Un fondo di solidarietà-Gennaio 2013 - Il blog di Jesolo, il blog di Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Un fondo di solidarietà-Gennaio 2013

Amministrazione Comunale

IL CONCETTO DEL FONDO DI SOLIDARIETA' DEL COMUNE DI JESOLO


Il "Fondo di sostegno e azioni di rilancio" è stato istituito dall’amministrazione per far fronte alle crescenti situazioni di disagio determinate da perdurare della crisi economica.  Sono state messe a disposizioni ulteriori risorse  – 300.000 euro – per assicurare aiuto alle persone e alle famiglie che si trovano in particolare difficoltà. L’obiettivo però non è solo quello di fornire assistenza economica ma anche quello di affrancare dalla situazione di bisogno le persone che ne hanno ancora la potenzialità: l’idea dominante quindi, è quella di intervenire sulle cause che determinano povertà e rischio di esclusione e marginalità per quei nuclei familiari e quelle persone che, in specifiche fasi della vita o in presenza di particolari situazioni di bisogno, sono sovraesposte rispetto al rischio delle nuove povertà.

La quota maggiore di queste risorse (60%) sarà destinata  a finanziare percorsi di reinserimento lavorativo o di riqualificazione professionale (tirocini, stages, corsi formazione) per evitare l’esclusione dal mercato del lavoro e per assicurare un minimo di reddito per periodi determinati. Destinatari di questi interventi saranno persone residenti in comune di Jesolo, in carico ai Servizi Sociali e il cui profilo è già noto, disoccupati o inoccupati e privi di ammortizzatori sociali, preferibilmente appartenenti alla fascia d’ètà superiore ai 45 anni. Tutte le azioni messe in atto seguiranno l’iter previsto dalle normative vigenti in materia di politiche attive del lavoro e in parte verranno realizzate in collaborazione con il Centro per l’Impiego di Jesolo e con le associazioni di categoria. L’obiettivo è quindi quello di offrire opportunità per inserirsi o reinserirsi nel lavoro evitando di cronicizzare le situazioni di bisogno economico.
Una parte delle risorse (20%) verrà utilizzata per aiutare chi è in difficoltà con il costo degli affitti: in particolare stiamo verificando la possibilità di sottoscrivere un "Accordo territoriale per il canone concordato" per offrire soluzioni abitative a prezzi inferiori di quelli normalmente offerti dal mercato.
La parte restante delle risorse (20%) sarà destinata a incrementare i servizi di assistenza alla famiglia (assistenza domiciliare), alle persone anziane (attività al Centro Pertini per favorire processi di socializzazione), a chi deve affrontare casi di Alzheimer (affiancamento e assistenza domiciliare), a chi versa in particolari situazioni di bisogno economico (banco alimentare e pacchi spesa). Queste attività prevedono l’impiego di educatori esterni e il contributo di volontari.

Al momento attuale stiamo definendo il protocollo d’intesa con il Centro per l’Impiego di Jesolo per attivare una prima tranche di 10 tirocini finanziati con le risorse del fondo e stiamo predisponendo un progetto per la custodia dei parchi da affidare ad una cooperativa sociale di tipo B che impiegherà persone svantaggiate secondo quanto previsto dalla normativa regionale (L.R. 23/2006 e DGRV 1357/2008).
Inoltre, dopo aver sondato in maniera informale il mercato degli affitti, stiamo predisponendo gli atti per la sottoscrizione dell’accordo territoriale per il canone concordato come previsto dalla legge 431/98.
Infine stiamo cercando di individuare una spazio adeguato per la gestione del banco alimentare dei prodotti freschi che sarà gestito da volontari.

Comune di Jesolo 14 Gennaio 2013

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu