contatore visite free

di - i documenti di Jesolo - I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

La realtà quotidiana senza ipocrisie o casacche di partito
Il Blog di Jesolo
Libera informazione Indipendente
Elezioni Regionali 2020 - Il mercato delle vacche vergini
Vai ai contenuti

Menu principale:

Gli ultimi 25 anni di storia della politica di Jesolo

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Al voto ·
Tags: Gliultimi25annidistoriadellapoliticadiJesolo

17.08.2020 - Un governo di cialtroni e il Popolo della Gleba

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in POLITICA ·
Tags: 17.08.2020UngovernodicialtronieilPopolodellaGleba

Il Ministro della Salute Speranza,ha deciso da questa sera dalle 18 alle 6 di tutti i giorni

Ci vogliono sudditi e proni ... Bentornato Popolo della Gleba
(Una figura giuridicamente, che si colloca a metà tra lo schiavo e l'uomo libero.)

Jesolo 17 Agosto 2020
di ©Claudio Vianello
L'ipocrisia della politica italiana. Importano i clandestini positivi al Covid-19 e mettono gli italiani in allarme

Così dal 17 Agosto 2020 sino all’adozione di un successivo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri ai sensi dell’articolo 2, comma 1, del decreto legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito con modificazioni dalla legge 22 maggio 2020, n. 35, e comunque non oltre il 7 settembre 2020, i cialtroni della politica italiana hanno deciso. La colpa come spesso lo scrivo su queste mie pagine è solo di noi Popolo della gleba... Il Governo ha deciso di chiudere tutte le sale da ballo, discoteche e locali all'aperto e al chiuso.
Non c'è più spazio a ulteriori deroghe da parte delle Regioni. Il DPCM non potrà essere modificato concedendo misure meno severe quindi.
A partire da lunedì 17 agosto dalle ore 18 di sera alle 6 del mattino sull'intero territorio nazionale sarà obbligatorio indossare le mascherine anche all'aperto, in tutti i locali aperti al pubblico e anche negli spazi pubblici (piazze, slarghi, vie) a rischio assembramenti, anche di natura spontanea o occasionale.





27.06.2020 - L'App J.Beach spesi come il buon padre di famiglia, 32 mila euro

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Il buon padre di famiglia ·
Tags: 27.06.2020L'AppJ.Beachspesicomeilbuonpadredifamiglia32milaeuro
L'App J.Beach complicata e si appoggia pure a una piattaforma di terzi Cocobuk

La schermata dell'App J.Beach


Jesolo 27 Giugno 2020
di ©Claudio Vianello
Una App costata agli jesolani 32 mila euro
Sono alcune settimane che provo a prenotare una piazzola in spiaggia a Jesolo, attraverso l'App J.Beach. Da jesolano dovrei poter usufruire gratuitamente e in modo veloce dei servizi in spiaggia. È un' App che di intuitivo non ha nulla, anzi usufruisce dei servizi di un'altra piattaforma, la Cocobuk, per servizi di posti in spiaggia di Bari.
Chiaramente come tutte le cose sul web sei obbligato a dare il tuo permesso ai biscottini elettronici e lasciare  tutti i tuoi dati, altrimenti non puoi continuare la prenotazione. Dimenticavo,  mi si richiede  anche la carta di credito.#robadamatti
Ricordo le dichiarazioni in un comunicato stampa, del sindaco di Jesolo, Valerio Zoggia il 15 di maggio nel lanciare (nello spazio), questa App : “Il primo importante risultato è stato raggiunto. J.Beach sarà il nome che tutti dovranno imparare quest’anno per poter vivere la spiaggia di Jesolo. Una app e una piattaforma web semplice attraverso cui prenotare il posto spiaggia ed essere sicuri di arrivare nella località con uno spazio riservato
Chiunque vorrà trascorrere qualche ora di relax dovrà utilizzare questo sistema. E’ necessario per poter avere una gestione programmata dei flussi e degli accessi all’arenile in relazione a tutte quelle misure che dovranno essere messe in campo per garantire un soggiorno sicuro e tranquillo. Questo primo risultato che nei prossimi giorni vedrà anche i dettagli sul funzionamento dell’app e della sua disponibilità. L’estate 2020 sarà un’estate digitale”.
Dopo tutti questi bla bla e bla ancora, oggi 27 giugno 2020, a parte il costo sostenuto da noi jesolani attraverso le casse del buon padre di famiglia, l'applicazione non funziona come devrebbe esserlo. Detto questo consiglio per chi volesse venire passare qualche ora al mare a Jesolo, prenotate il posto in spiaggia direttamente sulla pagina internet del Consorzio oppure attraverso una telefonata... Questo è tutto. Dimenticavo il costo dell'APP. J.Beach, trentaduemila euro, ovvero trenta per l'app e due per le traduzioni in lingua . Qui roger, passo e chiudo.
Clicca sulla foto qui sotto per guardare tutte le altre foto

Questa mattina davanti all' ufficio noleggio di un consorzio jesolano




26.06.2020 - Distruggere un territorio turistico a suon di condomini

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Amministrazione Comunale ·
Tags: 26.06.2020Distruggereunterritorioturisticoasuondicondomini
Distruggere un territorio turistico a suon di condomini


Jesolo 26 Giugno 2020
di ©Claudio Vianello

Una città che sta diventando un dormitorio dalle migliaia di appartamenti chiusi
Era la fine degli anni 90 e dai banchi della maggioranza del Consiglio Comunale di Jesolo, votavo contro sulle delibere per le nuove destinazioni d’uso in atto per alcuni alberghi che venivano cambiati da hotel ad appartamenti. Ricordo il mio voto contrario per gli hotel Costa Azzurra, il San Francisco e il Santa Lucia. Quest’ultimo poi, era uno dei pochi alberghi che si affacciava sulla via principale, via Silvio Trentin con un ampio e meraviglioso giardino, specialmente nelle sere d'estate.[....]


L'ex hotel Costa Azzurra



16.06.2020 - Il simbolo per antonomasia di Jesolo, i pontili

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Amministrazione Comunale ·
Tags: 16.06.2020IlsimboloperantonomasiadiJesoloipontili
La foto del giorno

Quest'anno Jesolo sta diventando zoppa

Jesolo 16 Giugno 2020
di ©Claudio Vianello
Il simbolo per antonomasia di Jesolo, i pontili
Poche parole.
D'altronde era nell'aria da qualche giorno, gli unici divieti che a Jesolo non esistono, sono quelli dell' altezza per il cemento! Famoso detto " Bepi bùta su cemento" (Cit.CloClo)!
Quest'anno nei pontili,  il simbolo per antonomasia della splendida cittadina turistica del Veneto, Jesolo, non si potrà più prendere la tintarella, l'amministrazione jesolana li ha reclusi con le catene, non si passa più.
Sicuramente le studiano di notte con i tecnici di Conte Casalino & Associated






15.06.2020 - Un nuovo pericolo sulla pista ciclabile di via Bafile

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Amministrazione Comunale ·
Tags: 15.06.2020UnnuovopericolosullapistaciclabilediviaBafile
Un nuovo pericolo sulla pista ciclabile di via Bafile


