L'ordinanza 209 dispone i seguenti comportamenti per i proprietari dei cani - Il blog di Jesolo, il blog di Claudio Vianello che ti documenta senza ipocrisie. Ti tiene quotidianamente aggiornato sulla vita politica e non di Jesolo, con commenti, approfondimenti, opinioni sui fatti di attualità in Jesolo e qualche altra notizia" Il Diario di Jesolo - Il Blog " di Jesolo

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

L'ordinanza 209 dispone i seguenti comportamenti per i proprietari dei cani

Leggi e Norme > La legge e i cani

LE TRE NUOVE NORME PREVISTE DALLA NUOVA ORDINANZA

Ordinanza contingibile ed urgente concernente la tutela dell'incolumita' pubblica dall'aggressione dei cani.

IL MINISTRO DELLA SALUTE


1) Il guinzaglio dovrà sempre essere utilizzato nelle aree urbane e nei luoghi aperti al pubblico, fatte salve le aree per cani. Il guinzaglio non potrà essere più lungo di un metro e mezzo;
2) La museruola va sempre portata con sé;
3) E’ obbligatorio raccogliere le feci.
Queste tre nuove regole vanno così ad aggiungersi a quelle generali già previste dal nostro ordinamento, da rispettare sempre e comunque quando portiamo il nostro cane con noi, che sia a piedi, in bicicletta, in auto o in moto. Vediamo quali sono.

A PIEDI - Vi è obbligo di idonea  museruola  per i cani  non condotti al guinzaglio  quando si trovano nelle vie o in altro luogo aperto al pubblico; e altresì v’è l’obbligo della museruola e del guinzaglio per i cani condotti nei locali pubblici e nei pubblici mezzi di trasporto.
Possono essere tenuti senza guinzagli
o e senza museruola i cani da guardia, soltanto entro i limiti dei luoghi da sorvegliare purché non aperti al pubblico; i cani da pastore e quelli da caccia, quando vengono rispettivamente utilizzati per la guardia delle greggi e per la caccia, nonché i cani delle forze armate e delle forze di polizia quando sono utilizzati per servizio. Nel nuovo regolamento del Ministero non sono citati i cani da caccia: una svista?
Fonte: Regolamento di Polizia Veterinaria n. 320/54 art. 83.

IN AUTO - Sui veicoli diversi da quelli autorizzati a norma dell’art. 38 del decreto del Presidente della Repubblica 8 febbraio 1954, n. 320, è vietato il  lt trasporto di animali domestici in numero superiore a uno  e comunque in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida. E’ consentito il trasporto di soli animali domestici, anche in numero superiore a uno, purché custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete od altro analogo mezzo idoneo che, se installati in via permanente, devono essere autorizzati dal competente ufficio provinciale della Direzione generale della M.C.T.C.
Per le violazioni sono previste sanzioni da euro 68,25 a euro 275,10 e la decurtazione di un punto della patente.
Fonte: Codice della strada, art. 169, comma 6.

IN MOTO - Sui veicoli di cui al comma 1 (sui motocicli e sui ciclomotori a due ruote) è vietato trasportare oggetti che non siano solidamente assicurati, che sporgano lateralmente rispetto all’asse del veicolo o longitudinalmente rispetto alla sagoma di esso oltre i cinquanta centimetri, ovvero impediscono o limitino la visibilità al conducente. Entro i predetti limiti, è consentito il trasporto di animali purché custoditi in apposita gabbia o contenitore.
Per le violazioni sono previste sanzioni da euro 32,80 a euro 131,20 e la decurtazione di un punto della patente.
Fonte: Codice della strada, art. 170, comma 5.

IN BICI - Ai ciclisti è vietato condurre animali (art. 182, comma 3 del Codice della strada). Per il trasporto di animali si applica lart. 170 del Codice della strada.

SUI MEZZI PUBBLICI - Per quel che riguarda i trasporti urbani comunali (come lautobus o la metropolitana) i regolamenti variano da comune a comune. Nel caso in cui laccesso agli animali sia consentito, può essere o meno obbligatorio il pagamento del biglietto. Essendo luogo pubblico è invece obbligatorio luso del guinzaglio e della museruola. In genere non esiste limitazione per i cani guida per non vedenti (tranne in casi di notevole affollamento dei mezzi pubblici).


 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu