contatore visite free

web - i documenti di Jesolo - I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

L'unico che ti documenta la realtà quotidiana senza ipocrisie o casacche di partito
Vai ai contenuti

Menu principale:

Il discorso "bufala",che avrebbe fatto il primo ministro australiano, John Howard nel 2005

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Le Bufale ·
Tags: LebufaledelwebIldiscorsobufalacheavrebbefattoilprimoministroaustralianoJohnHowardnel2005

Le bufale sul web

John Howard è stato il 25° primo ministro Australiano dal 11 marzo 1996 al 3 Dicembre 2007

di Claudio Vianello Venti15©
Jesolo 18 Novembre 2015

Tra mail, sms e whatsApp non li conto più i messaggi ricevuti in questi ultimi giorni, da amici, conoscenti  e chi più ne ha più ne metta…. Il ritornello, sempre lo stesso, il discorso fatto, scrivono, dal primo ministro Australiano un certo John Howard.
E allora, questa mattina mi sono messo alla ricerca del discorso " fatto", dal primo ministro australiano John Howard, e udite udite cosa ho trovato: l’ennesima " bufala ", il " fake" grossolano sul web.
Nulla di più falso, anche se,  le intenzioni di chi lo aveva scritto probabilmente erano altre, cercava di promuovere delle convinzioni che oggi sono più attuali che mai.
Potrei dire, che chi arriva in Italia ed è ospite, quanto meno dovrebbe  rispettare la Nostra Storia, le Nostre Tradizioni, le Nostre Leggi  e soprattutto parlare la nostra lingua correttamente. Ma purtroppo lo sappiamo benissimo come funziona la politica romana in Italia: "Divide et Impera"
(frase attribuita a Filippo II il Macedone lt Pella,  382 a.C. –  lt Aigai,  336 a.C.). Ahimè, non c’è nulla di più attuale nei politici italiani di oggi.
E allora, c’è da dire che, il John Howard è stato il 25° primo ministro Australiano dal 11 marzo 1996 al 3 Dicembre 2007, poi via via: il 26°Kevin Rudd, il/la 27° Giulia Gillard, il 28° Tony Abbott e per finire il 29°  eletto  lo scorso 15 Settembre 2015 Malcolm Turnbull.

Come può una " bufala"  arrivare ai giorni nostri da quel lontano 2001,  e sembrare più attuale che mai ?

Questa la storia: il testo proviene da un articolo pubblicato in un giornale locale americano, il  Bartow Trader. Lettera scritta da un veterano dell'aviazione militare, un certo Barry Loudermilk, che nei giorni successivi agli attentati in America dell'11 settembre 2001 alle Torri Gemelle di New York e al Pentagono, la pubblica.
Il testo di Loudermilk, viene preso quasi parola per parola, cambiando soltanto i riferimenti americani per adattarli all'Australia.

Questo il testo del discorso "bufala",che avrebbe fatto il primo ministro australiano John Howard nel 2005:

Ai musulmani che vogliono vivere secondo  la  legge della Sharia Islamica,  recentemente è stato detto di lasciare l'Australia,  questo allo scopo di prevenire e evitare eventuali attacchi terroristici.
"GLI IMMIGRATI NON AUSTRALIANI DEVONO ADATTARSI! Prendere o lasciare, sono stanco che questa nazione debba preoccuparsi di sapere se offendiamo alcuni individui o la loro cultura. La nostra cultura si è sviluppata attraverso lotte, vittorie, conquiste portate avanti da milioni di uomini e donne che hanno ricercato la libertà.
La nostra lingua ufficiale è l’INGLESE, non lo spagnolo, il libanese, l’arabo, il cinese, il giapponese, o qualsiasi altra lingua. Di conseguenza, se desiderate far parte della nostra società, imparatene la lingua!
La maggior parte degli Australiani crede in Dio. Non si tratta di obbligo di cristianesimo, d’influenza della destra o di pressione politica, ma è un fatto, perché degli uomini e delle donne hanno fondato questa nazione su dei principi cristiani e questo è ufficialmente insegnato. E’ quindi appropriato che questo si veda sui muri delle nostre scuole. Se Dio vi offende, vi suggerisco allora di prendere in considerazione un’altre parte del mondo come vostro paese di accoglienza, perché Dio fa parte delle nostra cultura.
Noi accetteremo le vostre credenze senza fare domande. Tutto ciò che vi domandiamo è di accettare le nostre, e di vivere in armonia pacificamente con noi.
Questo è il NOSTRO PAESE; la NOSTRA TERRA e il NOSTRO STILE DI VITA. E vi offriamo la possibilità di approfittare di tutto questo. Ma se non fate altro che lamentarvi, prendervela con la nostra bandiera, il nostro impegno, le nostre credenze cristiane o il nostro stile di vita, allora vi incoraggio fortemente ad approfittare di un’altra grande libertà australiana: IL DIRITTO AD ANDARVENE. Se non siete felici qui, allora PARTITE. Non vi abbiamo forzati a venire qui, siete voi che avete chiesto di essere qui. Allora rispettate il paese che VI ha accettati."

Come sarebbe bello, che "El sior Renzi"  facesse un discorso così alla Nazione, specialmente in questi giorni e dopo i fatti parigini, ma ahimè,  di ben altra pasta avrebbe bisogno oggigiorno la politica italiana.
Nessuno, dico nessuno oggi,in Italia, ha la volontà di cambiare, nemmeno il "rottamatore di ballons"…

PS. Dal 2005, compreso il periodico " Panorama" hanno pubblicato la " bufala" e  non ultimo, il M5S di grillo che dal suo forum.......eccetera

  
Il numero di Panorama 6/2010 del 4 Febbraio a pagina 148  e il forum del M5S

Qui sotto il primo ministro John Howard, in un suo intervento sull'immigrazione





8.8.2015 - Jesolo, quando la truffa arriva dal web

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in CRIMINALITA' 2015 ·
Tags: 8.8.2015Jesoloquandolatruffaarrivadalweb

Le truffe via web

Il numero civico di via Dante Alighieri a Jesolo, e l'annuncio sul web oggetto della truffa

Jesolo 8 Agosto 2015

Via Dante Alighieri 73 a Jesolo Lido, un numero civico come migliaia di altri numeri..

Un bar, una normale attività che pensa solo al lavoro, una delle migliaia di attività lungo la via principale di Jesolo Lido, un’attività che non ha nulla a che fare con le truffe.
Ormai sono settimane che quasi quotidianamente mi arrivano persone, chiedendomi dell’appartamento di via Dante 73. Luciana, ( un nome di fantasia) questa mattina mi dice sconsolata, non posso farci niente quando mi arrivano delle persone ignare della truffa che stanno vivendo, poi, non mi resta che dire  a loro: "mi dispiace ma, non siete i primi quest’anno ". Continuando nel suo racconto,  Luciana mi dice: l’altra sera poi, mi ha toccato il cuore:  una famiglia  arrivati alle 20 di sera stanche del viaggio con i bambini che piangevano, penso fossero lombardi, cercavano l’appartamento pagato con un acconto di 200 euro, acconto per le tanto desiderate ferie al mare, a Jesolo. Purtroppo, non ho potuto che dir loro: l’appartamento non esiste.
Lui, alias Di Stasio Luciano, a Jesolo, quest’anno ne ha fatte di vittime, le ultime questa mattina, sperando veramente che siano le ultime, tre famiglie tutte quante presentatesi per ritirare le chiavi e occupare l’appartamento che non esisteva, e poi verso le dieci, tre ragazzi della provincia di Vicenza, truffati anche loro dall’alias di turno.
Eccola l'ennesima truffa di un'estate torrida, quella jesolana.

Queste le immagini della zona, oggetto della truffa


Questi gli sms del truffatore di turno con le vittime






Torna ai contenuti | Torna al menu