23.06.2020 - Il nuovo museo Winner al posto della scuola Carducci - Il Blog di Jesolo

IlBlogdiJesolo
©ClaudioVianello
Vai ai contenuti
23.06.2020 - Il nuovo museo Winner al posto della scuola Carducci
23.06.2020 - Il nuovo museo Winner al posto della scuola Carducci
La politica locale e la devastazione del territorio a discapito della città tutta

The Winner is... Il nuovo supermercato cittadino al posto della cultura


Jesolo 23 Giugno 2020
di ©Claudio Vianello
I danni irrimediabili sul territorio sono creati solamente dall'uomo e soprattutto dalla politica

Jesolo, era ora,  così la politica locale potrà dire di aver donato alla collettività-residente,  il loro supermercato in zona centralissima di Jesolo Lido, tutta coltura.
Peccato che,  dove oggi sorge una specie di colombaia, ieri ci fosse parte della Nostra storia, si quella poca che insisteva sul territorio del Lido. La scuola Carducci unico pezzo vero di storia al Lido, nel 2017 è stata rasa al suolo per dar posto a una mera speculazione edilizia.  
Proprio così, nell'unico pezzo di storia  jesolano, oggi è nata un' abominevole "colombaia" con decine e decine di appartamenti destinati a rimanere vuoti, il costo per acquistare una di queste gabbie di circa 60 metri si aggira intorno ai 400 mila euro. Oggi, se vuoi acquistarne una ti fanno pure lo sconto del 10%. #robadamatti.
Tutto questo per dire che, è ormai una consuetudine di questi ultimi vent'anni da parte della politica locale fare/dare uno scambio merce, aumento cubatura in cambio di "benefici per la collettività", si li chiamano proprio così " benefici per la collettività", purtroppo oggi a Jesoeo, la cultura è diventata un hobbies. Bisognerebbe nascere con il metro in mano per poter capire la coltura al posto di cultura.
Ma torniamo a noi, perchè tutte queste nuove colate di cemento senza significato, la chiamano modernità? Potrei capire se ci fosse a Jesolo,  una mancanza di case per la residenza stabile e allora come nelle grandi metropoli si sale in altezza per assenza di terreni edificabili. Ma a Jesolo tutte queste gabbie, a cosa servono? L'esempio della ex-Carducci è madornale, qui è stato alienato un bene centralissimo e importante per noi cittadini,  per solo due milioni e ottocento mila euro. Ovvero: parcheggio pubblico-privato e scuola più uno con scambio merce (beneficio per la collettività), di uno pseudo-stabile-museo in zona capannoni industriali, vicino al Mc Donald jesolano, con un'aggiunta consistente di denaro pubblico giusto per finire "l'opera". Il privato quando specula, specula e basta, non regala mai nulla a nessuno per fare un piacere a qualcuno, che sia ben chiaro.
Ricordo che sul terreno che oggi vede il nuovo museo sorgere, il privato avrebbe dovuto costruire il Laguna Tower, probabilmente poco appetibile alla vendita di appartamenti in mezzo ai capannoni e quindi con uno sforzo senza eguali, il privato lo ha" regalato" alla collettività, in cambio della posizione alla ex-scuola Carducci.
Ricordo a chi mi legge, giusto per dovere di cronaca che il museo  avrebbe dovuto essere finito e consegnato alla città, prima della consegna da parte del costruttore, di qualsiasi proprietà sul nuovo manufatto della ex-scuola Carducci.

L'intervento della Carducci

Correlati
11.08.2012 - Pubblicavo a pagamento un manifesto sui quotidiani a difesa della vendita della scuola Carducci
14.10.2015 - La scuola Carducci verrà demolita
21.02.2017 - La nostra scuola Giosuè Carducci
22.02.2017 - Once upon a time
4.03.2017 - Là, dove c'era la scuola Giosuè Carducci
24.02.2018 -  Una vera vergogna

Qui sotto le foto del manufatto ex-Carducci
La dove c'era la Nostra cultura

Created by Claudio Vianello 2021
Torna ai contenuti