contatore visite free

un - i documenti di Jesolo - I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

La realtà quotidiana senza ipocrisie o casacche di partito
Il Blog di Jesolo
Libera informazione Indipendente
Quando la politica latita in città
Vai ai contenuti

Menu principale:

26.06.2020 - Distruggere un territorio turistico a suon di condomini

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Amministrazione Comunale ·
Tags: 26.06.2020Distruggereunterritorioturisticoasuondicondomini
Distruggere un territorio turistico a suon di condomini


Jesolo 26 Giugno 2020
di ©Claudio Vianello

Una città che sta diventando un dormitorio dalle migliaia di appartamenti chiusi
Era la fine degli anni 90 e dai banchi della maggioranza del Consiglio Comunale di Jesolo, votavo contro sulle delibere per le nuove destinazioni d’uso in atto per alcuni alberghi che venivano cambiati da hotel ad appartamenti. Ricordo il mio voto contrario per gli hotel Costa Azzurra, il San Francisco e il Santa Lucia. Quest’ultimo poi, era uno dei pochi alberghi che si affacciava sulla via principale, via Silvio Trentin con un ampio e meraviglioso giardino, specialmente nelle sere d'estate.[....]


L'ex hotel Costa Azzurra



12.06.2020 - Il bocciodromo di Jesolo è diventato un ex

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Amministrazione Comunale ·
Tags: 12.06.2020IlbocciodromodiJesoloèdiventatounex
Il bocciodromo coperto jesolano, è diventato un ex




Jesolo 12 Giugno 2020
di ©Claudio Vianello
Lo hanno smantellato in silenzio nei giorni scorsi
La bocciofila del ruba mazzetto
Al tempo della sua costruzione era la primavera del 2014, si diceva che fosse stato uno scambio di voti e soprattutto una promessa elettorale. Una cosa è certa, si son spesi quasi 800 mila euro di soldi pubblici. Questo era il bocciodromo coperto di Jesolo, si proprio un manufatto per giocare alle bocce, tutto questo voluto dall’ allora Assessore ai lavori pubblici Otello Bergamo, durante l’amministrazione Calzavara.






26.04.2020 - Se tutti ci preoccupassimo un po' di più

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in COVID-19 ·
Tags: 26.04.2020Setutticipreoccupassimounpo'dipiù
Le foto al tempo del  coronavirus, a Jesolo, la solita plastica

Basterebbe spendersi un po' di più



Jesolo 26 aprile 2020
di ©Claudio Vianello
Meno male che il Mondo sta andando a puttane
Non bastava la solita plastica. Ad ogni mia passeggiata raccolgo sempre qualcosa mi viene così normale. Basterebbe così poco ed invece niente sempre peggio...





8.1.2020 - Le piazze cittadine, un baluardo che resiste dal 1959, piazza Trieste

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Le piazze ·
Tags: 8.1.2020Lepiazzecittadineunbaluardocheresistedal1959piazzaTrieste
Il primo servizio di questo 2020


Jesolo  8 Gennaio 2020
di ©Claudio Vianello
Per avere qualcosa nella tua zona, devi avere un referente politico in Consiglio Comunale? Non basta!
Erano gli anni sessanta, gli anni del boom economico , Jesoeo era meta dei ricchi, Ferrari, Lamborghini, Maserati, Mercedes ect., le vedevi sfilare in via Bafile  e ti stropicciavi gli occhi, poi ancora, bellissime ville frontemare, piazze nuove e tanti nuovi alberghi, la città stava crescendo. Oggi a Jesolo, viceversa ci sono  tanti speculatori, verticalismi,  tanti appartamenti nuovi e vuoti, l'importante [...]







16.09.2019 - 500 mila e/o un milione di presente a Jesolo

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in #robadamatti ·
Tags: 16.09.2019500milae/ounmilionedipresenteaJesolo
L'importante che se ne parli

I numeri delle persone presenti a Jesolo ieri per l'Air Show

Jesolo  16 settembre 2019
di ©Claudio Vianello
Una cosa è certa al di la dei numeri
Ieri, su tutto il litorale jesolano c'era il Mondo, arrivato per assistere allo spettacolo dell'Air Show 2019 e all'esibizione delle frecce tricolori.
Poi questa mattina i quotidiani rionali hanno dato i numeri, tra le 500 mila e un milione di persone. Mah, c'è da dire che con l'esibizione di ieri, la stagione estiva 2019 si è conclusa.
A dire il vero di turisti stranieri in città ce ne sono moltissimi ancora, grazie soprattutto al bel tempo.
Da questa mattina su tutto il litorale jesolano tra l'altro si sono riaperti i cantieri edili, che erano stati " sospesi" ai primi di luglio, i consorzi e gli stabilimenti balneari viceversa, hanno iniziato a smobilitare la spiaggia.
Una cosa è certa al di la dei numeri e delle promesse elettorali locali, per allungare la stagione e non per elevarla in cubatura, come stanno facendo a Jesolo, ci vogliono hotels di lusso fronte mare e non viceversa appartamenti che stanno creando un mortorio cittadino.
La dove hanno edificato, oggi ci sono migliaia di tapparelle chiuse, questo accadeva anche ad agosto. Così facendo stanno accorciando a tutti gli effetti la stagione estiva, diminuendo la qualità del turista che in questi ultimi anni anche per questo motivo sta abbandonato il nostro litorale.
Gli appartamenti non danno la turnazione della clientela garantita dagli alberghi.
Una curiosità di questa estate: tutti quelli che passavano in prossimità della ex-scuola Giosuè Carducci, oltre a fotografare quell'immenso ammasso di ferro e calcestruzzo se andavano schifati e molti tedeschi, li ho sentiti con le mie orecchie dire a voce alta: unglaublich, wahnsinn e molto altro ancora.
Ben risvegliati dalla fatica di questa estate 2019, è lunedi 16 settembre 2019


L'intervento alle ex-scuole Giosuè Carducci



19.08.2019 - Basterebbe così poco, un forte senso del bene comune

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Ambiente e Decoro ·
Tags: 19.08.2019Basterebbecosìpocounfortesensodelbenecomune
Siamo un popolo di sporcaccioni e poi ci lamentiamo

La raccolta di questa mattina
Jesolo 19 Agosto 2019
di ©Claudio Vianello
Basterebbe così poco, un forte senso civico del bene comune

Ieri sera sono uscito come spesso faccio, a passeggiare lungo la pseudo ZTL. Loro, i politici quelli dell'amministrazione comunale la chiamano l'isola pedonale più lunga d'Europa. Già qui ce ne sarebbe da dire, ma tralascio perchè poi  questo problema lo riprenderò tra qualche giorno. Devo dire onestamente che la pseudo isola pedonale è un po' sporca, carte e rifiuti di ogni genere dappertutto e questo non lo reputo un bel biglietto da visita, bisognerebbe ritornare agli operatori ecologici come nelle grande città, quel carettino che va avanti e indietro, raccogliendo i rifiuti per terra oltre chiaramente a sanzionare chi sporca.
Oggi mi voglio soffermare sul senso civico del bene comune che le attività, lungo la via pseudo-pedonale più lunga d'Europa non hanno, onestamente basterebbe solo qualche minuto al giorno. Esattamente il 24 luglio, postai sulla mia pagina di facebook una foto con la raccolta dello sporco, i mozziconi di sigaretta che quasi quotidianamente faccio sulla strada, ormai divenuta un'arteria principale di Jesolo, che costeggia la mia attività.
Bene, sarebbe meglio dire male, molto male. Alcuni amici che avevano letto il mio post, mi hanno detto che avrei sbagliato a pubblicarlo, perchè secondo la loro ragione, non dovevo farlo. Loro pagano già la TARI,  poi ci sono i soffiatori e le spazzatrici comunali che puliscono ogni mattina le vie cittadine. Gli ho risposto che le strade vengono pulite di buon mattino e poi si risporcano, quindi continuano e continueranno a buttare lo sporco sulla via principale.....Perchè il marciapiede non è di loro competenza. Gli ho risposto: ma vi costa troppo raccogliela invece di gettarla sulla strada? Pago le tasse !


Clicca sulla foto per ingrandirla e vedere le altre foto




3.7.2019 - Le baby gang, è un mondo difficile

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in CRIMINALITA' ·
Tags: 3.7.2019Lebabygangèunmondodifficile

È un mondo difficile!

Andare in cerca del pelo nell'uovo


Jesolo 3 Luglio 2019
di ©Claudio Vianello
A proposito della "baby gang" che domenica ha scatenato una guerriglia in spiaggia a JesoloLido, poi sui social se ne sono pure fatti un vanto (bagnini bagnini ciao ciao)!
Posso capire che i bagnini di Jesolo a volte facciano il loro lavoro e intervengono per far spostare la gente che occupa il loro consorzio e soprattutto chi infastidisce il cliente che cerca un po di vacanza, pagandola!
Ma è veramente ridicolo andare a cercare il pelo nell'uovo!
Qualche genitore ha avuto il coraggio di scusare il proprio figlio, di dire che i bagnini del consorzio Trieste se la sono andata a cercare! #robadamatti
Mi chiedo poi del perchè avremmo dovuto scandalizzarci se malauguratamente ci fosse scappato il morto! Era un minorenne? Per fortuna non è accaduto, forse la maturità dei bagnini jesolani? Loro, la baby gang una trentina di minorenni, domenica u.s. dopo aver fatto una nottata di bagordi, essersi ubriacati e forse aver preso qualche pasticca sono tornati da quelli che li avevano redarguiti nella mattinata, ( probabilmente si son sentiti toccati nella loro spavalderia e probabilmente i loro genitori non lo avevano mai fatto).
Io non li voglio chiamare "baby gang", ma giustamente sono dei delinquenti comuni, non paghi di quello che era accaduto nella mattinata, sono andati in cerca di altri delinquenti-amici tornando nel pomeriggio per farsi giustizia sommaria ed è molto grave.
Alla mamma che dichiara che sono stati per primi i bagnini ad alzar le mani vorrei dirgli: forse un po' più di attenzione al figlio e qualche insegnamento in più soprattutto cos'è il rispetto, probabilmente non gli avrebbe fatto male.
Forse ai nostri tempi un bel ceffone piazzato tra "copa e col" ci faceva ragionare.....Oggi purtroppo i figli sono un'altra cosa, basta vedere poi cosa succede nelle scuole.
Ecco cosa manca alla gioventù di oggi: il rispetto!
Poi come si dice e si legge quotidianamente: sarà la magistratura a mettere la parola fine a questo fatto violento e gratuito.
Una cosa è cerca i figli non crescono da soli, ci vuole sempre e comunque una mano adulta che li possa accompagnare, anche se viviamo nell'era digitale!!!

Jesolo 30 giugno 2019 - Dopo la battaglia il compiacimento



1.7.2019 - La sicurezza a Jesolo d'estate è un optional

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Sicurezza pubblica ·
Tags: 1.7.2019LasicurezzaaJesolod'estateèunoptional
La sicurezza d'estate a Jesolo è un optional


Jesolo 1 Luglio 2019
di ©Claudio Vianello
A marzo di quest’anno il sindaco di Jesolo, Valerio Zoggia sfidava la Lega seduta in Consiglio Comunale: «Chieda rinforzi a Salvini»
Poi i primi di giugno: rinforzi polizia per l'estate, «solo 12 aggregati per Venezia, una presa in giro dal ministero»
Prendo come spunto il post del comandante dei VVUU di Jesolo, Dott. Claudio Vanin, di ieri sera, dove scrive:”Omissis…. Se dobbiamo fare lo stesso lavoro delle altre forze dell'ordine statali mi sembra non solo giusto, ma sacrosanto, avere le stesse prerogative e tutele.
Che condivido in toto.
Jesolo una città che d’estate si popola in modo surreale….. Si parla di numeri certificati intorno ai 7 milioni di presenze, senza contare quelle centinaia di migliaia di presenze della domenica, così chiamate “ mordi e fuggi”, i pendolari.
Potrei dire che a ogni fine settimana e nei mesi di Luglio e Agosto arriviamo a toccare



10.6.2019 - E dal sabion (dalla sabbia) emerge un residuato bellico

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Sicurezza pubblica ·
Tags: 10.6.2019Edalsabion(dallasabbia)emergeunresiduatobellico
E dal sabion (dalla sabbia) emerge un residuato bellico

La zona prontamente circoscritta dalle forze dell'ordine


9 Giugno 2019
di ©Claudio Vianello
Un bambino che gioca sulla sabbia e ......
L'ennesimo residuato bellico che spunta, a Jesolo in pineta
Probabilmente della seconda guerra mondiale. In questa zona di Jesolo, non è la prima volta che vengono alla luce ordigni. Purtroppo, per la memoria questa zona è stata oggetto durante la prima e la seconda guerra mondiale di violenti e numerosi scontri di guerra.Il fronte appostato sulla famosa linea del Piave contro gli eserciti austriaci e tedeschi
In questi ultimi decenni poi questa zona è oggetto ogni anno di ripascimento, quindi con un movimento di sabbia enorme... attraverso grossi camion e caterpillar: quella sabbia là devi metterla qua, e via con la solita giostra del sabion........ Questo ultimo rinvenimento non sarà certamente l'ultimo.
Prontamente intervenute sul posto le forze dell'ordine dopo aver transennato tutta l'area hanno asportato l'ordigno in tutta sicurezza... Probabilmente si trattava un proiettile per obice di circa 20/30 cm.....


Le forze dell'ordine sul posto





4.4.2019 - L'acqua alta di previsione per questa sera è un record ad aprile

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in mareggiate ·
Tags: 4.4.2019L'acquaaltadiprevisioneperquestaseraèunrecordadaprile
Le previsioni per questa sera danno 120 cm slm, di alta marea

29 ottobre 2018 Ore 14:19 record di acqua alta


Jesolo  4 Aprile 2019
di Claudio Vianello
Allerta meteo
Previsti per le ore 23.30  di questa sera 120 cm a Venezia di acqua alta
Il servizio maree del Comune di Venezia ha annunciato per mezzo del suo bollettino per questa sera 4 aprile, alle 23.30, un massimo di marea di 120 centimetri (codice arancio).Di conseguenza la protezione è in allerta "un intenso flusso di correnti meridionali, umide e a tratti instabili, e nella seconda parte di giovedì il transito di un sistema frontale", quindi tempo perturbato con venti tesi o a tratti forti (nelle ore centrali/pomeridiane) da sud-est sulla costa e pianura limitrofa, in attenuazione dalla sera/notte; possibili forti raffiche anche in occasione di temporali.“
Questi record di acqua alta nel mese di aprile a Venezia, una cosa che non capita spesso
147 centimetri il 16 aprile 1936
118 centimetri il 21 aprile del 1967
115 centimetri il 24 aprile del 1979
117 centimetri il 27 aprile del 2009
Quindi un evento veramente eccezionale, speriamo che il mare a Jesolo non faccia i soliti danni......Come sempre


Questo il bollettino della marea, diffuso alle 13
Io documento



04.11.2018 - È sempre un problema di viabilità

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in VIABILITA' ·
Tags: 04.11.2018Èsempreunproblemadiviabilità
E adesso ci risiamo

In Italia e nel Veneto l'importante è pagare, comunque sempre

Jesolo 4 novembre 2018
di Claudio Vianello©
È sempre un problema di viabilità

Ricordo un progetto di trent'anni fa, quanti sindaci si sono avvicendati fino ad oggi, ed è rimasto in un cassetto. Una strada e un ponte tutto nuovo, questi avrebbero dovuto bypassare Jesolo Centro, scavalcare via Roma Sinistra, passare al di qua della cantina sociale jesolana per collegare Cortellazzo e la Pineta e con un ponte scavalcare il Piave, così facendo ci sarebbe stata una viabilità moderna anche per la zona Est di Jesolo.
Purtroppo sempre così difficile capire il politico oggigiorno. Lui, se ne esce sempre quando c'è da raccogliere dei voti e la gente si dimentica in fretta di tutte quelle promesse fatte e non mantenute.
E anche questo ponte privato a pagamento che collegava Cortellazzo a Revedoli, da quest'oggi non c'è più, è stato strappato dalla forza del Piave ed è affondato.
Adesso, per chi volesse andare a Revedoli o a Torre di Fine, sarà costretto ad allungare la strada di 10 Km, via Eraclea.
In attesa di una viabilità degna per Jesolo.....
Clicca sulle foto per vedere le altre


Jesolo 4 Novembre 2018 - Jesolo-Cortellazzo a Revedoli, il ponte non c'è più

                                                                                                                                                  



11.10.2018 - E zacchete, un altro pino segato

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in Ambiente e Decoro ·
Tags: 11.10.2018Ezaccheteunaltropinosegato
Tra 4 anni vi consegnerò, la vostra città, una città moderna con tanto grigio

A uno a uno, riusciranno a tagliarli tutti
Jesolo 11 Ottobre 2018
di Claudio Vianello©
Il problema non sarebbe il taglio dei pini se fossero ripristinati
Qui ci vorrebbe " Metroman",  il super eroe jesolano, che da qualche mese in città risolve tutti i problemi.
Il taglio dei pini a Jesolo Lido,  continua inesorabile. La volontà per i prossimi e rimanenti 4 anni, di questa amministrazione comunale è uno solo, dotare la nota città turistica veneta, di tanto grigio. Purtroppo, continua inesorabile il taglio dei pini.......
Questo è l'ultimo di questa mattina. E zacchete,  l'effetto sega colpisce ancora.... Secondo voi, verrà ripristinato il pino tagliato?


