contatore visite free

degli - i documenti di Jesolo - I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

La realtà quotidiana senza ipocrisie o casacche di partito
Il Blog di Jesolo
Libera informazione Indipendente
Quando la politica latita in città
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il Questore di Roma Nicolò D'Angelo e Angelino Alfano, l' hanno mai letta questa lapide ? Vedi i fattacci di ieri degli hooligans olandesi.

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Storie Italiane ·
Tags: IlQuestorediRomaNicolòD'AngeloeAngelinoAlfanol'hannomailettaquestalapide?Vediifattaccidiierideglihooligansolandesi.

In via Margutta, a Roma, su di un muro è appesa questa lapide contro la " Mondezza"
"Il Questore" di Roma Nicolò D'Angelo e "il Ministro" Angelino Alfano, l' hanno mai letta questa lapide ?
Vedi i fattacci di ieri degli hooligans olandesi.
La lapide dei " Mondezzari" è più attuale che mai....



La lapide di Via Margutta a Roma

Nella Roma d'altri tempi gli avvisi pubblici non si scrivevano sulla carta ma sulla pietra e sul marmo. Le più note sono le lapidi con incise le ordinanze in materia d'igiene.
Ne sopravvivono ancora oggi in gran numero sui muri di strade e vicoli del centro. Risalgono perlopiù al Settecento e si caratterizzano per il linguaggio, un "paleo-burocratese" enfatico e un po' sinistro.
Ecco un tipico esempio: "D'ordine di Monsignore illustrissimo e reverendissimo presidente delle strade / si vieta a tutte le singole persone fare mondezzaro nella via / sotto pena di dieci scudi per volta et altre pene corporali / nerbate ceppi giri di rota”. Davvero lapidario.
E la severità delle pene non deve sorprendere: prima del Beccaria era normale punire lievi infrazioni a suon di nerbate o "giri di rota” e, nel caso della vicinanza ad una Chiesa, come a San Teodoro nel rione Campitelli,  era prevista anche la scomunica. Il motivo di più sanzioni era di colpire il mandante e l’esecutore, ma le sanzioni non erano equamente distribuite poiché spesso a quest’ultimo, di solito un servo, erano riservate le nerbate mentre al padrone la multa, come è possibile leggere sulla targa in via dei Cappellari nel rione Regola : “alla pena pecuniaria sia tenuto il padre per li figlioli e il padrone per le serve e i servitori”.
D'altro canto, le autorità dovevano usare deterrenti forti, vista la diffusa abitudine di usare le pubbliche vie come discariche. Le strade erano ripulite solo quando i cumuli di spazzatura o per meglio dire di “monnezza” erano tali da ostruire il passaggio e di solito passavano parecchie settimane dall’ultima raccolta.
Di tutt'altro tenore la lapide sulla rampa del palazzo dei Conservatori. Datata 1581, vi è incisa la sagoma di uno storione e ricorda ai pescivendoli l'obbligo di consegnare ai capi civici del tempo, a titolo di tributo, tutte le teste dei pesci di grandezza superiore a quella raffigurata. Una lapide simile si trova proprio a Sant'Angelo in Pescheria, accanto a quello che era una volta il mercato del pesce. (*fonte Fb)





15.11.2014 - La segnaletica stradale - Spesso ci sentiamo dire: è sempre colpa degli automobilisti!

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Sicurezza Stradale ·
Tags: 15.11.2014LasegnaleticastradaleSpessocisentiamodire:èsemprecolpadegliautomobilisti!


15 Novembre 2014 - Una rotatoria controsenso di marcia? O forse semplicemente, chi se ne frega degli automobilisti?

Jesolo 15 Novembre 2015

Spesso ci sentiamo dire: è sempre colpa degli automobilisti! Al contrario, non si dice mai che, spesso regna molta confusione per le strade nei cartelli stradali.  Chi dovrebbe essere il preposto al controllo della regolarità per i cartelli stradali nelle strade, sia per quelli verticali che per le indicazioni orizzontali ? C'è un' usanza in Italia, quella di fare interventi posticci e non risolutivi  per le strade, così facendo se ne appiccicano di nuovi cartelli stradali, quasi ogni giorno. La città di Jesolo ne è maestra.
In Italia c'è una direttiva, la 89/196/CE, originariamente recepita  con Decreto del Presidente della Repubblica 21 aprile 1993, n. 246, e sue successive integrazioni e modifiche,Omissis.
Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti nel Dipartimento per i Trasporti, la Navigazione e i Sistemi Informativi e Statistici Direzione Generale per la Sicurezza Stradale il 5 Agosto dello scorso anno (2013) ha inviato a tutti gli enti responsabili della segnaletica stradale, delle istruzioni e linee guida per la fornitura e posa in opera di segnaletica stradale.

Tra altre informazioni impartite, nella stessa informativa si detta quanto segue: Uniformità della segnaletica
Allo scopo di evitare il ripetersi dei segnalati comportamenti difformi, avendo come obiettivo quello della massima uniformità del panorama segnaletico sulle strade italiane, come prescritto dall’art. 38, c. 6, del Codice, in aggiunta alle istruzioni già impartite dal competente Ministro pro-tempore, con le due direttive sulla corretta ed uniforme applicazione delle norme del codice della strada in materia di segnaletica e criteri per l’installazione e la manutenzione, emanate il 24 ottobre 2000 e il 27 aprile 2006, si ritiene opportuno fornire agli enti proprietari di strade e ai loro concessionari le istruzioni operative che seguono, alle quali si raccomanda di uniformarsi.  Eccetera eccetera.



Questo è un tipico esempio a Jesolo, di una segnalita ingannevole! e anche carente.





12 Novembre 2014 - Tutta la cronoca degli ultimi 7 giorni di mareggiate sulla spiaggia di Jesolo

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in QUANDO LA NATURA FA DISASTRI PERCHE' L'UOMO NON LA RISPETTA. ·
Tags: 12Novembre2014Tuttalacronocadegliultimi7giornidimareggiatesullaspiaggiadiJesolo


Un'immagine simbolo delle mareggiate sulla spiaggia di Jesolo

Jesolo 12 Novembre 2014
Tutta la cronaca, attraverso le immagini e i filmati degli ultimi 7 giorni,  delle mareggiate sulla spiaggia di Jesolo. E, a sentir le previsioni del tempo,per questo fine settimana si ripete. Sostengo da anni, denunciando attraverso il mio blog tra immagini e filmati una sola cosa; non è possibile gettare al mare ogni anno milioni di euro per il ripascimento  della spiaggia. C'è da dire un'altra cosa , che come sempre accade periodicamente sulle mareggiate che colpiscono la nostra spiaggia, il Piave ci mette del suo.

I sindaci dei comuni rivieraschi del fiume Piave,  avevano chiamato in causa l'Enel per aver aperto le paratoie (...) continua a leggere e guarda tutto il servizio fatto da immagini e filmati



Un pesce di plastica portato dalla mareggiata sulla spiaggia di Jesolo, diventa simbolico




Compensi, incarichi e situazione patrimoniale degli amministratori locali di Jesolo

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in L'amministrazione Comunale di Jesolo ·
Tags: CompensiincarichiesituazionepatrimonialedegliamministratorilocalidiJesolo

QUALI SONO I REDDITI DEGLI AMMINISTRATORI DI JESOLO ?
A JESOLO E' SEMPRE STATO UN TABU' !

Jesolo 29 Marzo 2014
Lo scrivevo nel Febbraio 2013 chiedendo agli amministratori locali di pubblicare i loro redditi e patrimoni come la legge prevede.
Da un po' di tempo sul sito del Comune di Jesolo sono apparsi i numeri.
Finalmente anche Jesolo si mette in regola con la legge ed esattamente la n. 441 del 5 luglio 1982.
I redditi e i patrimoni degli amministratori comunali, compresi dirigenti delle consociate,  dovrebbero venire pubblicati insieme alla situazione patrimoniale.



Compensi, incarichi e situazione patrimoniale degli amministratori locali di Jesolo
Questi tutti i dati pubblicati sul sito del Comune di Jesolo
http://www.comune.jesolo.ve.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/5307

A tale proposito il garante si è espresso: omissis ....il Garante ritiene che la legge n. 675/1996 non abbia modificato le disposizioni della legge n. 441/1982 che permettono alla Presidenza del Consiglio dei ministri - nonché all'amministrazione locale interessata - di trattare i dati personali relativi alle situazioni patrimoniali dei soggetti indicati dagli artt. 2 e 12 della stessa legge e di pubblicarli in un bollettino messo a disposizione di qualsiasi cittadino iscritto nelle liste elettorali.
Ai sensi dell'art. 31, comma 1, lett. m) della legge n. 675/1996 il Garante richiama inoltre l'attenzione della Presidenza del Consiglio dei ministri sull'opportunità che la legge n. 441/1982 sia perfezionata, nei termini di cui in premessa, anche attraverso i decreti delegati previsti dalla legge delega 31 dicembre 1996, n. 676.
Roma, li 8 gennaio 1998
Qui puoi leggere il Testo completo del Garante







«Le municipalizzate, un pantano»

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

Jesolo 07 Marzo 2014
Un anno fa Giovedì 7 Marzo 2013, la Corte dei Conti di Venezia all’inaugurazione dell’anno giudiziario,denunciava :«Le municipalizzate, un pantano»
e ancora «Le società possono rappresentare uno strumento per dinamiche clientelari e moltiplicazione di incarichi»
Sempre la Corte dei Conti, in Campania: Duro atto d'accusa del procuratore regionaleTommaso Cottone. “Le partecipate cancro degli enti locali, debiti per 34 miliardi”

Oggi a distanza di 365 gg ritorna sull'argomento la Corte dei Conti, è tempo di riforme e capacità nuove, all'inaugurazione dell'anno giudiziario 2014 il procuratore Nottola lancia l'allarme impunità per gli sprechi nelle partecipate
Nel 2014 "il Paese dovrà dimostrare capacità nuove: saper riformare le proprie istituzioni e le regole, orientare il contributo di tutti al risanamento complessivo". Così il presidente della Corte dei conti, Raffaele Squitieri, all'inaugurazione dell'anno giudiziario il 14 febbraio scorso.

(continua a leggere tutto l'intervento di Raffaele Squitieri )


Il Comune di Jesolo e le sue partecipate 2014
Tutti i numeri aggiornati su quanto ci costano le Municipalizzate
e compensi agli amministratori nominati dal Comune di Jesolo e non

Aggiornato al 28 Febbraio 2014




Torna ai contenuti | Torna al menu