Two is meglio che one
Jesolo 15 Giugno 2020
di ©Claudio Vianello
I nuovi trabiccoli per la città, voluti dal governo di Conte Casalino & Associated
Già da qualche anno li vedi scorazzare in città. Li reputo, se non si attengono strettamente alle regole, pericolosi soprattutto per gli altri e poi, per quelli che li guidano. Sfrecciano spesso sopra i 30 km orari  per le vie cittadine, ti tagliano la strada in ogni angolo, sbucando da ogni dove. Una cosa è certa, sono degli altri problemi per la polizia locale, quest'ultima poi, non ne aveva già abbastanza di problemi? Invece tak,  te li hanno piazzati come mezzo utile al movimento in città, si proprio loro quelli che cadono dalle cinque stelle.
Questi trabiccoli stanno diventando padroni per le strade cittadine e senza regole. Dopo i risciò sulla pista ciclabile di via Bafile, a Jesolo Lido, eccoli sfrecciare e guidati anche da bambini.
Vi racconto questa: sabato pomeriggio una pattuglia dei carabinieri stava percorrendo un tratto di via Bafile, a una velocità attorno ai 30 km orari. Con il mio scooter li seguivo, di fianco a me a un tratto sfreccia uno di questi trabiccoli, che si mette a gareggiare con la gazzella dei carabinieri per sorpassarla, (cazzo che bravo che sono, avrà detto il guidatore), così in un baleno sorpassa l'auto dei carabinieri, che una volta accortisi lo raggiungono e probabilmente verbalmente  lo redarguiscono, così questo signore ha rallentato la sua folle corsa.
Mi chiedo solo:
1) perchè non rendono il casco obbligatori per questi cosi
2) Perchè non viene fatto l'obbligo dell'assicurazione 3) Sono un vero pericolo per la viabilità così come sfrecciano in città
4) Aspettiamo il morto.
N.d.c.
Le strade italiane si arricchiscono di un nuovo mezzo che prima ancora di riuscire a decongestionare il traffico stradale ha aumentato il numero dei cosiddetti «utenti vulnerabili». Sono circa 25 infatti i casi di incidenti in Italia che coinvolgono monopattini in queste ultime settimane.
Correlati
Clicca sulla foto per ingrandirla e vedere le altre




12.06.2020 - Il bocciodromo di Jesolo è diventato un ex

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Amministrazione Comunale ·
Tags: 12.06.2020IlbocciodromodiJesoloèdiventatounex
Il bocciodromo coperto jesolano, è diventato un ex




Jesolo 12 Giugno 2020
di ©Claudio Vianello
Lo hanno smantellato in silenzio nei giorni scorsi
La bocciofila del ruba mazzetto
Al tempo della sua costruzione era la primavera del 2014, si diceva che fosse stato uno scambio di voti e soprattutto una promessa elettorale. Una cosa è certa, si son spesi quasi 800 mila euro di soldi pubblici. Questo era il bocciodromo coperto di Jesolo, si proprio un manufatto per giocare alle bocce, tutto questo voluto dall’ allora Assessore ai lavori pubblici Otello Bergamo, durante l’amministrazione Calzavara.






11.05.2020 - Due tartarughe morte sulla spiaggia di Jesolo

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in La nostra storia ·
Tags: 11.05.2020DuetartarughemortesullaspiaggiadiJesolo
Peccato che arrivino morte,  con le burrasche

Lo splendido esemplare di tartaruga Caretta caretta portato dal mare sulla spiaggia di Jesolo

Jesolo 11 maggio 2020
di ©Claudio Vianello
La maggior parte di questi esemplari muore per colpa dell'uomo
Ieri mattina due esemplari di tartaruga Caretta caretta, sono stati depositati dal mare in burrasca sulla battigia jesolana. Purtroppo morte. Una di queste, quella nella zona di piazza Mazzini era molto grande, con una carapace di circa 70 cm. Ricordo che la maggior parte di questi esemplari, muore in mare accidentalmente per colpa delle reti dei pescatori e/o per la plastica che deglutiscono.
Le Caretta caretta, sono le più grandi tartarughe viventi sul nostro pianeta.

Clicca sulla foto qui sotto, per vedere e ingrandire le altre


Correlati




27.4.2020 - Quando la Costituzione Italiana viene interpretata dagli oligarchi di turno

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in COVID-19 ·
Tags: 27.4.2020QuandolaCostituzioneItalianavieneinterpretatadaglioligarchiditurno
Quando la Costituzione Italiana viene interpretata dagli oligarchi di turno


Jesolo 27 aprile 2020
di ©Claudio Vianello
Se non è uno Stato di Polizia , sicuramente è qualcosa che rasenta qualcosa di simile