                                             



26.07.2018 - Non c'è un minimo di vergogna nella politica jesolana

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in DEGRADO AMBIENTALE ·
Tags: 26.07.2018Nonc'èunminimodivergognanellapoliticajesolana
Non c'è un minimo di vergogna nella politica jesolana

Il post pubblicato sulla sua pagina di facebook, dal presidente di Alisea Spa,  il giorno 24 luglio2018


Jesolo 26 Luglio 2018
di Claudio Vianello©
#migòdalavorar
Tutto nasce il 24 luglio u.s., nel tardo pomeriggio di una giornata di sole. Il presidente di Alisea Spa,  Gianni Dalla Mora, pubblica sulla sua pagina di facebook quanto segue, "Curiosità e amenità jesolane: sto seguendo le vicende della discarica di Jesolo come presidente di Alisea e come componente del cda di Veritas con delega alle località della costa veneta.......Omissis, e poi ancora " Eppure stamattina navigando in internet mi imbatto su questo annuncio. Una casa di 250 mq in vendita ad euro 1.150.000. In bella vista sullo sfondo gli alberi che delimitano la discarica. Una domanda mi viene spontanea: la discarica è il male assoluto o un valore aggiuntivo? Robadamatti, ci aggiungo io. Il presidente di Alisea Spa e componente del cda come scritto di suo pugno sul suo post, prende per i fondelli i residenti della zona della discarica jesolana ?Ci fa pure della ironia spiccia? (Una domanda mi viene spontanea: la discarica è il male assoluto o un valore aggiuntivo?). Apriti cielo, premetto che politicamente è un'azione da harakiri, dall'altra è poco rispettosa per gli jesolani che tutti i giorni sopportano quel via vai di camion e di lotte che ormai durano da oltre 20 anni , tra i comitati in difesa dei cittadini del luogo, l'amministrazione comunale prima e oggi Veritas. Una cosa è certa, politicamente parlando il presidente alias bla, bla e bla ancora, dovrebbe essere sollevato in seduta stante dagli incarichi in essere dati dall'attuale amministrazione comunale jesolana, se questo non dovesse accadere, qui dovrebbero intervenire le opposizioni sedute nel Consiglio Comunale di Jesolo, (Lega Nord Liga Veneta Salvini, Jesolo Bene Comune De Zotti e Sindaco e Scelgo Jesolo Carli Sindaco) nel produrre una mozione di sfiducia contro questo signore!
Poi trovo di cattivo gusto e irrispettoso pubblicare anche il nome dell'agenzia immobiliare oggetto del post..... quindi un post pessimo e di cattivo gusto. Una cosa è certa,   da qualche ora il post è scomparso e mi sorge un dubbio? Che sia intervenuta la bacchetta magica di mago Magò?

Correlati


La nuova zona residenziale di Jesolo, definita dal Dalla Mora:
"bella vista sullo sfondo gli alberi che delimitano la discarica, è il male assoluto o un valore aggiuntivo?"



9.7.2018 - Un gabbiano attacca un colombo

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in varie ·
Tags: 9.7.2018Ungabbianoattaccauncolombo
Attacco in pieno centro di un gabbiano a un colombo

Il momento dell'uccisione



Jesolo 9 Luglio 2018
di Claudio Vianello©
La sequenza delle immagini in pieno centro
Si rimane un po' perplessivi nel vedere un gabbiano che attacca e uccide un colombo in pieno centro. È accaduto ieri sera in piazza Trieste a Jesolo, dove un gabbiano prima stramortisce in volo un colombo,  e poi a colpi di becco lo uccide per mangiarselo..... e se fosse accaduto con un umano, questa cosa dovrebbe far riflettere ?

La sequenza delle immagini



6.7.2018 - 41 ore per trovare un posto letto

I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo
Pubblicato da in SANITA' VENETA ·
Tags: 6.7.201841orepertrovareunpostoletto





Jesolo 6 Luglio 2018
di Claudio Vianello©
Lettera aperta
Buongiorno Presidente Luca Zaia
41 ore per trovare un posto letto!
Mi chiamo Argilia e sono nata a Burano-Cavallino il 2 gennaio del 1924. Mio padre era un “giovane del 1899” mandato in guerra, al fronte nel 1915-18. Lui tornò a casa per fortuna, da allora di fatti in questa regione ne sono successi anche troppi.
Non vorrei raccontarle tutta la mia vita, ma cerco di fare un ragionamento logico. Ho sempre lavorato per la mia famiglia fino all’ età di 70 anni, poi sono andata in pensione. Percepisco circa 600 euro mensili di pensione, più qualche altro centinaio di reversibilità per il mio defunto marito e vivo in una casa in comodato gratuito. Sono sempre stata bene di salute e oggi alla soglia dei 95 anni, purtroppo comincio a sentire qualche acciacco più o meno forte.
(......)



Torna ai contenuti | Torna al menu