà pure prendersi la responsabilità.
Ribadisco: guai se mi dovessero scappare altri clienti. La piscina e il terrazzo li ho già puliti diverse volte in questo inizio di stagione e oggi siamo di nuovo a capo, tra l'altro la pulizia ha un costo...... E ora di finirla...Fateci lavorare!

Clicca sulla foto per vedere le altre



Jesolo 15 giugno 2019
Problemi ancora , oltre ai cantieri in deroga aperti



6.7.2017 - Vietato il transito ai mezzi pesanti sulla SP43

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Sicurezza Stradale 2017 ·
Tags: 6.7.2017VietatoiltransitoaimezzipesantisullaSP43

Di la non si passa, ci sono dei lavori improcrastinabili


Uno dei tanti mezzi pesanti transitati sul calvalcavia della SP43, dopo l'allarme lanciato dalla città metropolitana, lo scorso 31 Maggio 2017

Jesolo 6 Luglio 2017
di Claudio Vianello©

E ci risiamo, questa volta non ci sono rinvii, chissà, forse lo scorso 31 Maggio eravamo in piena campagna elettorale e qualche deroga al pericolo la si poteva concedere. Oggi il niet alla circolazione è arrivato definitivo.
Una domanda curiosa potremmo anche porla ai responsabili degli uffici referenti per la sicurezza stradale, della città metropolitana: non sarebbe stato meglio  vietare la circolazione dei mezzi pesanti fin dallo scorso maggio sul cavalcavia, visto che, questi lavori erano improcrastinabili ? Lo avevate scritto voi!

[...] continua a leggere





15.04.2017 - Il verde a Jesolo, grazie ai politici è una utopia

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Ambiente e Decoro ·
Tags: 15.04.2017IlverdeaJesolograzieaipoliticièunautopia

Jesolo 15 Aprile 2017 - Le foto del giorno
Il verde a Jesolo, grazie ai politici è una utopia


Questa è la foto di com'era via Asmara di Cortellazzo,  poche settimane fa......

Solamente pochi giorni fa, leggevo che l'attuale amministrazione: "con la giunta del sindaco Zoggia piantati a Jesolo in media tre alberi per ogni nuovo bambino nato
Jesolo si scopre 'green', comparando il numero degli alberi piantati dall'inizio della giunta del sindaco, Valerio Zoggia, alla lista dei nuovi nati nel Comune, nello stesso periodo.
Dal luglio 2012 al 31 dicembre 2016 sono stati registrati a Jesolo 1044 bimbi e il numero di piantumazioni di vario tipo installate sul territorio cittadino è il triplo cioè 3.132 per una superficie verde occupata di 196.613 metri quadrati".
Viceversa nell'agosto del 2011, l'allora sindaco di Jesolo Francesco Calzavara diceva compiaciuto:
«Questi parchi sono un altro importante tassello del progetto di riqualificazione urbanistica della città. Si conforma sempre più di fronte ai nostri occhi il reale valore del progetto "Jesolo The City Beach" che propone una nuova visione della realtà urbana che mantiene e promuove il giusto equilibrio tra ambiente e architettura per una migliore qualità della vita. Bisognerà attendere ancora qualche tempo affinché la vegetazione attribuisca il giusto valore ai progetti, ma sono convinto che queste aree verdi diventeranno presto mete apprezzate dai turisti e dai residenti, da raggiungere attraverso la rete di percorsi ciclabili che si snodano nel territorio». Non è finita qui: lungo via Roma Destra, a nord delle piazze Brescia e Mazzini, stanno nascendo altri quattro ettari di verde a compensare i nuovi villaggi dei comparti 12 e 14. La vera rivoluzione di Jesolo sarà però un «Central Park» destinato a caratterizzare, alla pari delle torri, l’offerta turistica: tra Jesolo paese e il lido un progetto custodito gelosamente nei cassetti del Comune prevede 600mila metri quadrati di verde e 260mila metri quadrati di laghetti artificiali. Sarà il cuore verde del litorale è garantirà, allo stesso tempo, la sicurezza idraulica del litorale con casse di espansione in caso emergenze.
Un progetto che vedrà la luce probabilmente con la nuova amministrazione comunale.
Per adesso è meramente una sconfitta della città, per il Central Park previsto all'interno del MasterPlan, si stanno attrezzando con le seghe!
Et voilà.... per adesso stanno facendo "tabula rasa"

"Tutti i geni arrivano a Jesolo"





14.1.2017 - Vivere ai margini della civiltà "umana"

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Ambiente e Decoro ·
Tags: 14.1.2017Vivereaimarginidellaciviltàumana

Jesolo 14 Gennaio 2017 - Le foto del giorno
C'era una volta, e domani?
ROBA DA MATTI !

Persone che vivono ai margini della civiltà in una Jesolo nel 2017
E le istituzioni cosa fanno ?