Premetto che l’art.13 della Costituzione Italiana recita così: La libertà personale è inviolabile.
Poi ancora all’art.32
Non è ammessa forma alcuna di detenzione, di ispezione o perquisizione personale, né qualsiasi altra restrizione della libertà personale, se non per atto motivato dell'autorità giudiziaria.
È giusto ricordare un importante costituzionalista italiano, Alessandro Pace che nel 1974 scriveva:
“Va subito affermato che non sembra che l’art. 13 possa cedere all’art. 32; pertanto tutte le restrizioni coattive per motivi di sanità devono di necessità seguire la via giurisdizionale prevista da quell’articolo”... E ancora “D’altro canto mai potrebbe, dall’autorità pubblica, essere invocato l’art. 32 Cost. per derogare, per motivi di salute, alla portata e alle garanzie dell’art. 13

Clicca sul link qui sotto,continua a leggere e guarda le altre foto



26.04.2020 - Se tutti ci preoccupassimo un po' di più

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in COVID-19 ·
Tags: 26.04.2020Setutticipreoccupassimounpo'dipiù
Le foto al tempo del  coronavirus, a Jesolo, la solita plastica

Basterebbe spendersi un po' di più



Jesolo 26 aprile 2020
di ©Claudio Vianello
Meno male che il Mondo sta andando a puttane
Non bastava la solita plastica. Ad ogni mia passeggiata raccolgo sempre qualcosa mi viene così normale. Basterebbe così poco ed invece niente sempre peggio...





30.3.2020 - Questo il nuovo modello di autocertificazione

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in COVID-19 ·
Tags: 30.3.2020Questoilnuovomodellodiautocertificazione
Questo il nuovo modello per l' autocertificazione, cambia per la quarta volta:
SCARICA QUI quello aggiornato al 26 marzo


Jesolo 30 Marzo 2020
di ©Claudio Vianello
Disponibile on line il modello di autodichiarazione per gli spostamenti, modificato sulla base delle ultime misure adottate per il contenimento della diffusione del virus Covid-19.
Il Ministero dell’Interno ha predisposto un nuovo modello, questo serve come giustificazione una volta fermati dalle autorità preposte al controllo sul territorio del proprio comune di residenza. Ricordo che la distanza massima per uno spostamento dalla propria residenza per attività motoria e/o per portare fuori il cane è di 200mt.





05.03.2020 - Recupero di identità storico-culturale

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Amministrazione Comunale ·
Tags: 05.03.2020Recuperodiidentitàstoricoculturale
L'incapacità del politico di essere lungimirante

La vorrebbero chiamare riqualificazione, appartamenti vuoti
Jesolo 5 Marzo 2020
di ©Claudio Vianello
Prima le persone...
Leggo, da "il Gazzettino" di oggi: via libera alla Jesolo del futuro...Attenzione alla tutela delle identità storico-culturali alla qualità e differenziazione dei paesaggi urbani ed extraurbani per arrivare ad una riqualificazione degli insediamenti storici e al recupero del patrimonio esistente. E ancora dall'assessore #lasailultina Otello Bergamo, in corsa per una carega in regione" prepareremo subito piani d'intervento per la riqualificazione del patrimonio immobiliare esistente"😂😂🥇 Mi guardo allo specchio, mi stropiccio gli occhi e mi chiedo: ma fino adesso a Jesoeo cosa hanno fatto? Remake?
Roba da matti, hanno depauperato un intero territorio in vent'anni di forsennata cementificazione del territorio jesolano.  Oggi possiamo vedere migliaia di appartamenti vuoti, un territorio ormai privo di verde e giardini. Dove esistevano dei palazzi storici, oggi ci sono metri cubi di calcestruzzo  che vanno dai sei ai 20 piani.
Il problema purtroppo rimane, si continua a costruire e la domanda è: per chi?


Un classico esempio jesolano di " recupero  di identità storico-culturale"



1.2.2020 - Una situazione fuori di testa

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Prima le persone ·
Tags: 1.2.2020Unasituazionefuoriditesta
Quando si predica bene, ma si razzola male

Ci sono delle situazioni a dir poco fuori di testa!
Jesolo 1 Febbraio 2020
di ©Claudio Vianello
Prima le persone...
Questa è una delle tante situazioni che ti si potrebbero parare davanti, passeggiando per le vie di Jesolo. Per noi che non abbiamo problemi di motoria, facciamo presto a scavalcare queste situazioni "fuori di testa". Provate a immaginare chi è costretto su di una sedia a rotelle.
Non cerco la polemica ma più semplicemente, documento le situazioni che in una "città sensibile e acculturata" come Jesolo, non dovrebbero esistere.


Clicca sulla foto per ingrandirla

01.02.2020 - Se poi ci si mette anche l'amministrazione comunale
Una città rispettosa degli altri?




15.01.2020 - Il nuovo dissuasore di velocità in via Oriente

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in #robadamatti ·
Tags: 15.01.2020IlnuovodissuasoredivelocitàinviaOriente
Il nuovo dissuasore di velocità di via Oriente
Sull'asfalto si vedono molto bene i segni lasciati dalle auto
Jesolo  15 Gennaio 2020
di ©Claudio Vianello
Prima le persone...
Jesolo, via Oriente, zona pineta. Direi che ce n'era proprio bisogno di un dissuasore di velocità. In questo tratto d'estate le auto sfrecciano come fossero in un autodromo, diventando così pericoloso. In questa zona ci sono dei campeggi e il villaggio Marzott. Quindi d'estate è una zona trafficatissima, soprattutto alla mattina e al tramonto, quando la gente arriva e/o ritorna dal mare con i loro carichi.  Sembrano tutti degli zombies e l'attraversamento della strada, non avviene quasi mai sulle strisce pedonali, ma bensì in qualunque posto essi arrivino per attraversare. Quindi: benvenga la sicurezza stradale, sia per gli uni che per gli altri. Peccato che come tutte le cose in questo paese (p), queste, spesso vengono fatte ad mentula canis (at cazzum). Questa strada lo percorro quasi ogni giorno e questo dissuasore serve sicuramente a dissuadere dalla velocità, peccato che lo si vede bene solo con la luce del giorno. Sicuramente andrebbe segnalato meglio e ridipinto con il passaggio pedonale sulla sua dorsale.
Via Oriente di notte è quasi tutta al buio e questo dissuasore di velocità diventa pericolosissimo, perchè te lo trovi davanti all'ultimo secondo, anche se vai piano a 50Km orari.
L'altra notte ero a 20 all'ora, per fortuna che c'era la luna piena... Una notte da lupi.
Prima le persone.

Clicca sulla foto per vedere le altre


15.1.2020 - Jesolo Pineta, via Oriente, il nuovo dissuasore di velocità




16.11.2019 -I castelli di sabbia jesolani

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Mareggiate ·
Tags: 16.11.2019Icastellidisabbiajesolani
Le dune di sabbia a Jesoeo
Fermare il mare con i castelli di sabbia? Si può!
Jesolo  16 novembre 2019
di ©Claudio Vianello
Jesolo:La nuova Medjugorje e i castelli di sabbia per il politico
Partiamo da un'idea ex-temporanea che è uscita sui social, in questi giorni. In molti hanno esternato: perchè non hanno fatto le dune su tutto l'arenile di Jesoeo.
Premetto che sono oltre dieci anni che documento, il fa e desfa della sabbia, inoltre non sono uno "siensiato" (scienziato) e nemmeno un ingegnere idraulico; a Jesoeo ce ne sono fin troppi tra i politici, ripeto sono uno che documenta il cambiamento della mia città e anche delle mareggiate, questo perchè amo la mia città e penso che sia giusto documentare il tutto.
Ma facciamo un passo indietro: tra il 2013 e 2014, scoppiò lo scandalo delle tangenti del Mose e nel luglio del 2014, ci furono decine di arresti, tra cui il governatore del Veneto Giancarlo Galan, poi al Consorzio Venezia Nuova, il 1° dicembre del 2014, furono nominati dei nuovi amministratori straordinari, ricordo che il Consorzio era la banca per le opere in salvaguardia di Venezia e del Mose.
Fino ad allora, ogni anno, anche Jesolo veniva premiato con questi soldi, perchè rientrava nel bacino in salvaguardia di Venezia coi "schei" del Mose.[...]

Clicca sul link qui sotto

12-13-15.11.2019 - Jesolo pineta - Tre giorni di passione



Torna ai contenuti | Torna al menu