contatore visite free

07.07.2019 - La Run Sunrise 2019 e c'erano anche loro - I documenti di Jesolo, Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

2019
La Run Sunrise 2019, una bella corsetta mattutina ma?

Tutti in corsa, uno spettacolo


Jesolo 7 luglio 2019
di ©Claudio Vianello
Lo spettacolo all’alba, la Run Sunrise 2019
Facciamo un passo indietro di qualche settimana: era il 13 di Giugno, sui media locali e nazionali: droga, smantellata la rete dello spaccio a Jesolo, tutto a lettere cubitali.
Ci aggiungo io: una notiziona. Sembrava che di droga sul nostro litorale non ne dovesse e potesse più arrivare.
Ma andiamo per ordine …
Questa mattina sveglia all’alba per partecipare alla Run Sunrise 2019.

Quest’anno la corsa è stata organizzata di domenica mattina al posto del solito sabato. Quindi ritrovo davanti all’hotel Almar, navette per gli atleti fino alle 4:50 che li porteranno fino ai nastri di partenza, in piazzetta Faro.
Io arrivo motorizzato alle 5:05, noto ancora molte persone in attesa dell’ultimo bus, ricordo ai ritardatari che probabilmente non c’è più un’altra navetta, quindi giro lo scooter in direzione piazza Nember e parto
Faccio l’ultimo chilometro che mi separa dal parcheggio, dove ho lasciato lo scooter fino al via della corsa, in compagnia di Andrea, saluto un po’ di amici e attendiamo insieme la partenza, strusciandoci gli occhi vista l’ora.
 
Verso le 5:40 si parte, alzarsi all’alba e correre sul lungomare jesolano mi da sempre una carica per il resto del giorno, non ci sono droghe e alcol che tenga.
Tutti in fila alla partenza oltre mille persone, con un drone che ti svolazza sopra la testa, questo è vietatissimo, non ci sono permessi di nessun tipo per volare sopra alla gente, ENAC lo chiarisce molto bene nei regolamenti, tralasciamo il tutto e partiamo per coprire quei pochi chilometri fino all’arrivo davanti all’hotel Almar.
 
Posso dire che vedo tutti gli atleti dai bambini agli adulti felici di partecipare a questa levataccia mattutina, tutto questo diventa una gioia.
 
Continuo a correre percorrendo in pochi minuti il tratta piazzetta faro a piazza Aurora, qui entro nella zona calda jesolana, quella del lungomare tra piazza Aurora e piazza Mazzini,  noto subito i primi storditi, provenienti sicuramente da una notte di bagordi e altro. Poco dopo i primi magrebini, “sicuramente brava gente”, facce pulite e con qualcosa da vendere, mi torna in mente lo smantellamento della rete degli spacciatori e penso alla teatralità dell’azione dei carabinieri di quel 13 giugno. Peccato, un buon lavoro,  dovrebbe essere rifatto tutti i sacrosanti weekend? Mi chiedo: cosa ne fanno una volta arrestati di tutti questi delinquenti (venditori di morte)? Probabilmente li rilasceranno una volta arrestati il giorno dopo.
Va beh..Saluto al volo i bagnini che stanno ripulendo la spiaggia davanti alla Capannina, dai bagordi del sabato notte appena passata, continuando la mia corsa e: et voilà, finalmente trovo e troviamo i veri supporters della run, macchè sono un gruppo, una dozzina di spacciatori, si proprio quelli “bravi”, quelli che tutti noi vediamo quasi quotidianamente e nessuno ce li toglie da quel “posto” che ormai è diventato il loro souk, la loro piazza!
 
Bene finalmente da qui fino all’arrivo tutto a posto, questa volta si tra la brava gente che alzatasi di buon mattino è partita alle 5:40 del mattino e ha coperto quei sei mila cinquecento metri che ci ha reso tutti primi e felici di aver compiuto un’ impresa, la nostra sana impresa!
 
Bravi a tutti. Anche questa è fatta in attesa di quella del 2020


La piazza degli spacciatori
 
Torna ai contenuti | Torna al menu