09.01.2014 Le caccate dello zio Valerio - Il blog di Jesolo, il blog di Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

09.01.2014 Le caccate dello zio Valerio

Rubrica a TuttoTondo > Venti14 TuttoTondo

10 Gennaio 2014
La (S)Cacchiera di Jesolo  - Le Deiezioni canine sul Lungomare

Jesolo Lido
I numeri del blog

Jesolo 09 Gennaio 2014


Le Caccate dello Zio Valerio
La (S)Cacchiera di Jesolo, in spiaggia


Nel parlare spesso dei cani e delle loro deiezioni  si  potrebbe dare, forse, l'impressione che a qualcuno non piacciano gli animali… niente di più falso.
Voglio raccontare questa storiella che mi è accaduta ad Agosto di quest'ultima stagione estiva, mentre correvo lungo la passeggiata alle prime ore di un giorno qualunque e come quasi quotidianamente facciamo io e moltissimi altri turisti maratoneti, correndo lungo la passeggiata della mia Jesolo.
Era una splendida mattina e mi stavo allenando tranquillamente , quando, davanti a me  notai 4 signori  due donne e due uomini che avevano vicino a loro  4 cani di stazza media: questi scorazzavano avanti e indietro, senza che i loro padroni li tenessero al guinzaglio e/o facessero attenzione a quello che facevano. Arrivato vicino a questo colorito gruppo di persone, provai a scavalcare uno di questi cani che mi si era parato davanti abbaiando e, mentre cercavo di evitarlo, uno di questi signori, che presumo fosse il padrone, con fare minaccioso, mi spintonò e minacciò dicendomi di fare attenzione, perchè stavo per saltare addosso al  suo cane. Io, chiaramente, gli risposi per le rime, invitandolo a portarsi il cane in zone permesse e non in spiaggia, che è zona  vietata  e per di più senza il guinzaglio, poi continuai la mia corsa, mentre questo energumeno si stava alterando, indifferente di tutto e di tutti gli umani,  pur di portarsi a passeggio in spiaggia il proprio cane.
Tutta questa premessa, per cercar di  affrontare un  annoso problema, che periodicamente viene evidenziato all'amministrazione comunale Jesolana da molti residenti e che riguarda un argomento che potrebbe essere considerato da qualcuno con superficialità ed indifferenza, ma che invece bisognerebbe trattare come un fastidioso  comportamento di inciviltà, ovvero le cacche dei cani in spiaggia.

Qualche anno fa dopo alcune lunghe polemiche attraverso i giornali locali fatte dal sottoscritto,   l' allora Assessore di turno,  ovvero l'attuale Sindaco Valerio Zoggia, fece installare lungo la passeggiata in spiaggia dei distributori di sacchetti per raccogliere gli escrementi dei  cani, dando così un servizio gratuito a chiunque avesse voluto portare il proprio cane sulla sabbia e si fosse trovato sprovvisto di sacchetto e paletta per raccogliere le deiezioni.

Di questi distributori installati lungo l'arenile di Jesolo e voluti allora dallo Zio Valerio ,(servizio al quale sono pienamente d'accordo, se venisse usato) ,  ben  pochi proprietari di cani ne vogliono usufruire anche se, gratuiti.

Tutto questo si vede sia durante la stagione estiva e soprattutto nelle altre stagioni: la spiaggia è tutto un fiorire di " deiezioni canine ".
E allora, perchè non porvi definitivamente rimedio? Basterebbe andare di buon mattino in spiaggia, ed in qualsiasi stagione ci si potrebbe imbattere in molti  cani di tutte le taglie tra cui Rottweiler, Schäferhund,
Wolfshund, meticci  e  tante altre razze,  tutti senza museruola e lasciati scorazzare da soli, tanto poi il mare pulisce…  così mi sono sentito rispondere più di qualche volta, alla mia richiesta di raccolta degli escrementi canini…tanto il mare poi pulisce e/o peggio pensi ai ca....i suoi.
E allora caro Sindaco a cosa sono serviti, anche se solo qualche migliaio di euro spesi, se poi  nessuno tra i proprietari di cani utilizza questo servizio? Mi chiedo solo una cosa: se il cane è il migliore amico dell'uomo, forse l'uomo non è il migliore amico del cane e/o di  Jesolo ed allora prenda provvedimenti  e faccia rispettare il decoro urbano, invitando prima i proprietari dei cani ( non tutti, perchè tra di loro ce ne sono di civili e ripettosi  ) ad un comportamento rispettoso verso tutti gli altri cittadini, poi  sanzionando sonoramente chi non raccoglie  le " cacche dei loro amati amici " Tutto qui.

Provi ad andare un giorno a passeggiare lungo  la spiaggia e cerchi di viverla  come uno Jesolano, amandola e si  accorgerebbe subito di tutte queste " Cacche ricordo " lasciate dove gli animali le depositano.
Purtroppo vede, se le regole devono valere  per creare una società civile, vivibile e rispettosa degli uni e degli altri,  è anche vero che se nessuno mai  le fa rispettare queste regole, esse poi cadono nel nulla, lasciando posto alla inciviltà di pochi, e chi ne perde siamo ................................. tutti noi .
Claudio Vianello

In Italia, il problema è stato affrontato ed a volte anche risolto, a Jesolo accade esattamente l'opposto !
   



 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu