contatore visite free

rispetto - i documenti di Jesolo - I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

La realtà quotidiana senza ipocrisie o casacche di partito
Il Blog di Jesolo
Libera informazione Indipendente
Il disastro della politica locale
Il business della sabbia
Vai ai contenuti

Menu principale:

17.08.2017 - Basta violenza, più valori in questa società e soprattutto rispetto per la vita

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Redazionale ·
Tags: 17.08.2017Bastaviolenzaepiùvaloriinquestasocietàesoprattuttorispettoperlavita

Ormai è un bollettino di guerra quotidiano
Basta violenza, più valori in questa società e soprattutto rispetto per la vita.


Prendo come spunto il pestaggio avvenuto l’altra sera a Jesolo alla discoteca Vanilla,per scrivere questo poche righe.
Solo pochi giorni fa, in Spagna a Lloret de Mar sulla costa Brava, ce n’era stato un altro, sempre in una discoteca dove purtroppo ha trovato la morte Niccolò Ciatti, un ventiduenne di Scandicci (FI), deceduto in ospedale dopo un giorno di coma.
Ieri è accaduto a Jesolo, ma poteva essere benissimo un’ altra città turistica Veneta e/o Italiana.
Tutto questo non va bene, credo di poter dire che tutto questo menefreghismo palpabile in giro per le strade sarebbe ora che finisse.
Provate a farvi un giro a JesoloLido, in spiaggia verso sera e a camminare sulla battigia, giovani con birre, spinelli e alcool che bevono a canna fregandosene di tutti.
Immondizie buttate dappertutto in ogni angolo della spiaggia, che sia troppo difficile gettarle nel cestino, in piazza Mazzini come ogni giorno d’estate il solito caos, e chi più ne ha più ne metta .
Ci vuole molto per tenere in ordine con regole decise?  
Voglio dirla tutta, mettiamoci anche la politica in primis ?
Che cosa stia facendo a Roma, noi del Popolo non lo abbiamo ancora capito, certo è che sta facendo di tutto per esasperare e separare i servi della gleba dal sistema, allora tutto questo ha un senso per noi, per loro sicuramente, tutelare i loro interessi!
La cosa più ridicola di una sana democrazia è attaccare la storia per non vedere il presente, almeno così ce la spacciano, a morte il fascismo e vai con l’apologia di reato.
La politica non ascolta i nostri giovani che tutti i giorni attraverso i social chiedono aiuto.
E cosa ti fa’ una delle cariche più alte di questo stato (con la esse minuscola), lancia continuamente insulti al Popolo, dulcis in fundo se la prende con i messaggi di facebook, roba da matti.
Poi vorrebbero che i giovani li ascoltassero e li prendessero come un esempio ?
Quotidianamente siamo e stiamo sotto attacco da chi di scrupoli non ne ha. Noi che dovremmo essere per primi tutelati nel nostro paese ci sentiamo oppressi per delle regole che non vengono rispettate da chi dovrebbe essere ospite, viceversa è colui che se ne frega di tutto, tanto le regole non vengono mai applicate se esistono!
Ecco in sintesi secondo me il problema di questo paese.
I giovani non cercano più "il lavoro" , perché non esiste più per loro, esiste solo per gli amici degli amici! La smettano di prenderci in giro con chiacchiere quotidiane e dati ISTAT, ai giovani non interessano.
Tutto questo per dire che poi in fondo non è colpa solo dei genitori, ma soprattutto delle regole che non vengono rispettate in primis da chi di dovere.
Posso dire che questa società ormai, è marcia!
W la vita






L'indifferenza al rispetto e all'accoglienza

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Ambiente e Decoro ·
Tags: L'indifferenzaalrispettoeall'accoglienza

Che siano comitive e/o altri, non ha nessuna importanza

L'indifferenza del rispetto all'accoglienza

Jesolo 21 Marzo 2015

C'e forse una risposta da darsi all'indecenza ? Il cartello risponde da solo.
Sono stato chiamato ieri,  da dei residenti di Piazza Marconi, perchè volevano che fotografassi e rendessi pubbliche queste immagini. L' indicazione scritta sul cartello ne è la risposta all'indecoroso modo che,  dei giovani di una comitiva in vacanza a Jesolo, l'altra sera, dopo essersi ubriacati, hanno lasciato sulla sabbia  solo bottiglie vuote di birra e Vodka. L'educazione forse sta a casa loro?







Sono oltre 10mila, infatti, i fallimenti registrati nei primi 9 mesi dell’anno, il 19% in più rispetto al dato – già elevato – dell’analogo periodo del 2013

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in IMPRENDITORIA ·
Tags: Sonooltre10milainfattiifallimentiregistratineiprimi9mesidell’annoil19%inpiùrispettoaldatogiàelevatodell’analogoperiododel2013

La settimana scorsa, l'Unioncamere " Unione delle camere di commercio Italiane" ha dato i numeri


Sono oltre 10mila, infatti, i fallimenti registrati nei primi 9 mesi dell’anno, il 19% in più rispetto al dato – già elevato – dell’analogo periodo del 2013. Sul fronte artigianato, per il terzo trimestre consecutivo si registra un saldo negativo tra aperture e chiusure, dovuto soprattutto alla forte riduzione di iscrizioni (record negativo del decennio e oltre 1.000 unità in meno rispetto a quelle, già modeste, registrate nellostesso periodo del 2013).
Questi sono i dati che unioncamere ha comunicato lo scorso 27 Ottobre. Non c'è per niente da stare allegri, questi dati saranno destinati a peggiorare  entro la fine del 2014.

Questo è quanto ha sostenuto il presidente di UnionCamere Ferruccio Dardanello:

“I dati provenienti dal Registro delle imprese indicano il persistere di una fase di stagnazione che sta colpendo il nostro sistema produttivo frenando la spinta a fare impresa e facendo aumentare le attività economiche che portano i libri in Tribunale”, evidenzia il presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello. “Il tema chiave, per dare nuove gambe allo sviluppo, è creare le condizioni per far ripartire il mercato interno, dal cui rallentamento dipendono le sorti di tante nostre imprese, e sostenere il coraggio e le aspirazioni di tante persone, soprattutto giovani, che vorrebbero mettersi in proprio.
Per questo, occorre puntare con decisione sulle politiche attive per il lavoro, per far sì che le energie imprenditoriali del Paese possano tradursi in nuove iniziative economiche: un ambito nel quale le Camere di commercio sono particolarmente impegnate, anche attraverso un Network di 87 Sportelli per il sostegno all’imprenditorialità giovanile su tutto il territorio nazionale. In poco più di 5 mesi dal loro battesimo, abbiamo già accolto quasi 4.700 giovani motivati ad aprire una nuova impresa, assicurando loro percorsi mirati di accompagnamento allo start-up”.

Leggi il comunicato integrale


Secondo il mio modesto parere, credo che, da qui a qualche anno, la maggior parte delle imprese motivate dagli incentivi delle start-up, saranno destinate alla chiusura perchè incapaci di creare reddito. D'altronde il "Paese Italia" tassa in un modo forsennato qualsiasi tipo di attività imprenditoriale, ergo non c'è più la volontà da parte delle micro imprese in Italia, di fare impresa.
Chi vuol fare impresa è costretto e/o sarà costretto a emigrare spostando la propria attività in un Paese, dove la tassazione è inferiore rispetto all'Italia.


EVVIVA , LA LUCE!!




Torna ai contenuti | Torna al menu