Clicca sulla foto per vedere le altre immagini




17.08.2016 - Vivere ai margini della società dà fastidio

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Ambiente e Decoro ·
Tags: 17.08.2016Vivereaimarginidellasocietàfastidio

Vivere ai margini della società

Le scelte di vita personali non si toccano

Jesolo 17 Agosto 2016
di Claudio Vianello ©2016


Anche nella opulenta Jesolo, ci sono delle situazioni che rasentano l'inconcepibile, i clochard.
Purtroppo questi ultimi  ci sono sempre stati e non saranno certamente le sanzioni amministrative comminate loro a cambiargli la vita. Si chiamano scelte di vita,  sono personali e basta. Andrebbero viceversa aiutati, se solo lo volessero.
Negli anni 90 a Jesolo,  c'era Aldo Pinesso, lui dipingeva girovagando in lungo e in largo la nostra città, era diventato un' istituzione jesolana, tutti lo conoscevano e lo amavano.
Ora con la crisi economica e con le migliaia di immigrati importati dallo Stato Italiano la cosa è diventata più seria, più evidente e forse più fastidiosa per alcuni, a discapito dei clochard.

.[...] continua a leggere e guarda le altre immagini




25.11.2015 A questo punto, mettiamo il guinzaglio ai bambini e vietiamo loro di correre !!

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in CIVILTÀ ·
Tags: 25.11.2015Aquestopuntomettiamoilguinzaglioaibambinievietiamolorodicorrere!!


La legge della Regione Veneto n. 17 del 19 giugno 2014, fissa per i proprietari di particolari cani obblighi aggiuntivi: da un lato quello di stipulare una polizza di assicurazione di responsabilità civile per danni contro terzi causati dal proprio cane e, dall’altro, quello di applicare sempre sia il guinzaglio che la museruola al cane quando si trova in aree urbane e nei luoghi aperti al pubblico.


Il posto dov'è accaduto il fattaccio a Jesolo

di Claudio Vianello Venti15©
25 Novembre 2015
della serie " Non voglio mica la luna"


A questo punto, mettiamo il guinzaglio ai bambini e vietiamo loro di correre !!


Vi vorrei raccontare un fatto di cui sono stato testimone ieri, sull’arenile in Pineta a Jesolo, all’altezza della torretta 27.
Erano le quattro del pomeriggio e stavo fotografando in spiaggia, la spiaggia era particolarmente lunga e divisa da secche, alle quali si poteva arrivare con lunghe camminate, era una delle tante giornate con dei colori entusiasmanti ed un tramonto spettacolare.
Me ne stavo tranquillamente fotografando, quando mi si è avvicinato un bambinetto che avrà avuto all’incirca otto anni, il quale curioso, mi ha chiesto cosa stessi facendo.  Gli ho risposto che stavo fotografando.

[...] Continua a leggere




Jesolo 12 Giugno 2015 - Alisea Spa ai quattro venti

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Ambiente e Decoro ·
Tags: Jesolo12Giugno2015AliseaSpaaiquattroventi

QUANDO CON I PROCLAMI SI RASENTA IL RIDICOLO!!!

Viale Venezia, una stradina cittadina che ha dell'incredibile

Jesolo 12 Giugno 2015
Lo avevo scritto più volte, che le telecamere a Jesolo Lido, non avrebbero risolto l'abbandono dei rifiuti lungo le vie cittadine. Oggi a distanza di oltre un anno dall'acquisto delle telecamere  da parte della municipalizzata Alisea Spa , quei risultati promessi alla città in pompa magna, con conferenze stampa e proclami ai quattro venti, a Jesolo Lido, non si son visti. Oggi 12 Giugno 2015, l'abbandono dei rifiuti  in città è ancora più massiccio e dei tanti provvedimenti annunciati in simbiosi tra l'amministrazione comunale e la società municipalizzata Alisea Spa, responsabile della raccolta sul territorio jesolano dei rifiuti, con molte parole e tanti proclami, sono rimaste parole al vento. La sapete la storiella che dice: al lupo, al lupo...... eccoli ....... i lupi........ ci sarebbe da chiedere ai responsabili dell'acquisto, solo una cosa: che fine hanno fatto quelle cinque telecamere acquistate con i soldi pubblici? e quanto sono servite?

Per adesso a Jesolo, le uniche telecamere che funzionano per le casse comunali, sono quelle installate  
 nel comune di Jesolo, ai semafori del ponte Cavetta, e sono quelle del VistaRed.
In Italia è sempre  la solita storia, gli unici polli da spennare , sempre loro,  gli automobilisti



Il marciapiede non esiste più
Correlati
Alisea, quale servizio 10.03.2014
L'occhio vigile delle telemare 19.08.2014
Il grande fratello su Viale Venezia  06.09.2014
L'ultima sparata del sindaco di Jesolo per l'acquisto di 30 nuove telecamere, per combattere chi?
Altri servizi


La telecamera installata l'anno scorso in Viale Venezia per catturare ? catturare chi? Il ridicolo!!




Torna ai contenuti | Torna al menu